02032021Headline:

Terra di Tuscia, prova di incorniciare

La Stella Azzurra si inchina al Palestrina (71-62), ma gioca la partita più convincente

Valerio Marsili, grande prestazione contro il Palestrina

Valerio Marsili, grande prestazione contro il Palestrina

CITYSIGHTSEEING PALESTRINA – TERRA DI TUSCIA VITERBO 71-62

Palestrina: Bisconti 4, Rischia 18, Rossi 18, Pierangeli 7, Pozzi 10, Molinari 6, Pecetta, Brenda, Stirpe, Gagliardo 8. Coach: Lulli

Terra di Tuscia: Peroni 11, Mathlouthi 10, Marsili 16, Giancarli 8, Marcante 6, Cianci 3, Ndiaye 6, Georgiev, Rovere 2, Casanova ne. Coach: Fanciullo.

Arbitri: Praticò di Reggio Calabria e Scarfò di Palmi

Note: parziali 23-22, 37-30, 49-52. Tiri da 2: Pa 17/31, Vt 21/38; tiri da 3: Pa 8/25, Vt 4/24; tiri liberi: Pa 13/15, Vt 8/12. Rimbalzi: Pa 32 (6 o, 26 d), Vt 34 (8 o, 26 d). Usciti per 5 falli Bisconti e Peroni.

La più bella partita della stagione si chiude con una sconfitta che non scalfisce di un’oncia una prestazione da incorniciare: la Terra di Tuscia Viterbo si inchina al Palestrina, ma dà filo da torcere per tre tempi e la parte iniziale dell’ultimo quarto prima di ammainare il vessillo. Il punteggio (71-62) non rispecchia il reale andamento della gara che resta in equilibrio a lungo, anzi all’ultimo mini intervallo la formazione viterbese arriva addirittura in vantaggio (49-52) e se fosse entrata una bomba di Rovere a 2″ dalla sirena il margine sarebbe stato ancor più ampio e chissà come sarebbe andata a finire…

Ma il basket è scienza esatta e dunque con i “se” e con i “ma” non si va da nessuna parte. Resta invece una prova di assoluto valore contro una delle compagini più quotate dell’intero girone: la Terra di Tuscia, come si diceva, resta incollata all’avversario nei primi 10′ chiusi appena un punto sotto, paga dazio nelle seconda frazione dove comunque limita i danni (37-30) e poi piazza, al rientro dopo il riposo lungo, un allungo strepitoso che non solo permette di recuperare l’handicap ma anche di mettere il naso davanti. Palestrina pressata in ogni angolo del parquet appare confusa, ma è composta da giocatori esperti: al rientro per l’ultima fase decisiva, comprende che con questa Stella Azzurra non si può proprio scherzare e approfittando di un inevitabile calo fisico piazza l’allungo determinante.

Stavolta non c’è più la forza per risalire ancora. Marsili continua ad imperversare (chiude con 16 punti, migliore dei suoi, e altrettanti rimbalzi) costringendo il temuto Bisconti ad una magrissima figura. E stavolta si vede pure un ottimo Ndiaye che in poco più di 9′ in campo piazza 6 punti pesantissimi e sradica due ottimi rimbalzi in attacco. In doppia cifra anche Peroni (11) e Mathlouthi (10) che però non brillano nelle percentuali di tiro. Tra i padroni di casa strepitosi Rischia e Rossi (18 punti a testa).

E adesso c’è una settimana intensa per prepararsi allo scontro interno di domenica prossima: al PalaMalè arriva la Luiss Roma, la rivale di sempre.

 

 

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da