03072022Headline:

Strani riti: siamo ai Cappuccini o ai Caraibi?

Chicchi di mais, monete e sigarette fumate: qualcuno pensa al vodoo o alla santerìa

Il curioso recipiente trovato in via Piave

Il curioso recipiente trovato in via Piave

“E questo cos’è?”. Se lo sono domandati in molti, tra gli abitanti di via Piave, una zona tranquilla del quartiere Cappuccini. Se lo sono chiesto l’altra mattina, quando si sono trovati di fronte questa bizzarra composizione. Un contenitore pieno di chicchi di granturco. Delle tartine di una strana salsa con una moneta come “guarnizione” e, al centro, una cicca di sigaretta fumata.

Uno scherzo, anche se è difficile capirne il significato? Un originalissimo portacenere? Oppure qualcos’altro? Molti dei cittadini sono convinti che si tratti di un qualche rito esotico (non esoterico, che è un’altra cosa). Magari una pseudoreligione caraibica: vodoo haitiano o domenicano, o santerìa cubana, o altre sette caraibiche. Una convinzione che non sembra campata in aria, visto che negli appartamenti della zona risiedono diverse persone o famiglie che provengono proprio dal centro e dal Sud America.

“In passato abbiamo anche trovato diverse volte dei chicchi di riso sparsi fuori dalle case, come quelli che noi lanciamo in occasione dei nostri matrimoni – racconta una signora – Anche se qui non c’era stata nessuna cerimonia di nozze..”. Alcuni abitanti sono andati a cercare su internet cosa significasse la particolare composizione ritrovata mercoledì mattina, ma senza troppa fortuna: “Magari serve per scacciare il malocchio, o è un rito di fertilità… Vai a capire. Io comunque a queste cose non ci credo”, dice un ragazzo.

Non c’è paura né preoccupazione, soltanto stupore per certe usanze mistiche e pagane arrivate da Oltreoceano fino a qui, in un tranquillo quartiere residenziale di Viterbo.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da