01122020Headline:

Precari Asl, spiragli dalla legge di Stabilità

Mario Malerba (segretario Cisl): ''Un'apertura importante sui contratti atipici''

Mario Malerba, segretario della Cisl funzione pubblica

Mario Malerba, segretario della Cisl funzione pubblica

Per i lavoratori precari della Asl con contratto atipico si apre uno spiraglio. Le speranze di veder sistemata la propria posizione anche se si ha un contratto non solo a tempo determinato, arrivano dalla legge di Stabilità 2016, approvata dal Governo Renzi nel Consiglio dei ministri del 15 ottobre 2015 e convertita nella legge 28 dicembre 2015 numero 20, e più precisamente dall’articolo 543, che in deroga al Dpcm 6 marzo 2015, apre a procedure concorsuali riservate anche per co.co.pro. e co.co.co. Tale articolo recita infatti: ”Gli enti del servizio sanitario nazionale possono indire, entro il 31 dicembre 2016, e concludere, entro il 31 dicembre 2017, procedure concorsuali straordinarie per l’assunzione di personale medico, tecnico-professionale e infermieristico, necessario a far fronte alle eventuali esigenze assunzionali emerse in relazione alle valutazioni operate nel piano di fabbisogno del personale. Nell’ambito delle medesime procedure concorsuali, gli enti del Servizio sanitario nazionale possono riservare i posti disponibili, nella misura massima del 50 per cento, al personale medico, tecnico-professionale e infermieristico in servizio alla data di entrata in vigore della presente legge, che abbia maturato alla data di pubblicazione del bando almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi cinque anni con contratti a tempo determinato, con contratti di collaborazione coordinata e continuativa o con altre forme di rapporto di lavoro flessibile con i medesimi enti”. La stabilizzazione, dunque, diventa una possibilità concreta anche per gli attuali 120 lavoratori atipici, per lo più medici, che nella Asl di Viterbo garantiscono l’efficienza di servizi essenziali.

CONTINUA SU WWW.VITERBONEWS24.IT

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da