28012020Headline:

Provincia, centrodestra pronto al colpaccio

Il commissario di Forza Italia Ubertini: "Aspettiamo le mosse del centrosinistra"

Il commissario provinciale o di Forza Italia, Claudio Ubertini

Il commissario provinciale o di Forza Italia, Claudio Ubertini

Che se per la sinistra non sarà facile trovare un degno candidato, figuriamoci per la destra. Il riassetto della Provincia (va ricordato, dai primi di aprile si cambia registro) comincia pian piano ad interessare il comparto politico, in toto. Ieri proprio Viterbopost ha interpellato uno dei papabili indiziati a sedere sulla poltrona di presidente, il mancino sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola. Che forse (forse) rappresenta l’uomo giusto, ma magari per la sola corrente sposettiana (o panunziana). Rimarrà pertanto da valutare la volontà degli aficionados di Peppe. Il Fioroni che invece è per logica più vicino a Luciano Cimarello (primo cittadino di Montefiascone). E poi ci sarà da stare a sentire pure i seguaci di Matteo. Per loro, i renziani, il salvatore della patria è (col condizionale) Gianluca Angelelli, Civita Castellana. Insomma, all’orizzonte si sta delineando una guerra a tre. Fredda (come le correnti, del resto). Da giocare a carte scoperte, ma senza inciampi. Che il nemico sta lì alla porta, pronto a soffiare la piazza.
A proposito. Pure volgendo lo sguardo verso destra le cose non è che siano poi così nette e decise. Anche qui diverse anime animano il dibattito e guideranno le scelte verso via Saffi. Si parla di Sergio Caci (Montalto di Castro). Ma anche di Fabio Bartolacci, neo eletto a Tuscania. E volendo, infine, di Piero Camilli (Grotte di Castro). In questo caso però l’ipotesi è da fantapolitica. O fantacalcio, per rimanere in tema.
Cosa ne pensa Claudio Ubertini, commissario provinciale di Forza Italia? “Ancora non abbiamo approfondito l’argomento – attacca – ci si è visti prima delle feste, ma solo in modo informale. Rimandando tutto ad anno nuovo. Ed eccoci. Una settimana o due, e se ne saprà di più”.
Con la sana consapevolezza, dati i numeri, che la sinistra al momento è avanti. “Sono molto avvantaggiati – prosegue – sempre che si presentino compatti però”. E su questo aspetto si gioca gran parte della sua partita il trittico composto da Forza Italia, Nuovo Centrodestra e Fratelli d’Italia. Tant’è che lo Stivale insegna, in posti come a Taranto chi ha litigato prima (stessa fazione) ha perso poi. Permettendo di vincere a coloro che in partenza risultavano invece spacciati. “Siamo alla finestra anche per questo – spiega sempre Ubertini – attendiamo il loro primo passo. Se avranno problemi, saremo pronto ad approfittarne”.
Enunciato sempre al plurale però. Che, tradotto, vuol dire che quest’ala (come l’altra, poi) dovrà marciare congiunta. “Non è mai facile – chiude con ironia – Non lo è nemmeno coi vicini di casa… In questa occasione comunque credo che sarà necessario”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da