30062022Headline:

Tutto (o quasi) quello che c’è da sapere

Cronaca, sport, spettacoli, eventi, cultura e altro ancora

CRONACA

Le previsioni meteo fino al 27 dicembre

Previsioni-MeteoAncora una settimana all’insegna dell’alta pressione, della nebbia, della siccità, della mancanza di neve sulle Alpi e dell’altissimo inquinamento dell’aria nelle città del centro nord. Un novembre e parte di dicembre più secchi a memoria d’uomo, un altro record nell’era dei cambiamenti climatici. Speriamo che la settimana di Natale possa portarci  un po’ di pioggia e neve in montagna…

PREVISIONI dal 20 al 27 dicembre 2015

“Nulla di nuovo all’orizzonte”: l’alta pressione insisterà in maniera anomala ad avvolgere tutta l’Italia e parte dell’Europa continentale. Se questa tendenza arriverà a coprire anche l’ultimo giorno dell’anno, dicembre 2015 sarà ricordato come il più siccitoso degli ultimi 20 anni. Ma vediamo la situazione nel dettaglio:

Oggi Nebbie estese su valli e pianure del centro nord. Alto superamento del limite delle polveri sottili su gran parte delle città del centro nord. Qualche leggera pioggia tra la Liguria e la Toscana. Cieli velati al mattino anche al sud, ma poi torna a splendere il Sole. Temperature sempre superiori alla media stagionale. Mari da poco mossi a calmi.

Domani Cambia poco la situazione, ancora qualche leggera pioggia tra la Liguria e il Piemonte e tra l’alta Toscana e l’Emilia Romagna. Nebbia persistente su tutta la Valle Padana. Cieli da velati a sereni al centro e al sud.

Mercoledì Cieli velati per gran parte della giornata al centro e al nord. Nebbie persistenti al nord e peggioramento dello stato di salubrità dell’aria delle città. Inevitabili limitazioni alla circolazione veicolare. Sole implacabile al sud. Mari generalmente calmi e inevitabili altri sbarchi di migranti sulle coste della Sicilia e della Calabria.

Giovedì Come sopra, anche se qualche leggera pioggia potrebbe ancora interessare parte della Liguria, del Piemonte e dell’Emilia Romagna. Sole dalla bassa Toscana fino alla Sicilia.

ATTENDIBILITA’ AL 70%

Venerdì E’ Natale, ma senza neve sui nostri monti. Aumenta la nuvolosità al centro nord, continuano le nebbie a rendere difficile la circolazione sulle strade del nord, mentre al sud cieli da velati a sereni. In alcune città del centro nord sarà necessario uscire per strada con le mascherine anti-smog. Temperature sempre sopra la media stagionale.

Week end L’alta pressione non molla. Qualche possibilità di leggere piogge tra il centro e il sud, ma nulla di importante. Nebbia e smog al nord, mari a tratti calmi e temperature superiori alla media stagionale al nord, in leggera diminuzione al centro e al sud.

“Facciamo un pacco alla camorra”facciamo-un-pacco-alla-camorra

La Cooperativa Sociale Alice di Tarquinia presenta l’iniziativa a sostegno del progetto in rete “Facciamo un pacco alla camorra”, promosso dal consorzio Nco (Nuova Cooperazione Organizzata) e dalla Res (Rete Economia Sociale). L’iniziativa intende promuovere una filiera produttiva etica. I pacchi contengono prodotti di diverse imprese, cooperative sociali, aziende che hanno denunciato racket e associazioni mafiose e molti dei prodotti sono realizzati su beni e terreni confiscati alle mafie. La presentazione del progetto, sostenuto anche da Alice attraverso l’inserimento di un prodotto della Fattoria Alice nel pacco e la diffusione del pacco stesso, è in programma oggi alle 12 presso la sala conferenze della Provincia di Viterbo in Via Saffi. Per l’occasione sarà presentato anche il gruppo di lavoro sulla legalità “Cento passi per…” che si è costituito a Viterb. Intervengono Andrea Spigoni (Cooperativa Sociale Alice), Renato Incitti (Consorzio Parsifal), Simmaco Perillo (Cooperativa Sociale Al di là dei sogni), Umberto Cinalli (Gruppo “Centopassi per..”), Chiara De Carolis (Libera Viterbo). Info: www.ncocommercio.com. Il gruppo di lavoro sulla legalità della provincia di Viterbo “Cento passi per…” si è costituito a seguito di una iniziativa promossa da Cgil e Libera, la Carovana della Legalità, giunta a Viterbo nella tappa dell’11 aprile scorso e ospitata a Palazzo dei Priori. Il gruppo di lavoro si propone di approfondire il tema della legalità e aumentare il senso della responsabilità personale e collettiva contro la minaccia delle penetrazioni malavitose nel territorio della Tuscia. Le finalità del gruppo di lavoro sono quindi rivolte a promuovere la cultura della legalità e della responsabilità nei confronti di chi risiede a Viterbo e nella provincia in prima istanza, quindi in senso ampio nei confronti di tutti i cittadini e le cittadine, con particolare attenzione ai minori.

Pacchi dono dell’Istituto della Guardia d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon

Riprendendo ormai una tradizione consolidata, anche quest’anno la delegazione di Viterbo dell’Istituto della Guardia d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon, con una sottoscrizione dei propri iscritti, ha voluto donare un pacco di generi alimentari a coloro che, meno fortunati, potranno ricordare in maniera decorosa le imminenti festività natalizie. Quest’anno la scelta è andata alla Parrocchia dei SS. Marta e Biagio nel paese lacuale di Marta che, tramite il parroco Don Roberto Fabiani,  provvederà a distribuire i viveri di conforto ad alcune famiglie disagiate.

Medaglia e attestato al partigiano Mario Perelli di Marta

MarioPerelliconMoschettoinSpallaConferita la medaglia in ricordo del 70° anniversario della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo a Mario Perelli, assegnata. Nella stessa cerimonia sono stati insigniti altri due combattenti della Seconda guerra mondiale: Rosolo Branchi, di Capranica, e Nazzareno Lucarelli, di Caprarola, e conferiti cavalierati per vari meriti. La medaglia e il relativo attestato sono stati consegnati a Perelli dal refetto, Rita Piermatti, che ha avuto per lui parole di ringraziamento ed elogio, alla presenza del sindaco di Marta, Lucia Catanesi. Medaglia70aMarioPerelli

Mario Perelli è nato a Marta, il 29 ottobre 1921. Ad undici anni, a seguito della morte del padre, ha dovuto provvedere direttamente alla famiglia, iniziando il lavoro di agricoltore. Nel febbraio del 1942 è stato chiamato alle armi. Ha frequentato il Corso di artificiere, da cui è uscito con il massimo dei voti, e quindi è stato inviato a Grosseto, in qualità di sergente artificiere capo, con il compito di smontare le bombe inesplose, tra le tante che cadevano sulla città toscana. Qui, nell’agosto 1943, il suo comandante, Giovanni Pacusse, veniva colpito da un ordigno che gli causerà l’amputazione di ambedue le gambe. Lo porterà lui in braccio all’ospedale e lo rincontrerà a Roma nel 1985, dopo oltre quarant’anni. Dopo Grosseto, Perelli veniva assegnato a Roma in zona Tiburtino, ove continuava la sua opera di disinnesco e di messa in sicurezza. Con lo sbandamento dell’8 Settembre 1943, non volendo collaborare con l’invasore nazista, entrava nella Resistenza, con la Banda partigiana Marta, attiva attorno al Lago di Bolsena, in collegamento con la Banda Arancio – Montauto, e quindi con il Raggruppamento Monte Soratte, che coordinava l‘attività partigiana del Cln nell‘Alto Lazio. Ovviamente qui metteva a disposizione della Lotta resistenziale la sua esperienza di artificiere. Si occupava, tra le altre mansioni, di inviare segnali da terra agli aerei alleati utilizzando i bossoli svuotati con all’interno dei lumi, al fine di segnalare le zone di lancio del materiale durante la notte. Finita la guerra, tornerà a fare l’agricoltore. In qualità di esperto artificiere si occuperà anche di curare gli spettacoli pirotecnici e, inoltre, di scavare le cantine nel paese: ne scaverà 250. Sarà anche componente della Banda musicale di Marta. Mario Perelli è l’ultimo combattente partigiano della nostra Provincia.

Continua la campagna di Etruscan Life

etruscan lifeSi moltiplicano le adesioni al progetto di solidarietà della rete Etruscan Life, rete di imprenditori operanti in diversi settori, dalla ricettività alla ristorazione, che hanno deciso di unire le loro forze per il perseguimento di comuni obiettivi di crescita. In questo caso per crescita si intende un concetto spirituale, legato all’aspetto del sociale e della comunione di intenti. Gli imprenditori aderenti alla Rete Etruscan Life hanno infatti varato in questi giorni una raccolta fondi finalizzata all’acquisto di prodotti natalizi di qualità per gli utenti della Caritas. Il progetto, ideato e coordinato dai Giardini di Ararat, nasce e si sviluppa dall’idea che il diritto al piacere e la tradizione gastronomica hanno un legame molto stretto, soprattutto in occasioni di feste come il Natale ampiamente rappresentative della cultura occidentale. In quest’ottima,  il panettone o il pandoro assurgono non solo a semplice cibo per stomaco, ma diventano il simbolo di un momento importante di convivialità, di scambio e di italianità. In un periodo di festa non dovrebbe pertanto esistere differenza tra ricco e povero e tutti dovrebbero aver diritto a consumare prodotti di qualità, anche per acquisire, idealmente, pari dignità. Attualmente succede invece che, in virtù di convenzioni con grandi catene di vendita, gli utenti della Caritas si ritrovino a mangiare panettoni, pandori e torroni in prossimità della scadenza. La campagna Etruscan Life, che proseguirà fino a domani, persegue proprio quest’obiettivo: donare ai poveri un Natale come tutti gli altri. Ogni struttura aderente, dal ristorante al teatro, dal negozio all’albergo, potrà portare avanti il progetto come preferisce, aggiungendo 1 euro al menù, mettendo una scatola per le offerte o organizzando eventi ad hoc,  gestendo in tal modo attivamente la raccolta fondi. Il fine è di creare una rete di strutture che possa raggiungere una cifra ragionevole in grado di soddisfare tutti gli utenti della Caritas in continuo aumento. La campagna è aperta a tutti e permette, con un minimo sforzo, di regalare un Natale diverso a chi, senza l’aiuto dei tanti volontari, non potrebbe permetterselo. Info: 0761-289934, 3286484484.

Montefiascone, inaugurato l’anno accademico di “Progetto Uomo” inaugurazione 1

Si è svolta la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2015-16 dell’Istituto Superiore Universitario di Scienze psicopedagogiche e sociali “Progetto Uomo” di Montefiascone, affiliato alla facoltà di Scienze dell’educazione dell’Università Pontificia Salesiana di Roma, presso la sede di Montefiascone in Via Cardinal Salotti 1. Dopo la prolusione iniziale del preside Nicolò Pisanu, sono intervenuti il vescovo di Viterbo, monsignor Lino Fumagalli, il professor Mauro Mantovani, magnifico rettore dell’Università Pontificia Salesiana e il sindaco di Montefiascone Luciano Cimarello. Quindi, di fronte a un numeroso e attento pubblico, si è tenuta la lectio magistralis “Lo stretto indispensabile. Le povertà silenziose e la cultura dell’essenziale” del professor Giovanni Pieretti, professore ordinario dell’Università di Bologna. Presenti anche D. Mario Oscar Llanos, decano della facoltà di Scienze dell’educazione dell’Università Pontificia Salesiana e il professor Giovanni Paciullo, rettore dell’Università per Stranieri di Perugia. Per ulteriori informazioni: 0761.371045 – segreteria@istitutoprogettouomo.it.

EVENTI

Tanti appuntamenti a Tarquinia

vivaldixieDavvero ricchi a Tarquinia i giorni che precedono il Natale. Si parte oggi, dalle 9 alle 12, con il mercatino della scuola primaria “Corrado e Mario Nardi” alla palestra in viale Bruschi Falgari, con replica il giorno successivo dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19. Domani, alle 17, nella sala consiliare del palazzo comunale, primo concerto della rassegna “Intervalli Natalizi” con “la musica d’arte sudamericana e i canti dei Tuareg, gli ultimi uomini liberi” (a cura dell’associazione Guitarrissima”, ingresso gratuito). Mercoledì, alle 17, le vie del centro storico saranno percorse dai Babbi Natale in bicicletta (a cura dell’associazione “Divini Commercianti”) e dai Vivaldixie (nella foto), street band che proporrà le più belle musiche natalizie (a cura dell’officina dell’arte e dei mestieri “Sebastian Matta”).

Montalto di Castro, presepe di cioccolato all’Istituto alberghiero “A. Farnese”presepe cioccolata montalto

L’Istituto Professionale di Stato per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera di Montalto di Castro, è lieto di invitare la cittadinanza alla presentazione del Presepe di Cioccolato realizzato dagli alunni dell’istituto, presso il Complesso Monumentale di San Sisto di Montalto di Castro. Appuntamento oggi alle 10. Verrà proiettato un breve video riassuntivo delle attività svolte dalla nostra scuola ed a seguire la cerimonia dell’inaugurazione del Presepe di Cioccolato che resterà esposto fino al 7 gennaio. Al termine della manifestazione, l’Istituto Alberghiero “A. Farnese” di Montalto di Castro, offrirà un buffet di ringraziamento ai presenti.

“Mondobrillante”, festa alla Penny Wirton

penny volontari 07“Mondobrillante”: è il nome scelto per la grande festa che la Penny Wirton Viterbo sta organizzando per lo scambio degli auguri natalizi. L’appuntamento è per oggi a La Casa delle Arti del Pilastro, a partire dalle 16. Un appuntamento a cui prenderà parte anche lo scrittore Mondadori Eraldo Affinati, fondatore della Penny Wirton. Sarà un momento di incontro e scambio, pensato per stare insieme e festeggiare i primi mesi di vita della scuola d’italiano per stranieri in funzione al Pilastro (via Cristofori, 8). Ogni invitato può portare un piatto tipico del proprio Paese di origine e questo permetterà di mettere insieme un aperitivo imperdibile.

“GiocAILJolly”. manifestazione al PalaMalè

Sport e spettacolo si mettono al servizio della solidarietà. Lo faranno grazie a “GiocAILJolly”, la manifestazione organizzata dai licei “Mariano Buratti” e “Santa Rosa” e dall’istituto tecnico “Paolo Savi”, a favore dell’Ail Viterbo (Associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma onlus), in programma oggi al PalaMalè. Gli studenti delle tre scuole saranno impegnati in giochi, balli di gruppo con il solo e unico obiettivo di divulgare gli obiettivi dell’associazione, i traguardi raggiunti, e sensibilizzare l’opinione pubblica alla lotta contro le malattie ematologiche, per migliorare la qualità della vita dei malati. Alla festa partecipano anche i Giorni Anomali, noto gruppo viterbese pop rock guidato da Federico Meli. “È bello vedere ogni volta l’entusiasmo dei giovani durante questa manifestazione. – sottolinea il presidente dell’Ail Viterbo Patrizia Badini – Sono una forza della natura che ci entusiasma e dà forza nel proseguire il nostro impegno. Un ringraziamento va al prof. Nuccio Chiossi, organizzatore dell’evento, e a tutte le persone che hanno lavorato in queste settimane per organizzare l’iniziativa”.

SPETTACOLI

Successo per la “Notte di Pizzica”Scantu de Core Viterbo copia

Possono ritenersi più che soddisfatti gli organizzatori della “Notte di Pizzica”, manifestazione musicale che si è svolta presso il Mat di Viterbo in via del Ganfione, che ha fatto registrare un pienone di spettatori al concerto del gruppo salentino degli “Scantu de Core”. Linda Misuraca, Rossella Lodesani ed Enrico Mianulli hanno proposto nella sede del circolo “Quattro Note Motrici”, oltre al concerto del gruppo composto da Maria Serena De Masi, Marco Rufo, Gabriele Caporuscio e Davide Conte, un breve laboratorio di Pizzica Pizzica tenuto da Franca Tarantino, studiosa e grande conoscitrice di danze tradizionali. La serata di Pizzica era stata preceduta negli ultimi periodi a Viterbo da alcuni stage sulla danza e dal corso di tamburello tenuto da Andrea Piccioni che hanno avuto il merito di introdurre nel migliore dei modi l’evento, trovando quindi un pubblico molto interessato ed attento all’iniziativa che ha consentito ai partecipanti di poter mettere a frutto le conoscenze della danza con musiche dal vivo. Entusiasta della ottima riuscita della manifestazione Franca Tarantino che ha guidato con grande temperamento l’intera serata, accompagnata dalle musiche trascinanti del ricco repertorio degli “Scantu De Core”, ballate fino a tarda serata dai numerosissimi partecipanti. Degustazioni no stop per tutta la serata con orecchiette al cacio ricotta, taralli e vini della rinomata Cantina Vecchia Torre di Leverano (Lecce) che insieme alla musica ed alla danza, hanno portato per una sera, tutto il calore del Salento a Viterbo.

ECONOMIA

Artistica e Aquarubra Glass Art allo Shanghai World Expo Exhibition

artigianato 2Dal quartiere medioevale di San Pellegrino allo Shanghai World Expo Exhibition. Le ceramiche in uno splendido blu applicato a rilievo, secondo l’antica tecnica della Zaffera, realizzate nel laboratorio di Artistica da Daniela Lai e Cinzia Chiulli e le raffinate linee di gioielli in vetrofusione create nello studio di Aquarubra Glass Art da Rosario Formicola, Monica Carello ed Elisa Formicola, sono in vetrina, in un’importante mostra dell’artigianato alla prima edizione. Con il marchio Tuscia Viterbese. I pregevoli pezzi sono stati selezionati dalla società Fucina, il cui fondatore, Zhang Peng, ha colto l’occasione dell’evento espositivo per lanciare, con i propri collaboratori italiani e cinesi, la piattaforma “La Vita”. Obiettivo dell’iniziativa è quello di valorizzare le eccellenze dell’artigianato artistico made in Italy. Ed è significativo che due delle prime sei imprese italiane scelte per questo debutto operino a Viterbo, perché conferma la vitalità dei mestieri d’arte nella città dei Papi.artigianato 1

Gli artigiani si dicono orgogliosi di rappresentare, in un contesto così prestigioso, la tradizione produttiva e culturale del territorio. L’auspicio è che possano aprirsi opportunità per l’internazionalizzazione di prodotti di altissima qualità, che mettono in risalto saper fare, creatività e capacità di innovazione. E che devono essere valorizzati anche come punti di forza di un progetto di sviluppo del turismo nella Tuscia.

SPORT

La Defensor si aggiudica la sfida salvezza con Civitanova Marche

defensorCon un secondo tempo praticamente perfetto la Defensor si aggiudica la delicata sfida casalinga contro Civitanova Marche e chiude così nel migliore dei modi il suo 2015 agonistico. L’inizio è all’insegna degli errori, le due squadre sentono l’importanza dei due punti in palio è l’effetto è una serie piuttosto lunga di conclusioni che trovano solo il ferro; nella Defensor la più precisa è Romagnoli, sono i suoi due canestri e i rimbalzi di Cutrupi a valere il +4 per le viterbesi sul 10-6. La riscossa delle ospiti non tarda ad arrivare: Di Costanzo vicino a canestro e Manzini con una tripla suonano la carica per le marchigiane che, in pochi minuti, recuperano lo svantaggio e piazzano anche un break significativo: la Infa vola sul 10-18 con un parziale di 0-12 a cavallo dei due tempi cui cerca di porre rimedio soprattutto Flauret con due bei canestri nel cuore dell’area. Ancora una tripla di Manzini regala il +10 esterno (15-25) che Orchi in contropiede e la solita Flauret provvedono a cancellare. Il divario resta costantemente fra i cinque e i dieci punti, Perini tiene avanti Civitanova ma Viterbo non molla e si torna negli spogliatoi per il riposo lungo con la Infa avanti 30-24. Una tripla di Riccobono galvanizza la Defensor in avvio di terzo parziale, Civitanova è lucida e risponde con Di Costanzo e Perini ma sono ancora le conclusioni dalla lunghissima distanza, con Ciavarella e Riccobono, a consentire il sorpasso interno (38-35). Riccobono è ispiratissima e tocca la doppia cifra personale con il canestro del 40-35 cui segue il rimbalzo offensivo con canestro di Ciavarella per il 42-35. Civitanova è in difficoltà, Di Costanzo segna la tripla del -4 ma non può che essere Riccobono (insieme a Ciavarella) a rispondere lanciando la Defensor addirittura sul +10 (48-38) con cui si chiude un terzo parziale tutto di marca gialloblù. Dalla lunetta Ciavarella apre il quarto periodo con un 3/4 che sancisce il 51-38, la gara diventa una sfida da oltre l’arco tra Manzini e Riccobono ma sono i liberi di Yordanova a regalare il massimo vantaggio viterbese (58-44). I punti che chiudono ogni discorso sono ancora una volta di Riccobono, mvp indiscussa del match, che punisce ogni minima esitazione difensiva del quintetto ospite consentendo alla Defensor di portare a casa una vittoria preziosa e con un margine ampio. Alla ripresa dopo la sosta natalizia la Defensor sarà a Brindisi per la trasferta che concluderà il girone di andata.

Defensor Viterbo – Infa Feba Civitanova Marche 65 – 50

Defensor: Orchi 3, Filoni ne, Yordanova 7, Riccobono 24, Ciavarella 12, Romagnoli 5, Puggioni ne, Flauret 11, Cutrupi, Viviani, Ndiaye ne, Spirito 3. Coach: Scaramuccia.

Caro Babbo Natale, porta via le transenne al campo scuolaBabbo Natale al Campo Scuola

E’ da più di un mese che sono state posizionate le transenne in prossimità dell’arrivo generale del Campo Sportivo Scolastico di Viterbo che di fatto complicano gli allenamenti di numerosissimi atleti delle società viterbesi del capoluogo che non possono utilizzare per intero il giro di pista per prove ripetute misurate di corsa (mezzofondo). Il motivo è la pericolosità di un pino, riscontrata dai vigili del fuoco durante un’ispezione nell’impianto nei primi giorni di settembre 2015 ed il Comune, circa un mese fa, ha superato con facilità il problema recintando la zona a rischio. La richiesta al Comune di Viterbo è di interessarsi prontamente del problema, essendo l’atletica già abbastanza penalizzata dalle condizioni disastrose dell’impianto e della pista, in prossimità delle prime importanti uscite agonistiche del mese di dicembre e gennaio degli atleti. Visto il periodo propizio la richiesta viene inviata anche a Babbo Natale, con la speranza che il problema possa avere almeno una risposta e magari una soluzione entro l’anno, evitando che gli atleti di Viterbo non siano costretti a emigrare a Tarquinia per condurre i loro allenamenti.

 

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da