13042021Headline:

Viterbese, le pagelle dell’epica rimonta

L'esultanza dei gialloblu (dottor Zucchi compreso) dopo il 3-2 di Saraniti

L’esultanza dei gialloblu (dottor Zucchi compreso) dopo il 3-2 di Saraniti

El partido del siglo, la partita del secolo. E giusto per tenerci bassi. La Viterbese batte la Nuorese (4-2) dopo novanta minuti di colpi di scena e colpi proibiti, rigori e autogol, espulsioni, tocchi d’autore, paure e contestazioni. In vantaggio con Saraniti (che torna al gol con un colpo di testa geniale, alla Saranitovic), i gialloblu si sono fatti raggiungere allo scadere del primo temo su rigore e poi superare in apertura di ripresa. A quel punto sul Rocchi aleggiano i fantasmi di una sconfitta che sarebbe stata gravissima, e chissà se avrebbe fatto saltare la panchina di Ferazzoli. Invece. Invece tra calcioni e decisioni arbitrali discutibili, a dieci minuti dalla fine arriva il pareggio (autogol alla Comunardo Niccolai dell’ex Cagliari, guarda che coincidenza, Jeda Nievese Capucho Qualcosas) e poi ci pensa ancora Saraniti, con una doppietta, a trasformare una domenica bastarda in un tripudio. Lo stadio balla e canta, perché vittorie così sembra che le mandi il cielo, come un segnale.

VITERBESE – NUORESE 4-2

VITERBESE (4-2-4): Fadda; Tuniz, Scardala, Dalmazzi, Costalunga; Assenzio (19st Faenzi), Giannone; Oggiano (30st Morini), Neglia (8st Pippi), Saraniti, Pero Nullo. A disposizione: Zonfrilli, Pingitore, Gimmelli, Varricchio, Pacciardi, Fanasca. Allenatore: Fabrizio Ferazzoli

NUORESE (4-4-2): Nurra; Bonu, Tullio, Boi, Bianchi, Bossa; Pisanu (23st Frongia), Alessandrì A., Cappai, Jeda, Pusceddu. A disposizione: Matzuzi, Deiana, Alessandrì E., Cossu, Buttau. Allenatore: Guglielmo Bacci

ARBITRO: Raciti di Acireale (De Palma – Carrelli)

MARCATORI: 11pt Saraniti, 45pt Pisanu, 6′ Cappai su rig., 37st autugol di Jeda, 44st e 47 st Saraniti

NOTE.Epulsi A. Alessandrì (N) al 41st per doppia ammonizione e Boi (N) al 44st per proteste. Ammoniti: Fadda, Dalmazzi e Oggiano (V), Frongia, A. Alessandrì e Tullio (N) Angoli 5-3. Recupero: 1’pt -. 4 st. Spettatori: 800 circa

LE PAGELLE

Andrea Saraniti, 3 gol alla Nuorese

Andrea Saraniti, 3 gol alla Nuorese

Fadda 5.5 Vola all’ottavo a deviare in angolo, poi lo bersagliano ma con scarsa mira (per fortuna, perché ha il sole contro). Impotente sul gol, poi peggiora la situazione atterrando Pisanu in area e provocando il rigore.

Tuniz 5 Bene in fase di spinta. Sul pareggio di Pisanu diventa Pisolo (quasi un derby) e la colpa del gol è sua. Commovente nel finale, quandon gioca con una ferita allo zigomo: una spremuta di sangue.

Scardala 6 Da duro e che dura contro gli sguscianti Pisanu, Jeda e Cappai.

Dalmazzi 6 La trattenuta su Cappai al 40′ gli costa l’ammonizione e la squalifica per domenica prossima. Ma tranquilli, c’è Varricchio pronto al debutto.

Costalunga 6.5 Giovannona Costalunga è uno dei meno peggio finché la partita è regolare. Si merita la riconferma sul corridio di sinistra.

Assenzio 4.5 Perde la palla del contropiede dell’1-2, ma non è solo quello. E’ che non filtra, non contrasta, non fa gioco. Delusione, come i postumi di una sbronza da assenzio. Burp. (dal 19st Faenzi 7 Nel finale da manicomio lui ci mette la testa e quel suo cuore grande così).

Rocco Giannone, tra i migliori in campo

Rocco Giannone, tra i migliori in campo

Giannone 7.5 Assist particolare per l’autogol in terzo tempo di Jeda, poi colpisce una traversa da una posizione che non è contemplata neanche nel Kamasutra. Nel finale non perde mai la lucidità, accende il radar e trova sempre i compagni.

Oggiano 6 Cose buone e cose meno buone: gioca di prima, ci prova anche a rete (bella una mezza rovesciata nel primo tempo), poi s’appanna come certi parabrezza delle vecchie Seicento.(dal 30st Morini 7 Nel tritacarne finale,serve a spaventare i sardi)

Neglia 6 Grande lavoro sul primo gol, con una veronica in area che fa vedere le farfalle ai difensori sardi. Poi sparisce, e viene riposto nell’apposito contenitore, la panchina. (dal 9st Pippi 7 Vale il discorso fatto per Morini, ma da pronunciare in portoghese. Obrigado).

Saraniti 9 Aperture sontuose, invenzioni deliziose, una corsa continua e mai a vuoto. Torna al gol quando sembra ancora una partita normale: lo fa con un colpo di testa beffardo che galleggia e s’infila nell’angolino basso, mentre lo stadio trattiene il respiro. Lo picchiano, lo maltrattano, lui zitto e gioca. Poi, quando tutto è perduto, forse anche l’onore, mette dentro i due gol del trionfo, e spara la mitraglia sotto la curva. Che il dio del calcio ce lo conservi così, il nostro Saranitovic (e non va neanche a caccia di alci, lui…)

Pero Nullo 5 Anche i peri nullano, nel senso che sbagliano. Il folletto è stanco e non folleggia più, portatelo in manutenzione per riaverlo fresco, perché a vederlo così, senza idee e senza spunti, fa male al fegato peggio di un bourbon del Kentucky.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da