27112022Headline:

Al via i lavori del centro sportivo a S. Barbara

Ma sabato nuova manifestazione per la difesa del Parco delle Querce

Alvaro Ricci, assessore ai lavori pubblici

Alvaro Ricci, assessore ai lavori pubblici

Al via i lavori per la realizzazione del centro civico sportivo nel quartiere Santa Barbara, praticamente in contemporanea con la manifestazione in programma sabato prossimo alle 11 per protestare contro la cancellazione del Parco delle Querce.

“Lo scorso 19 marzo sono stati  consegnati i lavori alla ditta che si è aggiudicata l’appalto, per un importo di circa 470mila euro – scrive l’assessore ai lavori pubblici Alvaro Ricci -. La conclusione dell’intervento è prevista entro l’anno. L’impianto sportivo avrà una superficie di circa 730 mq per lo spazio di gioco, oltre agli spazi per le tribune e i servizi. La struttura è destinata a ospitare attività sportive indoor praticabili anche in inverno, quali basket, volley e altre attività ginniche. Un’importante integrazione dell’offerta sportiva del quartiere e soprattutto un altro passo avanti per dotare Santa Barbara di infrastrutture educative e sportive di eccellenza. A questo proposito ricordo l’asilo nido appena terminato, la scuola materna in corso di realizzazione e l’imminente avvio della riqualificazione della pista di atletica”.

Tra qualche giorno saranno installate le strutture di cantiere ed effettuati i tracciamenti  del fabbricato, la cui ubicazione sarà traslata rispetto al progetto originario, fino al limite consentito rispetto al confine con l’adiacente proprietà privata. “Nella realizzazione dell’opera – precisa l’assessore Ricci – sarà garantita la salvaguardia delle piante di quercia esistenti. Le piante di olivo, di cui si prevede l’espianto, saranno invece rimesse immediatamente a dimora nelle aree verdi adiacenti la futura palestra. Il centro civico sportivo sorgerà nella zona dedicata a servizi di quartiere, così come previsto dal piano urbanistico e quindi del tutto in linea con le previsioni originarie dell’area. La struttura costituirà una risorsa importante per i ragazzi e le scuole. L’amministrazione, a questo proposito, assicurerà un utilizzo agevolato per queste due categorie”.

La piantina del progetto

La piantina del progetto

Posizione non condivisa dal gruppo quartiere Santa Barbara che  ad un anno dalla prima manifestazione (e dalla petizione cittadina non ancora discussa in consiglio comunale)  torna a chiedere “ancora una volta, una presa di posizione di tutti per la non eliminazione del Parco delle Querce, inaugurato nel 2010, con luci e stradina di passaggio e con la promessa di ampliarlo. Invece, il progetto della passata amministrazione, datato 2012 e ripreso dalla giunta di Michelini, prevede la cancellazione del parco e la realizzazione di una palestra, quasi sicuramente a gestione privata”. “Chiediamo a questa Amministrazione un atto civile di responsabilità che vada realmente a favore del quartiere, per impedire, in questo caso, un ulteriore scempio con spreco di fondi pubblici di beni pubblici – sottolineano dal gruppo quartiere Santa Barbara –. La valorizzazione di un territorio avviene mantenendo i parchi pubblici non certamente promuovendone l’eliminazione. Se una questione è stata affrontata superficialmente, se si sono fatti errori di valutazione, perché, ancora una volta, non si è tenuto conto delle vere esigenze di noi cittadini, ciò non vuol dire che non si possa porvi rimedio. Chiediamo una presa di posizione di tutti gli abitanti del quartiere e di coloro che hanno a cuore le sorti del Parco e li invitiamo a ritrovarci, tutti insieme, per far sentire, con la nostra presenza, che ci siamo, che viviamo e teniamo al nostro quartiere e alla nostra città”.

Per quanto riguarda gli aspetti economici, l’assessore ai lavori pubblici di Palazzo dei Priori fa presente che “l’utilizzo del finanziamento ministeriale per la realizzazione del centro sportivo è stato espressamente autorizzato dal Ministero delle Finanze nel giugno dello scorso anno, dopo una complessa istruttoria e dopo che, a causa degli elevati costi di esproprio necessari alla realizzazione dell’originario progetto del campo sportivo e dei campi da tennis, il Comune aveva rischiato seriamente di dover restituire il finanziamento allo Stato”. “Oggi quel finanziamento costituisce una importante risorsa per il quartiere – conclude l’assessore Ricci – non solo per la qualità e la valenza della struttura in progetto, ma anche perché destineremo i ribassi conseguiti in gara alla valorizzazione del verde pubblico adiacente la palestra; area che verrà attrezzata con strutture ludiche e sportive, per migliorarne le condizioni di fruibilità”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da