02032021Headline:

“Ceramica, dal Cersaie segnali di dinamismo”

Il presidente della Camera di commercio dopo il tradizionale salone di Bologna

Domenico Merlani, presidente della Camera di commercio

Domenico Merlani, presidente della Camera di commercio

Un moderato ma fiducioso ottimismo. È la convinzione diffusa raccolta tra gli espositori delle aziende della Tuscia partecipanti alla 33a edizione del Cersaie, il Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredo bagno che si è concluso venerdì scorso al Quartiere fieristico di Bologna. Ben 872 espositori, di cui 319 aziende straniere provenienti da 39 nazioni differenti: dall’Argentina al Giappone, dal Regno Unito agli Emirati Arabi Uniti, da tutti i paesi europei agli Stati Uniti per arrivare fino al Vietnam.

È nel padiglione dell’Arredo bagno che si è concentrata la presenza delle imprese provenienti per lo più dal distretto della ceramica di Civita Castellana, che detiene la leadership nazionale del settore. Marchi di primissimo piano che propongono design e manufatti di qualità, rappresentando il made in Italy nel mondo. Lavabi, sanitari, vasche, piatti doccia, accessori e mobili da bagno: ce n’è davvero di tutte le forme, colori e materiali tra tradizionali, hi tech o ecosostenibili.

“Dopo anni segnati da fatturati col segno meno – dice Domenico Merlani, presidente della Camera di Commercio Viterbo – ho colto parlando con alcuni nostri imprenditori un nuovo entusiasmo. Sul fronte estero, anche se il mercato russo sta attraversando una fase di appannamento, ormai l’internazionalizzazione è diventata globale raggiungendo anche i Paesi più lontani, senza per questo trascurare il contesto europeo in netta ripresa. Al tempo stesso negli Stati Uniti, mercato complesso a causa di una normativa specifica, si stanno aprendo nuovi filoni molto interessanti. Così come in ambito nazionale, dove l’edilizia è da tempo stagnante e le opportunità derivano per lo più dalle ristrutturazioni, si nota un nuovo dinamismo che potrà consolidarsi e crescere se saranno abolite le tasse sulla casa e saranno concesse agevolazioni a chi privilegia l’efficienza energetica e idrica. Inoltre le imprese del Distretto reputano non più rinviabile la riduzione del carico fiscale per le aziende energivore. Insomma, un’edizione del Cersaie molto importante, grazie anche a un’affluenza di visitatori selezionati e mirati”.

Ceramiche di Civita Castellana

Ceramiche di Civita Castellana

Per la provincia di Viterbo quest’anno erano presenti al Cersaie: Flaminia, Simas, Alice Ceramica, Art Ceram, Axa One, Ceramica Tecla, Colavene, Hidra (Civita Castellana); Azzurra Sanitari, Globo Ceramica (Castel Sant’Elia); Catalano, Ceramica Ala, Ceramica Cielo (Fabrica di Roma); Disegno Ceramica, GSI (Gallese); Galassia (Corchiano); Gruppo 3 S (Nepi); Stilhaus (Viterbo).

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da