01122020Headline:

Ammortizzatori sociali, più soldi ai lavoratori

Gli aumenti decorrono tutti a partire dal 1° gennaio 2015

Lavoratori in corteo

Ammortizzatori sociali: aumenti per i lavoratori

Aumentano gli importi massimi erogati dall’Inps per gli ammortizzatori sociali destinati ai lavoratori dipendenti. L’aumento decorre dal 1° gennaio scorso, anche se sono stati decisi e comunicati ufficialmente solo qualche giorno fa, e riguarda i trattamenti di integrazione salariale, mobilità, trattamenti speciali di disoccupazione per l’edilizia, indennità di disoccupazione, Aspi (sostituisce l’indennità di disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti normali), mini-Aspi (sostituisce l’indennità di disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti ridotti) e l’importo mensile dell’assegno per le attività socialmente utili.

Cassa integrazione Per retribuzioni fino a 2.102,24 euro, l’importo (al netto della riduzione del 5,84%) è di 914,96 euro, mentre per le retribuzioni superiori è di 1.099,70 euro.Tali importi massimi devono essere incrementati del 20% per i trattamenti di integrazione salariale concessi in favore delle imprese del settore edile e lapideo per intemperie stagionali, e ammontano quindi rispettivamente a 1.097,95 e 1.319,64 euro.

Mobilità A fronte di una retribuzione fino a 2.102,24 euro, l’assegno lordo è pari a 971,71 euro (914,96 euro al netto della riduzione del 5,84 per cento); per le retribuzioni più elevate si sale a 1.167,91 euro lordi (1.099,70 euro netti). Questi importi sono validi anche per la disoccupazione dei lavoratori edili licenziati in base a quanto previsto dalla legge 223/1991, mentre per la cessazione cantiere prevista dalla legge 427/1975, l’importo lordo è di 635,34 euro.

Disoccupazione La retribuzione di riferimento per il calcolo dell’Aspi  e della mini-Aspi è di 1.195,37 euro e le indennità non possono superare i 1.167,91 euro. Gli importi della disoccupazione agricola ordinaria con requisiti normali riferita al 2014 restano uguali a quelli dell’anno scorso.

Assegno per attività socialmente utili L’importo mensile dell’assegno spettante ai lavoratori che svolgono attività socialmente utili è pari, dal 1° gennaio 2015, ad euro 580,14. Anche a tale prestazione non si applica la riduzione di cui all’art. 26 della legge n. 41/86.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da