08122021Headline:

Viterbese sperimentale, l’Ancona “Bussi” 2 volte

Una doppietta dell'attaccante elimina i gialloblu dalla Coppa Italia

L'ingresso in campo delle due squadre

L’ingresso in campo delle due squadre

Pure il 2 agosto il calcio è sempre lo stesso rito, la solita messa inglobata dentro una bolla di caldo. Ancona batte Viterbese 2-0, ma Viterbese più che dignitosa, piacevole quasi al punto di non far rimpiangere al pubblico salito dal mare – calzoncini corti e infradito, abbronzature in costruzione – per vedere questo turno preliminare di Coppa Italia Tim (“Timme”, secondo la pronuncia locale). Per la domenica alla Pescia Romana, per il bagnetto al lago sotto Montefiascone, c’è ancora tempo, specie coi gialloblu eliminati dalla competizione e dunque esonerati dal turno successivo contro il Livorno. A proposito, ieri in tribuna c’era pure Cristian Panucci, che dei labronici è l’allenatore e che s’era venuto a studiare la prossima avversaria.

Christian Panucci, allenatore del Livorno, ieri allo stadio Rocchi

Christian Panucci, allenatore del Livorno, ieri allo stadio Rocchi

Che sarà l’Ancona, allora, cinica e brava a trasformare in gol quei momenti di distrazione o degli stessi avversari (in occasione della prima rete, quando Roversi e Fé si erano appena mangiati la rete del vantaggio a porta vuota) o della terna arbitrale, come per il raddoppio, con un fuorigioco che forse c’era e per il guardialinee no. Morale: doppietta di Bussi e titoli di coda, ci rivediamo dopo Santa Rosa.

Ma fa caldo, e non siamo qui per parlare di cose troppo tecniche. Parliamo di tutto il resto, della squadra giovanissima messa in piedi da mister Sanderra secondo un 5-3-2 sperimentale, con un terzino (D’Alessio) a centrocampo, Nohman inizialmente in panchina perché reduce da una settimana di allenamenti nel privée, e una marea di convocati all’ultimo momento dalla Juniores perché per i tornei professionistici servono almeno 20 atleti, e la Viterbese all’inizio voleva presentarsi in 17, alla faccia della scaramanzia.

Di questa squadra giovane e ribalda sono piaciute parecchie cose. I voli di Pini tra i pali, for example, che consentono di aspettare il rientro di Zonfrilli con tranquillità. Tranquillità e Pace, come l’omonimo centrocampista di scuola Lazio: non ha neanche disfatto la borsa e già ha preso possesso del settore nevralgico con un piglio mica male, direttive chiare, e anche qualche strigliata ai compagni. Bueno. Così come in quella zona s’è fatto notare un altro pischello, quell’Adessi dalle movenze che rubano l’occhio e dalla tecnica non appresa certo al Cepu, ma in ben altre scuole. Questo è quanto, in sostanza.

L'allenatore della Viterbese Stefano Sanderra

L’allenatore della Viterbese Stefano Sanderra

Poi c’è il resto, c’è il colore e il sudore. C’è l’applauso devoto all’arrivo del Comandante Camilli nel recinto dei vip rientrato dall’isola per l’occasione. C’è il solito tifoso che in tribuna centrale prende a male parola una coppia anconitana di mezza età: bellissima figura, bellissima pubblicità alla Tuscia, complimenti; poi uno dice il marketing territoriale. C’è la sensazione strana di vedere il quarto uomo con un affare in mano per chiamare l’arbitro, e il tabellone con scritto “Lega Pro”. E il pensiero corre alla domanda di ripescaggio, che verrà discussa martedì dai papaveri federali. Chissà se la Viterbese ci rientrerà (più no che sì), chissà come cambieranno i programmi della società in base a quel verdetto. Di certo, la squadra di ieri era soltanto un piacevole esperimento (o una serie di). Da domani Sanderra – pure allontanato dalla panchina per ragioni che sfuggono all’umana compresione – comincerà a plasmare la vera Viterbese. Con rinforzi vecchi e nuovi che hanno già impostato la destinazione sui loro Tom tom di fiducia.

VITERBESE – ANCONA 0-2

VITERBESE (5-3-2): Pini, Perocchi, Dalmazzi, Scardala, Pacciardi, Fè (dal 12’st Nohman), Addessi, Pace, D’Alessio (dal 16’ st Ansini), Boccardi, Roversi (dal 34’st Faenzi). Allenatore: Sanderra. A disposizione: Equitani,, Ghezzi, Cuccia, Condemi, Fioretti, Martinelli.

ANCONA (4-3-3): Lori, Pandolfi, Cazzola, Hamlili, Konatè, Mallus, Casiraghi, Adamo (dal 10’st Bambozzi), Cognini, Morbidelli (dal 18’st Paoli, dal 23’ Genovese), Bussi. Allenatore: Cornacchini. A disposizione: Polizzi, Baricaro, Speranza, Salciccia, Maiorano, Martignoli, Fabrizzi.

ARBITRO: Ranaldi di Tivoli (Fabbro e Santoro)

MARCATORI: 53’ Bussi (Ancona), 78’Bussi

NOTE: Dalmazzi e Nohman (V), Genovese (A). Allontanato nel secondo tempo l’allenatore della Viterbese Sanderra.  Angoli: 4-8.  Spettatori: 600 circa. Recupero: 1pt 4st

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da