25022021Headline:

Un Giubileo di sapori coi mercati Coldiretti

Cinquecento punti vendita in tutta la regione per pellegrini e turisti

Uno stand di Campagna Amica Coldiretti

Uno stand di Campagna Amica Coldiretti

In occasione dell’anno giubilare della Misericordia saranno attivi i circa 500 punti di vendita diretta degli agricoltori di Coldiretti sparsi sul tutto il territorio regionale, e i 39 mercati di vendita diretta della capitale, per garantire un’accoglienza nel segno della qualità del prodotto, dell’equità e della trasparenza.

A due mesi esatti dall’inizio del Giubileo della Misericordia, la Coldiretti Viterbo è pronta a mettere in campo tutte le proprie risorse umane ed imprenditoriali diffuse sul territorio provinciale per affrontare nel segno della trasparenza, della qualità, dell’equità e della sobrietà, l’imminente appuntamento giubilare.

“Vogliamo che i nostri siano i mercati dell’accoglienza, a questo stiamo lavorando, a presidi con punti informativi dedicati ai pellegrini che seguano lo stesso codice etico delle nostre cooperative e diventino luoghi di riferimento anche a livello sociale. Roma è la città delle Pmi ed è fondamentale che le nostre imprese ricevano il sostegno necessario per non sprecare questa grande occasione di crescita economica”. Così il presidente di Coldiretti Roma, David Granieri, a chiusura dell’incontro “Giubileo e legalità” svoltosi venerdì al tempio di Adriano, in Piazza di Pietra a Roma, al quale hanno partecipato Alfonso Sabella, assessore alla Legalità di Roma Capitale; Marta Leonori, assessore a Roma Produttiva di Roma Capitale; Gian Carlo Caselli, presidente del comitato scientifico Fondazione contro le agromafie; monsignor Liberio Andreatta, vicepresidente dell’Opera Romana Pellegrinaggi; Stefano Toschei, segretario generale del consiglio Regionale del Lazio.

Il direttore di Coldiretti Ermanno Mazzetti

Il direttore di Coldiretti Ermanno Mazzetti

Dal Giubileo potrebbe anche venire un effetto positivo sull’occupazione, considerando che l’appuntamento del 2000 portò ad un calo del tasso di disoccupazione di un punto percentuale rispetto all’anno precedente. “Ovviamente, ci aspettiamo che dalla vicina Capitale, a Viterbo si riverserà un gran flusso di turisti e pellegrini attratti dalla bellezza e dall’importanza di quella che, non dimentichiamo, è famosa anche come “città dei Papi” per questo stiamo già lavorando per valorizzare al meglio le nostre terre”, ha detto il presidente di Coldiretti Viterbo Mauro Pacifici.

Il mondo delle imprese e di Coldiretti in particolare intendono manifestare sin da subito l’intenzione di agire nel segno della massima trasparenza e soprattutto rispetto del Pellegrino. Già tutte le imprese aderenti a Coldiretti e tutte le cooperative aderenti a Uecoop hanno già sottoscritto un Codice etico al quale riferirsi nell’esercizio della loro attività e sul quale Coldiretti Lazio vigilerà con ancora maggiore rigore durante il Giubileo.

“Ci stiamo già mettendo al lavordo sia dal punto di vista dell’ospitalità con la nostra rete di agriturismi di Terranostra sia coi nostri punti vendita del circuito di Campagna Amica: questa del giubileo sarà un’occasione importante e unica per fare conoscere i nostri territori a passanti e stranieri e dobbiamo fargli conoscere il meglio”, ha concluso il direttore di Coldiretti Viterbo Ermanno Mazzetti.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da