13042021Headline:

Chi vuol esser juventino? Provini a Soriano

Martedì prossimo tre osservatori bianconeri valuteranno calciatori nati nel 2001 e 2002

Leonardo Bonucci, un viterbese alla Juventus

Leonardo Bonucci, un viterbese alla Juventus

Juventino per un giorno, e poi magari chissà. Non si mette limite ai sogni, specie a quattordici anni di età. E la maglia bianconera per molti di questi ragazzi è qualcosa in cui credere, giocare, impegnarsi. Per diventare un giorno come Leonardo Bonucci, che proprio partendo da qui ha spiccato il volo ed ha appena festeggiato le duecento presenze con la Vecchia Signora. Ma anche soltanto per crescere in modo sano, facendo sport, stringendo amicizie, imparando l’amicizia e la vita di gruppo. Meglio di tanti altri falsi miti dei tempi, per dire.

Martedì prossimo a Soriano nel Cimino si aprirà una finestra su questo sogno. Ore 15, stadio comunale in fondo sintetico di via del Casalaccio. I padroni di casa della Nuova Sorianese (che milita nel campionato regionale di Eccellenza e che dispone di un eccellente settore giovanile) organizza insieme alla Juventus un provino per i calciatori nati negli anni 2001 e 2002. Un’occasione per mettersi in mostra al cospetto degli osservatori bianconeri: saranno presenti in tre, compreso il responsabile per il centro Italia Rubino. Al loro occhio esperto è affidato il compito di scovare potenziali calciatori utili alle esigenze della casa madre. Una prima scrematura, magari, visto che la prassi in questi casi prevede varie verifiche, e nuovi provini in futuro. Di sicuro comunque si tratta di un buon punto di partenza, per tutti quei ragazzi dotati di mezzi tecnici e fisici notevoli, ma che magari hanno bisogno di essere affidati a tecnici professionisti per esplodere e diventare veri giocatori.

Nella Tuscia sono tanti i ragazzi che hanno spiccato il volo verso settori giovani professionisti. Naturalmente Bonucci, approdato dalla Viterbese al vivaio dell’Inter. Il grottano Federico Viviani, che ha affinato le sue doti da regista di centrocampo nelle giovanili della Roma (ora è al Latina in serie B, e in nazionale under 21). Alessio Provenzano, approdato al Chievo e ora in prestito alla Lucchese. E ancora, le nidiate viterbesi della Ternana e quelle della Lazio, da Tuia a Lombardi. Tutti partiti da provini, anche se è solo la prima tappa di una strada lunga e impegnativa, e non sempre si arriva a destinazione, ma ci si può anche perdere prima.

In ogni caso, martedì allo stadio comunale, ore 15. La società del presidente Torroni avverte che i ragazzi che vorranno partecipare dovranno presentarsi con un documento d’identità, una copia della visita medica e il nulla osta della società sportiva per la quale sono attualmente tesserati. Ulteriori informazioni alla Sorianese (telefono 0761.748344) o al dirigente Santini (347.3658840). E in bocca al lupo a tutti.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da