01122020Headline:

“Imu, un’assemblea e poi tutti in piazza”

Coldiretti convoca gli amministratori per lunedì. Agrinsieme: "Capranica esempio"

Mauro Pacifici ed Ermanno Mazzetti della Coldiretti

Mauro Pacifici ed Ermanno Mazzetti della Coldiretti

Un’assemblea pubblica sull’Imu agricola, il problema grande che attanaglia la Tuscia dopo il decreto del Governo che ne ha ridefinito i criteri e le fasce di esenzione penalizzando alcuni Comuni e cambiando delle classificazioni pluridecennali. Tutti insieme – sindaci, consiglieri regionali e parlamentari viterbesi – convocati da Coldiretti per lunedì mattina (dalle 9.30) nella sala conferenze della Camera di commercio.

“Vista la situazione veramente critica che si è creata è necessario ridiscutere dell’intero impianto normativo. Se dall’incontro non otterremo risposte scenderemo in piazza con una grande manifestazione”, taglia corto il direttore di Coldiretti Ermanno Mazzetti. E il presidente Mauro Pacifici: “La collaborazione dei sindaci è fondamentale perché loro possono svolgere un ruolo fondamentale nella sospensione delle sanzioni e nel ridefinire le aliquote Imu”.

Ferdinando Chiarini

Ferdinando Chiarini di Confagricoltura

Intanto Agrinsieme (Confagricoltura, Confcooperative, Cia e Legacoop), l’associazione che era scesa in piazza martedì scorso per protestare, invita i sindaci a seguire l’esempio virtuoso di Capranica, amministrazione che ha deliberato l’aliquota più bassa d’Italia (4.6 per mille) per l’Imu agricola: “E’ un punto di riferimento – dicono da Agrinsieme – in attesa che il Governo si decida di abolire questa tassa o almeno di ridisegnarla in modo equo su tutto il territorio nazionale. Questo è un balzello che colpisce il territorio della Tuscia impoverendolo e peggiorando ulteriormente la situazione di crisi che in provincia di Viterbo ha già colpito pesantemente i nostri concittadini. E il successo della manifestazione di martedì scorso in piazza del Comune a Viterbo ha fatto sentire forte e chiara la voce degli agricoltori viterbesi, esasperati ormai da provvedimenti sbagliati e ingiusti”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da