11122018Headline:

“Il Caffè Letterario è fuori dalla politica”

Risultati importanti: primi ospiti del 2016 i giornalisti Sarah Varetto e Alberto Angela

Ettore Cristiani, presidente del Caffè Letterario di Viterbo

Ettore Cristiani, presidente del Caffè Letterario di Viterbo

“Siamo ormai tanti e questo comincia a far pensare…”. Ettore Cristiani, presidente del Caffè Letterario, deve aver percepito che 600 soci sono un numero considerevole che potrebbe indurre a chissà quali passaggi successivi, magari con velleità e propositi più ampi. “Allora lo dico con chiarezza in modo che non ci possano essere possibilità di essere frainteso; io non ho alcuna intenzione di entrare in politica. Non sarò mai candidato in qualunque tipo di formazione. E’ chiaro? O lo devo ripetere ancora?”. La platea annuisce e applaude soddisfatta. Già perché evidentemente qualcosa deve essere giunto alle orecchie del creatore di questa struttura: la città è piccola, la gente mormora… Si sa come vanno queste cose: quando, nel giro di pochi mesi, si crea un movimento così importante, che coinvolge un numero così alto di persone, allora viene immediatamente il sospetto che dietro si possa essere altro. No, signori dietrologi a tutti i costi, non c’è proprio nulla di particolare da investigare se non la volontà di stare fuori da ogni tipo di gioco politico e di continuare a fare quello che è fatto, e bene, finora.

Dunque, alla convention natalizia del Caffè Letterario non rispondono tutti i tesserati, ma almeno la metà si presenta puntuale all’Hotel Salus Terme. Si parte in ritardo, ma poi si recupera. E’ l’occasione per fare il bilancio di questo primo, intenso periodo di attività. Viene subito in mente una serie di considerazioni: se in un tempo oggettivamente breve (4 mesi circa) così tanta gente si è iscritta è perché le cose sono state fatte bene, perché l’organizzazione funziona, perché evidentemente a Viterbo mancava un punto di riferimento de genere, e – last but not least – perché la proposta è stata ricca e soddisfacente. Tutti fattori che, in ugual misura, hanno contribuito al successo dell’iniziativa. “Il Caffè Letterario – commenta soddisfatto Ettore Cristiani, anima e factotum della kermesse – dà possibilità nuove: ritrovarsi, pranzare, cenare, bere un drink, ascoltare una conferenza, stare insieme, parlare, confrontarsi. Come se si stesse in una casa privata… Anche studiare, come stanno facendo da qualche giorno alcuni universitari. Non ci sono segreti e si fa tutto alla luce del sole”.

Tanta gente per la prima convention dei soci del Caffè Letterario

Tanta gente per la prima convention dei soci del Caffè Letterario

Basta ricordare due recenti appuntamenti che hanno fatto registrare un autentico pienone: gli interventi di Magdi Allam e quello del giorno dopo di Gennaro Sangiuliano, vice direttore del Tg1. Sono le punte di diamante, ma l’attività quotidiana è ugualmente intensa e coinvolgente. Così, in occasione dell’incontro dell’incontro pre-natalizio, si coglie l’occasione per ricordare i tanti che hanno dato vita alle attività delle scorse settimane. Sono tutti lì sul palco pper ricevere un attestato e soprattutto il ringraziamento sincero. Ma, come ripetutamente sotrtolineato, queste sono le premesse e il 2016 si preannuncia ugualmente ricco. tanto per dire, entro la fine di gennaio (“Almeno questa è la mia speranza”, sottolinea con un pizzico di partenopea scaramanzia Cristiani) si dovrebbero tenere due incontri di rilievo: con la direttrice di SkyTg24 Sarah Varetto e con Alberto Angela, uno dei volti volti televisivi più noti nel campo della divulgazione scientifica e culturale.

E poi? Il futuro è tutto da scrivere, ma la perseveranza e la passione con cui il responsabile e il suo staff operano lasciano presagire altri appuntamenti di rilievo. Naturalmente continueranno le attività d’ogni giorno. Che non sno poche e che abbracciano, come è avvenuto nel corso del 2015: dall’educazione finanziaria agli scacchi, dalla cosmetica, alla storia dell’arte, dal ricamo allo sport. C’è spazio per tutti e per tutto. Lunga vita al Caffè Letterario.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da