13042021Headline:

Ati l’etrusca a spasso per Expo

Il ministro Martina, i presidenti di Regione e gli amministratori locali per gli Etruschi

La necropoli di Norchia, uno dei gioielli etruschi a Viterbo

La necropoli di Norchia, uno dei gioielli etruschi a Viterbo

EEE, ma non si tratta di un annuncio pubblicitario. L’acronimo piuttosto indica l’evento di oggi: Experience Etruria ad Expo. Alle ore 12, nello spazio permanente della Regione Lazio all’interno del padiglione Italia, ci sarà la presentazione ufficiale del progetto che coinvolge 18 comuni e città tra Lazio, appunto, Umbria e Toscana e che ha come tema gli Etruschi – storia, tradizioni, cultura – e di riflesso anche gli argomenti che hanno ispirato e che continuano ad alimentare l’esposizione universale milanese. Dunque la natura, l’acqua, i boschi, dunque il cibo, il vino. Come a dire: tremila anni fa queste cose già mandavano avanti il mondo, e c’erano popoli che le sapevano declinare al meglio, tanto da servire da ispirazione ai parenti più prossimi (vedi i Romani) e, se vogliamo, anche ai posteri. Cioè noi, e i nostri figli.

Il sindaco Michelini e la vice Luisa Ciambella

Il sindaco Michelini e la vice Luisa Ciambella

A quattro mesi di distanza dall’avvio del progetto, dopo l’idea della vicesindaco di Viterbo Luisa Ciambella e del suo collega di Orvieto (le due “vecchie città” sono le capofila), l’appoggio fondamentale del ministro dei Bene artistici e culturali Franceschini, il sostegno delle Regioni e delle Sovrintende coinvolte, la collaborazione – con ruoli diversi – del deputato Fioroni, della Fondazione Carivit, dell’Ufficio turistico regionale, oggi si va a Milano. Con alle spalle già tanti appuntamenti sul tema (a Viterbo per esempio due mostre, In alto i kantharoi ed Etruschi in 3D, moltissimi altri eventi negli altri centri coinvolti) e una novità, il filmato completo, di 20 minuti, in animazione 3D, realizzato in collaborazione con il Cineca.

Protagonista, Ati (che vuol dire mamma), una fanciulla etrusca che gira per le antiche città costruite e abitate dalla sua gente, e che accompagna lo spettatore, il turista, l’interessato, in un viaggio nell’Italia centrale di tanti secoli fa.
A fare gli onori di casa, il ministro dell’Agricoltura, con delega ad Expo Maurizio Martina. Ci saranno Rossi, Marini e Zingaretti, vale a dire i presidenti delle tre Regioni interessate. E ancora, gli amministratori dei 18 Comuni protagonisti: per Viterbo, oltre al sindaco Michelini, anche la vice Ciambella e l’assessore Barelli (oltre al presidente della Fondazione Carivit Mario Brutti). Nella Tuscia i centri coinvolti sono anche Bolsena, Canino, Montalto di Castro, Tarquinia e Tuscania. Nelle altre regioni: Grosseto, Manciano, Scansano, Castiglione della Pescaia, Chiusi, San Casciano dei Bagni, Sarteano, Montepulciano, Murlo e Orvieto.

Il ministro delle Politiche agricole e forestali Maurizio Martina

Il ministro delle Politiche agricole e forestali Maurizio Martina

“Le nostre radici comuni, la nostra storia, ci ha dato lo spunto – ribadisce Luisa Ciambella – Expo ci ha dato un’opportunità unica. Ma la sfida è quella di sfruttare questa collaborazione territoriale, extraregionale, anche per il futuro, non solo sui temi turistici e culturali ma anche per mettere a sistema le diverse realtà”.

La diretta della presentazione sarà visibile in streaming sia sul portale www.experienceetruria.it, sia su www.visit.viterbo.it e naturalmente su Viterbopost, nel riquadro in alto a destra. Copertura anche sui social.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da