27112022Headline:

I moderati si spaccano su Salvini leader

Gasparri: "Meroi è un pessimista storico". La replica: "No, sono un realista razionale"

Il senatore Maurizio Gasparri (Forza Italia)

Il senatore Maurizio Gasparri (Forza Italia)

Salvini sì, Salvini no. La possibile guida di una futura coalizione di centrodestra affidata al leader della Lega spacca i moderati viterbesi. Nella convention di Forza Italia dell’altra sera, l’ipotesi era stata bocciata senza appello: “Non può essere un estremista a rappresentarci e a raccogliere voti tali da contrastare Renzi”. Ipotesi invece abbracciata convintamente da Marcello Meroi che proprio nel capo leghista individua la persona giusta per coagulare consensi ed entusiasmi, in verità piuttosto appannati negli ultimi tempi. “E’ un leader spendibile – sentenziò sulle colonne di Viterbopost il presidente della Provincia –  che dice cose condivisibili su temi concreti e assai sentiti dai cittadini come tasse, immigrazione, sicurezza”.

Il senatore Maurizio Gasparri che pure di Meroi è amico da lungo tempo, oltre a condividerne la comune origine missina, non è d’accordo: “Marcello – sottolinea – è un pessimista storico. Non possiamo presentarci con Salvini leader, con il quale ho comunque buoni rapporti, perché perderemmo irrimediabilmente tutto il voto moderato”.

A stretto giro di posta la controreplica del capo di Palazzo Gentili: “Io pessimista storico? Può darsi… Ma penso di essere soprattutto un realista razionale. E’ vero, Salvini dice le parolacce durante i comizi, ma pone problemi seri. E’ vero anche che il nostro tradizionale blocco di riferimento è fatto di moderati, ma oggi proprio queste perone sono diventati i più estremisti. Sull’ordine pubblico, sulle tasse che strangolano le imprese, sul fatto che prima non si arrivava alla quarta settimana e che adesso si fa fatica ad arrivare a metà mese, sui diritti negati agli italiani a favore magari degli immigrati, Salvini a mio avviso non ha affatto torto. La gente lo segue e i sondaggi lo danno in costante crescita. Questi sono fatti, non opinioni”.

Il presidente della Provincia Marcello Meroi

Il presidente della Provincia Marcello Meroi

“E di tutto questo si è accorta anche Giorgia Meloni – conclude Meroi – che infatti partecipa alle manifestazioni leghiste, abbracciando in toto le posizione salviniane. Fratelli d’Italia fa fatica ad arrivare al 4%, la Lega è accreditata del 16-17% e forse anche di più. E Forza Italia credo che faccia fatica oggi a raggiungere il 15%. E allora di che si parla? Caro Maurizio, con molto affetto e altrettanta amicizia dico che ti sbagli. Al momento è Salvini l’unica speranza di giocarcela contro Renzi”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da