29052022Headline:

I progetti di Viterbo per Expo2015

Con l’approvazione odierna da parte della giunta dei progetti di partecipazione del Comune di Viterbo al bando regionale per ottenere i finanziamenti

Expo2015

Expo2015

per Expo 2015 si porta a termine  un periodo di intenso lavoro di squadra del sindaco della Giunta e  dellaAssessorato allo sviluppo economico con  tutti i suoi uffici mirato al reperimento di risorse per finanziare le attività  in vista di Expo.

Il grande lavoro di progettazione  e predisposizione delle proposte svolto in perfetta sintonia tra l’assessorato e gli uffici del settore IV attività produttive, uffici a cui va il mio più sentito ringraziamento per l’attività fin qui svolta , ha consentito  al Comune di Viterbo di partecipare a numerosi bandi nazionali e regionali sulle tematiche legate ad Expo 2015 attraverso la redazione e la collazione di numerose proposte.

In  caso di esito positivo delle richieste di finanziamento  arriveranno  in città nuove risorse finanziarie capaci di farci trovare pronti per il grande appuntamento dell’esposizione universale ed in grado di farci realizzare iniziative di grande valore turistico culturale e sociale che rimarranno nel tempo anche dopo Expo.

In particolare facendo rete con altri soggetti del territorio il Comune di Viterbo ha presentato. Una domanda di finanziamento  al Ministero delle Politiche Agricole partecipando ad un apposito bando per Expo 2015 con un progetto denominato “Ti racconto il tuo cibo” una idea progettuale che mira a realizzare azioni volte alla divulgazione e formazione di consumatori, e cittadini italiani e stranieri, addetti alla comunicazione, operatori del turismo, ristoratori, commercianti e altri stakeholder, sui temi legati al tema del cibo locale, in particolare ai prodotti del territorio di Viterbo, valorizzando le sue tradizioni e rileggendo in modo innovativo la propria memoria enogastronomica.

Ed inoltre per il bando Expo 2105 della Regione Lazio il Comune di Viterbo ha utilizzato tutte le possibilità dallo stesso concesso partecipando a tre progetti ( il massimo consentito) di cui uno come capofila e due come associato.

Nello specifico ha predisposto come capofila in una rete che vede coinvolti anche Provincia di Viterbo , CCIIAA e UE COOP un progetto dal titolo “I Sapori del Rito- il trasporto della Macchina di S. Rosa: tradizioni e patrimonio – Viterbo per Expo 2015” una idea tesa a far conoscere i patrimoni di Viterbo e presentarli in maniera innovativa.Il progetto mette al centro una peculiarità importante che rappresenta l’identità della città di Viterbo e della sua comunità, l’unicità e l’identità di Viterbo sono certamente rappresentate dalla Macchina di Santa Rosa, che nell’ambito della Rete delle grandi macchine a spalla, ha ricevuto  il riconoscimento Unesco ed è Patrimonio dell’Umanità. L’obiettivo è esportare e far conoscere i patrimoni dell’Unesco di Viterbo Macchina di Santa Rosa e Dieta Mediterranea e creare una rete con le diverse cucine internazionali riconosciute e accomunate dal Brand Unesco: la cucina Francese, quella Giapponese e quella Messicana. .

Nella tradizione popolare della festa di Santa Rosa,inoltre, ricoprono un ruolo fondamentale gli aspetti legati alla solidarietà e alla responsabilità che la comunità viterbese concentra in tale periodo. Per questo il progetto intende dare spazio anche al dibattito sul cibo responsabile e civile, in linea con gli obiettivi di Expo 2015. Mantenendo sempre il filo conduttore del riconoscimento dell’Unesco, il progetto darà visibilità all’iniziativa Cucchiaio Blu (realizzato da , Fao e ONU) attraverso l’attuazione di azioni ed eventi per la discussione ed il confronto su questi temi.

Pellegrini sulla via Francigena

Pellegrini sulla via Francigena

Inoltre il comune ha aderito ad altri due progetti l’uno Le grandi vie della Tuscia che vede come capofila il CEFAS  e che si basa sulla progettazione e costruzione di un ambiente digitale web-based  avente come funzione primaria la promozione dell’ offerta turistica della provincia di Viterbo. Più specificatamente il progetto intende fornire ai visitatori della Tuscia uno strumento digitale volto a favorire l’interazione con il sistema degli itinerari culturali ed enogastronomici che si sviluppano lungo le tre direttrici della Via Clodia, della Via Cassia-Francigena e della Via Amerina, individuate quali “vie-simbolo” di altrettanti territori della Tuscia, che si differenziano per caratteri geografici e ambientali, patrimonio storico-culturali, e risorse agricole agricole-termali  ed enogastronomiche e l’altro dal titolo “Etruria is feeling” un importantissimo progetto archeologico di grande valore scientifico e di ricerca  che vede il coinvolgimento della Soprintendenza dell’Etruria Meridionale ed è capitanato dal Comune di Montalto di Castro insieme a tutte le altre piu’ importanti città degli Etruschi del Lazio come Tarquinia e Cerveteri  .

Lo sforzo di questi giorni si è indirizzato infine  anche alla partecipazione ad un bando della Direzione Regionale del Turismo del Lazio  finalizzato alla produzione di materiale turistico per expo’ 2015 nel quale il Comune ha partecipato richiedendo il finanziamento per realizzare una guida per il sistema delle ville e dei giardini storici della Tuscia.

Uno strumento indispensabile che  valorizzerà un intero territorio dal punto di vista storico, culturale e ambientale .Villa Lante a Bagnaia, Il Sacro Bosco di Bomarzo, Castello Ruspoli di Vignanello e Palazzo Farnese saranno pertanto rilette in un quadro unitario per tornare a comprenderne l’originaria interdipendenza e per esaltare le specificità dei luoghi.

Un grande lavoro di  “fundraising” che tutti ci auguriamo dia a breve i suoi frutti, cosi come è stato ad esempio per i fondi arrivati per  il cinema Genio,  una attività, quella di progettazione e di reperimento delle risorse da portare sul territorio, che ha a che fare con la buona amministrazione di un comune  e sulla quale si misura il valore e l’efficienza di una amministrazione e dei suoi Uffici, ai quali va ancora il ringraziamento per il lavoro svolto

Una dimostrazione delle capacità e delle potenzialità dell’amministrazione Michelini che attraverso un  lavoro di squadra  puo’ veramente cambiare verso alla nostra città.

 

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da