06102022Headline:

“Strade provinciali, a marzo si comincia”

Talucci Peruzzi: "Ritardi necessari per le norme sulla trasparenza"

L'assessore provinciale Giuseppe Talucci Peruzzi

L’assessore provinciale Giuseppe Talucci Peruzzi

La necessità di trasparenza comporta ritardi. Si potrebbe sintetizzare così la situazione riguardante i lavori su alcune strade provinciali che ancora non partono, nonostante le gare d’appalto si siano concluse da diversi mesi. “E’ la verità” conferma l’assessore provinciale Giuseppe Talucci Peruzzi, responsabile della materia. Con una serie di chiarimenti opportuni, anzi necessari. “Intanto – spiega – quando le gare furono indette, non ero io l’assessore. Non è una giustificazione, solo un dato di fatto. Nel merito, dico che ci sono le leggi e che vanno rispettate”. I problemi derivano proprio dall’applicazione delle normative sulla trasparenza e sulla correttezza delle gare d’appalto. “In pratica – chiarisce Talucci Peruzzi – quando i ribassi superano un certa soglia, come è avvenuto negli appalti in questione che sono stati aggiudicati con ribassi superiori al 40%, scattano alcune norme di garanzia. Nel senso che la commissione aggiudicatrice ha l’obbligo di chiedere chiarimenti alle ditte vincitrici; queste poi rispondono ma la commissione può rivendicare ulteriori chiarimenti. Un percorso che comporta inevitabilmente tempi lunghi. Tanto più che le aziende vincitrici, a causa del maltempo e delle basse temperature, hanno invocato la clausola di garanzia legata proprio alle condizioni meteo. Sono passaggi burocratici ineludibili che gli uffici della Provincia guidati dal dirigente Pecorelli hanno dovuto compiere. Non era possibile far finta di nulla”.

Ecco spiegati dunque i motivi dei ritardi nell’avvio dei lavori su 7 degli 8 lotti aggiudicati. “Non a caso – aggiunge l’assessore – i lavori sono cominciati solo da parte di una ditta del posto. D’altra parte, chiedere il Durc (Documento unico di regolarità contributiva) all’Inps di Caserta non è la stesso che richiederlo all’Inps di Viterbo… La sintesi politica è che non bisognava arrivare ad aggiudicare le gare in autunno”. Ma c’è una strada per evitare tante lungaggini? “Quando si sceglie la strada del massimo ribasso, no. Io personalmente avrei scelto un’altra opzione, che viene definita ‘taglio delle ali’. Significa semplicemente che, quando si aprono le offerte, vengono tagliate quelle che presentano il ribasso maggiore e quello minore. Di tutte le altre si fa una media e la gara la vince chi si è avvicinato di più a quel dato. L’esperienza dice che comunque si arriva ad aggiudicazioni con ribassi dell’ordine del 30-35%, che non sono poi lontanissimi dai ribassi del 40% come è avvenuto nel caso delle strade provinciali. Si spende qualcosa in più (nell’ordine di 20-30mila euro per appalti come quelli in questione), ma si guadagna tempo. Però, sempre la normativa vigente dice pure che questo tipo di decisioni è di competenza dei dirigenti. La politica, dunque, non può farci nulla”.

Strade provinciali, entro marzo l'inizio dei lavori

Strade provinciali, entro marzo l’inizio dei lavori

L’ultimo aspetto messo in evidenza dalle associazioni di categoria che hanno sollevato la questione, riguarda la richiesta che le forniture di bitume avvengano tramite aziende che operano nel raggio di 50 chilometri. “Capisco l’esigenza, ma non è che possiamo intervenire nel settore della libera concorrenza e l’ho già detto agli interessati. C’è però una semplice considerazione che taglia ogni possibile cattivo pensiero: poiché il bitume va depositato ad una temperatura di 140°, è impensabile che possa essere preso da Benevento o da Genova. E’ chiaro che va acquistato in zona”. D’accordo, ma quando partono i lavori? “A marzo, con le temperature più alte e con i problemi burocratici ormai risolti, si comincia. E poiché i lavori hanno tempi di consegna dai 45 ai 60 giorni, ben prima dell’inizio dell’estate le opere saranno consegnate”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da