08122021Headline:

Trasversale, una mozione non fa primavera

La Camera "impegna" il Governo a completare la Orte-Civitavecchia: aspetta e spera

Mazzoli in aula

Mazzoli in aula

La Camera ha approvato martedì scorso la mozione presentata dal Partito democratico – e discussa in aula la scorsa settimana dal deputato viterbese Alessandro Mazzoli – che impegna il Governo al completamento della trasversale Orte-Civitavecchia, l’opera strategica che buona parte del centro Italia (Tuscia in primis) attende da una quarantina d’anni e che al momento è monca. Perché 15 chilometri non esistono, mentre altri 6.6 chilometri sono stati affidati dalla Regione all’Anas ma ancora non sono partiti i lavori.

L’approvazione della Camera, tuttavia, è soltanto un timbro formale, che cambia di pochissimo – se non di nulla – la situazione. Ora dovrebbe essere il Governo a “verificare” la possibilità di completare la superstrada, e qualora riuscisse a farlo, a trovare i finanziamenti necessari. Come dire: la superstrada dell’inferno è lastricata di buone intenzioni. Perché di soldi, l’Esecutivo, ha già dimostrato di volerne mettere pochi nelle infrastrutture, e la dimostrazione è arrivata con lo stralcio di decine di progetti dal Def (Documento economico e finanziario) approvato venerdì scorso, dal quale tra l’altro sono uscite realtà ben più grandi (e importanti) della Orte-Civitavecchia come la Tirrenica e la Orte-Mestre (assi viarie propedeutiche se non fondamentali al completamento della trasversale), per non parlare della Pontina. Insomma, tra l’approvare e il fare c’è di mezzo tanta incertezza, sui modi, i tempi e i soldi.

Mazzoli tuttavia resta fiducioso: “La Trasversale è un’opera fondamentale per lo sviluppo dei territori che attraversa. La Camera ha recepito l’importanza del suo completamento e siamo certi che il Governo farà altrettanto, stanziando le risorse necessarie per la realizzazione dell’ultimo tratto di 15 km, in base al progetto che l’Anas sta ultimando”.

Così come ci sarebbe sempre la possibilità, ventilata dal presidente dell’autorità portuale di Civitavecchia Pasqualino Monti (che avrebbe tutto l’interesse per un rapido completamento dell’opera, vista l’apertura del nuovo terminal merci), di coinvolgere gli investitori privati. I quali, a dire dello stesso Monti, sarebbero disponibili a finanziare un progetto meno oneroso di quello ipotizzato per veder finalmente realizzato questo collegamento che avvicinerebbe Civitavecchia al nodo strategico di Orte.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da