06102022Headline:

Ilco a Cassino: parte l’era Fanciullo

Alle 18 in Ciociaria l'esordio del nuovo coach in un match delicato

Umberto Fanciullo, all'esordio sulla panchina della Ilco da primo allenatore

Umberto Fanciullo, all’esordio sulla panchina della Ilco da primo allenatore

Perché lo sport è anche un intrigo di coincidenze, come un romanzo russo, oggi la Ilco Stella Azzurra giocherà a Cassino, sul parquet di quella Virtus già incontrata tante volte nella storia recente. Lo scorso anno, in serie C, quando i frusinati furono promossi dalla porta principale e i viterbesi ci riuscirono ai playoff. Quest’anno, nel girone di andata, con due partite rinviate a causa dei danni al PalaMalè (ora il tetto è a posto) e poi finalmente battuta 89-78.

Oggi (palla a due alle ore 18), la trasferta in piedi dell’abbazia (ma si gioca ad Atina) segnerà invece un altro momento significativo per la Stella Azzurra: l’esordio della nuova conduzione tecnica, affidata ad Umberto Fanciullo (già allenatore in seconda) con la collaborazione di coach Ugo Cardoni, uno dei veterani viterbesi della panchina. Il cambio era arrivato in settimana, dopo la sconfitta, l’ennesima, subita al PalaMalè contro la non irresistibile Stella Azzurra Roma, che ha costretto la società a sollevare dall’incarico Fausto Cipriani, il tecnico della storica promozione. Una scelta dolorosa, specie per ragioni umane, e solo in parte mitigata dal fatto che il buon Faustino è rimasto in famiglia, riprendendo l’incarico di responsabile di tutte le squadre giovanili.

Ma il passato è il passato, è oggi i giocatori dovranno dimostrare di aver capito cosa la società pretende da loro: impegno, grinta, serietà per tutti i quaranta minuti. Con l’obiettivo, nelle sette giornate che mancano alla fine della stagione regolare, di mantenere la categoria senza patemi e magari di togliersi qualche soddisfazione. Certo, Cassino è un avversario impegnativo, specie quando gioca in casa, anche se alla fine ha soltanto 4 punti in più della Ilco. Le ultime dall’infermeria: non ci saranno né Fogante né Rogani, infortunatisi in settimana durante gli allenamenti, il primo al volto (due denti saltati) e il secondo al braccio.

Umberto Meschini

Fabio Marcante

Ilco che in settimana ha sorriso grazie alla convocazione di Umberto Meschini, classe 1994, per il raduno e il trial della Nazionale 3 contro 3, che si svolgerà ad inizio marzo a Rimini in preparazione degli Europei di specialità del prossimo giugno in Azerbaigian e del Streetball italian tour per le finali di Coppa Italia. Un po’ di azzurro che fa morale, e la Stella in questo momento ne ha particolarmente bisogno.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da