25022021Headline:

La via Francigena è meglio in mountain bike

L'impresa dell'Etruria sport country: 115 chilometri da Palazzo papale a S. Pietro

La partenza da Viterbo a piazza San Lorenzo

La partenza da Viterbo a piazza San Lorenzo

Da Viterbo a Roma, lungo quella strada senza tempo e con tanta storia che si chiama Via Francigena. Ma non a piedi, nessun pellegrinaggio: quelli dell’Etruria sport country – associazione locale che fa dell’attività sportiva e della valorizzazione del territorio i suoi obiettivi principali – li hanno percorsi sulle loro mountain bike. Pedalando e pedalando, tra boschi e campagne, senza evitare le buche più dure (alla faccia di Battisti e Mogol…), salite e discese.

Già i punti scelti per la partenza e per l’arrivo lasciano intuire che tipo di esperienza possa essere: il via da piazza San Lorenzo, Viterbo, sotto il Palazzo dei papi. L’arrivo a Città del Vaticano, piazza San Pietro, all’ombra del cupolone. E in mezzo, quasi cento chilometri di bellezze storiche e naturalistiche: le torri di Orlando, il mitreo di Sutri, le cascate del Treia, il parco di Veio. Poi, l’ingresso Trionfale (nel senso dell’antica via che percorrevano gli imperatori di ritorno da altri tipi di campagne, quelle militari), Ponte Milvio per la classica foto ricordo (non per l’happy hour) e poi, al tramonto, piazza San Pietro (“col gruppo compatto”, ci tengono a sottolineare i partecipanti.

Una sosta alle cascate del Treia

Una sosta alle cascate del Treia

“Come nello spirito dell’associazione, non solo sport, non solo turismo, non solo natura, non solo sfida, non solo squadra… Ma tutto questo e tutto insieme. Tutti insieme. Quindici di noi, dalla partenza all’arrivo, sempre compatti – ribadiscono da Etruria sport country – Un po’ di fortuna…una bellissima giornata (solo un po’ fredda in partenza),  tutto liscio, poche pochissime forature, il navigatore sempre perfetto.

Ma soprattutto complimenti all’organizzazione. Tutto ben programmato e pensato, dal percorso alle soste, per anticipare fame e sete e stanchezza”.

Qualche dato: il gruppo era composto da quindici bikers, che hanno percorso un totale di 115 chilometri, per 1400 metri di dislivello complessivi.

Foto ricordo a Ponte Milvio

Foto ricordo a Ponte Milvio

“Un’impresa lunga e faticosa, che in molti non avrebbero creduto possibile – dicono ancora – Anzi, qualcuno l’ha definita una cosa da matti. E invece noi vorremmo farla diventare una vera e propria classica. E per l’anno prossimo contiamo di essere in 150 al via”. Anche perché l’anno prossimo saremo in pieno Giubileo della misericordia, e la Via Francigena sarà la strada principale per raggiungere Roma in modo particolare. Anche in sella ad una mountain bike.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da