12122019Headline:

“Firme per l’Andosilla, ora Angelelli non si può tirare indietro”

Civita Castellana: I consiglieri comunali di Fratelli d'Italia incalzano il sindaco

La manifestazione di alcune settimane fa davanti all'Andosilla

La manifestazione di alcune settimane fa davanti all’Andosilla

Il 15 gennaio il movimento Fdi-An di Civita Castellana ha protocollato una petizione con centinaia di firme di concittadini che sollecitano il sindaco Gianluca Angelelli di impegnarsi a richiedere la modifica dell’atto aziendale dell’Ausl VT5, per la salvaguardia dell’ospedale Andosilla, al quale ha dato purtroppo parere favorevole nella conferenza dei Sindaci del 14 novembre scorso.

Il consigliere provinciale, Alberto Cataldi, e i consiglieri comunali, Luca Giampieri e Simonetta Coletta, si stanno battendo da mesi perché ciò non accada. “L’accettazione del sindaco di Civita Castellana, al piano aziendale, prevede un depotenziamento dell’ospedale con la chiusura del reparto di terapia subintensiva e la conseguente impossibilità di compiere interventi più delicati” dichiarano i militanti di Fratelli d’Italia. Il movimento Fdi-An aveva presentato, il 14 novembre, insieme ad altri componenti dell’opposizione, la richiesta di convocazione di un consiglio comunale aperto per affrontare l’attuale grave situazione. “Da allora stiamo ancora aspettando una risposta da parte del sindaco –  aggiungono – Una risposta che non deve dare a noi, ma a tutti quei cittadini che vogliono sapere se il loro ospedale vivrà e potrà crescere anche grazie ai loro sforzi e donazioni”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da