24092022Headline:

Uniti contro la violenza sulle donne

Oggi si celebra la Giornata mondiale: tante iniziative anche nella Tuscia

Le scarpette rosse, simbolo del contrasto alla violenza sulle donne

Le scarpette rosse, simbolo del contrasto alla violenza sulle donne

Tante iniziative in programma oggi in tutti in tutta la Tuscia in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, riconosciuta dall’Onu. Nel 1981 nel’incontro femminista di Bogotà è stata avanzata dalle donne e accettata dall’Onu la richiesta di stabilire una data commemorativa per sensibilizzare i cittadini e le istituzioni a combattere la violenza contro le donne.

“Violenza istituzionale”: convegno di Erinna

Dopo un anno la Regione Lazio, tramite Cecilia d’Elia – delegata al coordinamento della Cabina di Regia per il contrasto alla violenza di genere –  riconosce ad Erinna l’impegno profuso nel territorio viterbese nel contrasto alla violenza di genere e nel sostegno alle donne che si sono rivolte al Centro antiviolenza nel capoluogo, definendo “un equivoco” la dichiarazione del 25 novembre 2014, nella quale si affermava non ci fossero centri antiviolenza a Viterbo. In occasione del 25 novembre, data dedicata alla riflessione sulla violenza perpetrata nei confronti delle donne, soprattutto in contesti familiari, presso la sala conferenze della Provincia, Erinna ha tenuto la tavola rotonda  “Violenza istituzionale”. L’intenzione era porre una serie di questioni che potessero far comprendere quanti disagi provocano sulle donne indifferenza, lentezza, incapacità di riconoscere la violenza, anche da parte di soggetti istituzionali di vari livelli che hanno il potere di ingenerare, coscientemente o meno, situazioni condizionanti e azioni contraddittorie.
La sottovalutazione – concreta piuttosto che mediatica – del lavoro dei centri che seguono la metodologia sancita da linee guida internazionali, fa mancare a questi  risorse economiche certe e  “violenta” l’impegno delle volontarie e delle operatrici dei centri antiviolenza. L’intenzione era di dare avvio ad una seria collaborazione per capire come affrontare le difficoltà oggettive che gli enti locali hanno e come rendere utile e produttiva la “rete”. “Ancora una volta – sottolinea Erinna – abbiamo avuto prova della difficoltà ad entrare in relazione con la parte istituzionale di questa provincia, della faticosa strada da percorrere per prevenire e combattere la violenza di genere, nonostante la convenzione di Istanbul, le direttive internazionali, la legge regionale”.  Grazie alla presenza di Cecilia d’Elia, Marta Bonafoni (per la regione Lazio), Daniela Bizzarri (consigliera di Pari Opportunità del comune di Viterbo) e Lucia Catanesi (sindaco di Marta) si sono potuti affrontare alcuni dei nodi della questione,  certamente non tutti quelli che un’ interazione complessa come quella del contrasto alla violenza di genere richiederebbe.

Flash mob a Vetralla

violenza-sulle-donne-manifestoLe donne, in tutto il mondo, hanno il diritto ad un uguale godimento e garanzia di tutti i diritti umani e le libertà fondamentali in campo politico, economico, sociale, culturale, civile o in ogni altro campo. La lotta contro la violenza, ed in particolare quella verso le donne, dell’uguaglianza dei generi, deve essere sostenuta da tutti, non soltanto il giorno della ricorrenza. A tutto il genere umano va riconosciuta dignità, uguaglianza e pari opportunità. Ciò purtroppo ancora non avviene. In tutto il mondo, Italia compresa, si perpetuano discriminazioni: razziali, religiose e di genere. Le donne sanno bene quanto sofferenza provocano. La violazione dei diritti umani non può più essere accettata. Deve terminare. Per questo uomini e donne debbono impegnarsi. Alle 16 flash mob nella Villa di VetrallaIl Flasch Mob consiste nella proposizione di un balletto, dalle coreografie coinvolgenti,  preparato appositamente per la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Un gruppo di ballerine, coordinate da Federica, Daniela, Valentina, e le altre insegnanti Daria, Daniela, Alessandra, attraverso la danza, si esibirà con l’intento di esprimere la loro identità di genere, la voglia di conquistare pari opportunità e uguaglianza, sconfiggere la sopraffazione fisica e psicologica, chiedere con determinazione il rispetto dei diritti umani e civili per le donne e per tutti gli esseri umani.

Vitorchiano affigge manifesti

Il Comune di Vitorchiano, al fine di sensibilizzare i propri concittadini, promuove e sostiene l’iniziativa attraverso l’affissione di manifesti sul tema della violenza sulle donne. Le statistiche ufficiali sul fenomeno sono impressionanti: una donna su tre ha subito violenze fisiche o sessuali, è stata picchiata in casa, molestata in strada, vittima di bullismo sul web. In Italia una donna viene uccisa ogni due giorni. “Questa escalation di violenza può e deve essere fermata e per farlo riteniamo sia utile e doveroso promuovere iniziative come questa che mirano a diffondere una cultura del rispetto e una consapevolezza della gravità del fenomeno nella nostra società”, dichiara la consigliera comunale Annalisa Creta, che si è fatta promotrice dell’iniziativa per conto dell’Amministrazione comunale di Vitorchiano.

A Civita Castellana presentazione di una ricerca e tanta pizzica

MAFALDA E LE ALTREIl comune di Civita Castellana celebra oggi la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne grazie a CiviTonica e in collaborazione con l’associazione “Mafalda e le Altre”. Alle 17, nella sala consiliare del Comune di Civita Castellana l’associazione “Mafalda e le Altre” presenta la ricerca “Il fenomeno della violenza sulle donne nella provincia di Viterbo” di Katiuscia Pacini e Francesca Tei. All’interno dell’evento il tema della violenza sulla donna sarà visto anche attraverso l’esperienza liberatoria di un ballo popolare come la pizzica. Inoltre gli studenti dell’Iis Midossi aderiscono all’iniziativa con una loro impronta artistica poiché l’educazione al rispetto deve essere parte integrante della formazione dei giovanissimi. L’iniziativa è parte di un progetto più ampio che coinvolge altre associazioni presenti nella provincia di Viterbo con le quali Mafalda e le altre sta costruendo un percorso volto alla consapevolezza.

Il programma di Parva

parvaNella ricorrenza della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, l’Associazione di promozione sociale Parva Casa delle donne di Viterbo organizza presso il Circolo “Il Cosmonauta” a Pianoscarano (via dei Giardini 11) un’iniziativa così strutturata. Alle 18 costituzione del gruppo di lettura di Parva sul pensiero femminile: presentazione, modalità e periodicità degli incontri di studio; alle 19 proiezione del film-documentario “Il tempo dei roghi” di Donna Read: un’indagine conoscitiva di grande impatto visivo sulla caccia alle streghe e sulla demonizzazione del sapere femminile in età moderna, A seguire dibattito e cena (su prenotazione). Info: parvacasadelledonne@gmail.com

A Soriano nel Cimino iniziativa  in piazza Vittorio Emanuele II

Il Movimento Scegli Soriano e i Circoli di Sinistra Ecologia e Libertà e di Rifondazione Comunista  di Soriano nel Cimino vogliono sottolineare  questa  importante presa di posizione con una iniziativa che si svolge alle 17 in piazza Vittorio Emanuele II. “La nostra – si legge in una nota – non vuole  essere una celebrazione rituale, ma un invito a non dimenticare che la violenza di genere si consuma in silenzio quotidianamente, spesso tra le pareti domestiche, mentre l’opinione pubblica – al di là di qualche episodio eclatante – dimostra un generale disinteresse. Anche nei casi in cui le donne denunciano violenze e minacce, spesso le istituzioni non riescono ad intervenire efficacemente. Bisogna dunque convincersi che è necessaria un’opera di sensibilizzazione al problema, per operare un cambiamento nella cultura e nei comportamenti della società”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da