25022021Headline:

Improvvisamente la politica sale in carrozza

Da destra a sinistra, tutti sostenitori della linea ferroviaria Orte-Civitavecchia

La linea e i suoi collegamenti

La linea e i suoi collegamenti

La linea ferroviaria in questione, per quanti si fossero persi le ultime 14mila puntate, è quella che da Civitavecchia tira dritta verso Orte, passando per Capranica. O viceversa, naturalmente. Se la si vuol vedere con note campanilistiche.
Quel tratto di binari, apparentemente inutile (poiché abbandonato, e non per effettiva validità), è oggetto continuo di attenzioni. Non per niente, ma facendo un giro su Google maps, o semplicemente spulciando foto in rete, ben si comprende quanto lo snodo possa essere di vitale importanza per tutta la Tuscia. Il serpentone infatti collega (pardon, collegherebbe) i due mari. Ma non solo. Nelle fermate intermedie andrebbe anche a collegarsi con altre rotaie che abbracciano percorsi strategici di tutto lo Stivale.
Riaprire quindi la Orte-Civitavecchia non è solo una questione di civiltà (ambientale, su tutte), ma è anche una mossa che senza troppe spese darebbe lustro alla provincia. E dal punto di vista commerciale. E da quello turistico.
In questa ottica ragionano in diversi. In prima battuta il “Comitato”. Che quotidianamente opera per tramutare in realtà un sogno. Secondo poi, stando ai fatti, ci si è messo anche il sindaco di Ronciglione, a remare per codesto verso.

Alessandro Giovagnoli, sindaco di Ronciglione

Alessandro Giovagnoli, sindaco di Ronciglione

Sentiamo le loro ultime novità. “Dopo l’incontro avvenuto il 5 gennaio con l’onorevole Massimiliano Bernini del Cinque stelle – parla Raimondo Chiricozzi – e con l’ingegner Marco Martens, quello avvenuto con il presidente della Provincia Mauro Mazzola, e la riunione con l’onorevole Emiliano Minnucci, negli ultimi giorni i rappresentanti dei comitati hanno partecipato ad altre importanti riunioni. A Fabrica di Roma l’11 gennaio riunioni separate con i consiglieri comunali del Partito Democratico Giancarlo Piergentili e Ornella Angeletti, e con i Meet-up del M5S locale più il consigliere comunale di Civita Castellana Maurizio Selli. A Roma il 12, invece, dietro iniziativa dell’onorevole Oreste Pastorelli, con la segreteria del vice ministro Riccardo Nencini e alla Regione Lazio con il presidente della Commissione trasporti Enrico Panunzi e con il consigliere Riccardo Valentini. Che ci ha informato dell’approvazione a maggioranza da parte del Consiglio regionale di un ordine del giorno, che ritiene prioritaria la riapertura della linea”.

Primo cittadino. “Dopo l’incontro da me sollecitato – dice Alessandro Giovagnoli – con la partecipazione dei sindaci, dei rappresentanti delle associazioni e dei comitati, continua il mio impegno nel portare avanti azioni concrete. Per questo ho invitato tutti i colleghi coinvolti ad aderire formalmente al documento di sintesi stilato in occasione della riunione. Come prossimo step, chiederò un incontro al vice Ministro alle Infrastrutture e Trasporti Riccardo Nencini. Lo vogliono i cittadini, le associazioni e lo chiediamo noi con forza in veste di amministrazione locale, convinti di un progetto in cui ha investito anche l’Unione Europea”.
Qualcosa si è mosso, insomma. Speriamo solo che non siano le solite promesse da politico. Pardon, da ferroviere. Pardon, da marinaio.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da