13042021Headline:

Riaprire la ferrovia serve anche a Terni

Il comitato per la CIvitavecchia-Capranica-Orte scrive al primo cittadino umbro

Il sindaco di Terni Di Girolamo e quello di Rieti Petrangeli

Il sindaco di Terni Di Girolamo e quello di Rieti Petrangeli

Il coordinamento dei comitati e associazioni in continuazione dell’attività che svolge a favore della mobilità ferroviaria del Centro Italia e per essere di supporto alle amministrazioni locali che hanno ben compreso l’importanza di ciò anche e soprattutto attraverso la riapertura della linea ferroviaria Civitavecchia Capranica Orte ha inviato al sindaco e alla giunta comunale di Terni la seguente richiesta d’incontro.

“Egregio sindaco, egregi assessori,
riteniamo sia a voi noto quanto i comitati che fanno parte del coordinamento si siano impegnati nel tentativo di far comprendere alla politica l’importanza del riassetto territoriale del Centro Italia per la creazione di sviluppo economico, in particolare attraverso la mobilità ferroviaria e quindi per la riapertura della linea ferroviaria Civitavecchia Capranica Orte.
Sappiamo della iniziativa Civiter e del protocollo d’intesa sottoscritto dal vostro Comune con i Comuni di Viterbo, Civitavecchia e Rieti per la creazione di iniziative culturali, che riteniamo sia un primo passo per lo sviluppo integrato dei territori che può realmente concretizzarsi con la realizzazione dell’area Tuscia Etruria Umbria, che come comitati da tempo proponiamo.
Abbiamo più volte tentato di far comprendere ad amministratori e istituzioni centrali l’importanza di tale creazione, che passa senz’altro anche dalla piena funzionalità della viabilità stradale e ferroviaria.
Ben venga allora il completamento della Trasversale stradale o Superstrada, ma ben più importante e sicuramente più produttiva sarebbe stata ed è la scelta della riapertura al traffico merci e viaggiatori della linea ferroviaria Civitavecchia Capranica Orte, che permette il congiungimento del mar Tirreno al mar Adriatico, il congiungimento ferroviario del Porto di Civitavecchia con l’ Interporto Centro Italia, lo sviluppo pieno e completo della mobilità trasversale. Mai veloce e facilitante come la ferrovia che in poco più di un’ora potrebbe congiungere Civitavecchia con Terni.
L’importanza di questa ferrovia è stata dichiarata più volte dalla politica e sono state anche prese iniziative in merito. (Fra queste il nuovo progetto finanziato dalla Ue, dalla Regione Lazio, dal Porto di Civitavecchia e dall’Interporto di Orte). La riapertura della tratta ferroviaria Civitavecchia – Capranica – Orte, potrebbe essere fatta in brevissimo tempo e con pochi finanziamenti.
Ma sono veramente interessati i politici italiani alla realizzazione di tutto questo o preferiscono attardarsi, e continuare a sostenere la politica del trasporto su gomma, mentre tutto il mondo, per limitare ad esempio i disastri ambientali, da tempo ha preferito favorire la mobilità di merci e viaggiatori sulle rotaie?

Una suggestiva immagine della ferrovia Civitavecchia-Capranica-Orte

Una suggestiva immagine della ferrovia Civitavecchia-Capranica-Orte

La questione trasporti è il punto vero per lo sviluppo del Centro Italia. Da sempre la politica si dice d’accordo, ma dimostra di non essere conseguente e spesso effettua azioni opposte che allontanano la realizzazione delle buone intenzioni.
Le vostre recenti prese di posizione diffuse dalla stampa dimostrano che la vostra amministrazione ha a cuore lo sviluppo sociale ed economico della città di Terni e del comprensorio, che catturando il turismo qualificato dei crocieristi ha tutto da guadagnare. Abbiamo apprezzato le vostre proposte, che riteniamo possano collimare con le nostre.
Per questo motivo siamo a chiedervi un incontro per approfondire e studiare insieme iniziative possibili, perché vengano decisamente fatte proprie dalle Regioni Umbria e Lazio e dal Governo italiano.
In attesa di una vostra risposta. Cordiali saluti”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da