05072022Headline:

Mutui, a Viterbo si chiedono 119mila euro

Il Centro Studi Tecnocasa segnala che ci si rivolge alle banche soprattutto per acquistare casa

La suddivisione dei mutui per tipologia

La suddivisione dei mutui per tipologia

Quando un cittadino laziale si rivolge ad un istituto di credito per ottenere un mutuo, nella stragrande maggioranza dei casi lo fa perché deve acquistare una casa. E’ il dato che maggiormente risalta agli occhi dalla ricerca effettuata del Centro Studi Tecnocasa relativamente al primo semestre 2015.

Quasi nel 90% dei casi, infatti, il finanziamento viene acceso allo scopo di acquistare un immobile (sia che si tratti di compravendita di prima casa che di seconda casa). A larghissima distanza (6,2%.), seguono la sostituzione e la surroga (intendendo con queste espressioni che l’oggetto del contratto non è una compravendita, in quanto si richiede un altro mutuo per migliorare le condizioni economiche del primo o per ottenere altro denaro). Il mutuo si chiede per costruzione e ristrutturazione nell’1,2% dei casi (finanziamenti richiesti per provvedere in autonomia alla realizzazione della propria abitazione oppure all’acquisto della casa e alla sua successiva ristrutturazione). Infine, con una percentuale dell’1,7%, la richiesta riguarda la liquidità (finanziamento concesso per motivazioni diverse da quelle dell’acquisto dell’abitazione, a fronte di garanzie patrimoniali).

Gli istituti di credito erogano molteplici prodotti ipotecari: le dinamiche degli indici di riferimento evidenziano tassi che hanno raggiunto nuovamente valori storicamente minimi e un costo del prodotto (il cosiddetto “spread”) medio decisamente più contenuto rispetto agli anni passati. In questo contesto il 56,5% dei soggetti finanziati nel Lazio ha optato per mutui a tasso fisso, mentre chi ha scelto il tasso variabile incide per il 32,1%. La rimanente percentuale riguarda tipologie più complesse (ad esempio, rata fissa e lunghezza variabile in base all’andamento dei mercati).

Cresce il numero di mutui per l'acquisto della casa

Cresce il numero di mutui per l’acquisto della casa

A livello nazionale la durata media del mutuo è stata di 24,7 anni, il 69,8% dei mutui ha una durata compresa tra 21 e 30 anni e il 29,9% si colloca nella fascia 10-20 anni. Nel Lazio la situazione è abbastanza simile, infatti la durata media è pari a 24,9 anni e il 71,3% del campione è racchiuso nella fascia compresa tra 21 e 30 anni, mentre la restante parte ricade nella durata 10-20 anni.

Nel primo semestre 2015 l’importo medio di mutuo erogato sul territorio nazionale è stato pari a circa 110.200 euro. Nel Lazio il ticket medio è risultato leggermente superiore, esattamente pari a circa 126.300 euro: il dato più alto, peraltro, riscontrato a livello regionale. Suddividendo il campione per classi di erogato, emerge come il 38% ricada nella fascia compresa tra 100 e 150mila euro, mentre il 28,5% appartenga alla fascia inferiore (50-100mila euro).

Ecco, in particolare, la tipologia di mutuo più richiesta in provincia di Viterbo. Il 60% dei finanziamenti  riguarda somme fino a 119mila euro; consistente anche la fascia che va da 120mila a 169mila euro: 24,2%. Da 170mila a 249mila euro, la richiesta riguarda il 14,2%. Decisamente più contenute, anzi quasi ininfluenti le richieste per cifre superiori: 0,1% per cifre superiori a 350mila euro.

Rispetto a un anno fa si nota un aumento della percentuale sulla classe di spesa più bassa (+2,2%). È stabile la concentrazione nella fascia successiva (120-160mila euro) e in diminuzione su tutte le altre classi di spesa.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da