28022021Headline:

Ricci: “Opere pubbliche, finalmente i fatti”

L'assessore soddisfatto per gli interventi nelle frazioni, nelle scuole e al cimitero di Grotte

La porta di ingresso a San Martino al Cimino

La porta di ingresso a San Martino al Cimino

E’ consistente l’elenco delle opere pubbliche programmate dall’amministrazione comunale, in particolare dall’assessore Alvaro Ricci. Vale la pena ricordarle.

Frazioni Valgono oltre un milione di euro gli interventi da realizzare nel 2016 nelle frazioni viterbesi. “Si tratta di 1.152.492,32 euro – precisa Ricci –. A tanto ammonta la somma delle opere finanziate negli ex comuni viterbesi attraverso la variazione di bilancio, approvata dal consiglio comunale lo scorso 30 novembre. Importo che va ad aggiungersi ai 6.258.775,94 euro che invece riguardano le opere del capoluogo”. “Ben 329mila euro – continua l’assessore – saranno destinati al risanamento delle strade delle frazioni. A Bagnaia saranno realizzati interventi per 132mila euro, vale a dire 62 mila per la manutenzione straordinaria dell’immobile in via cardinal de Gambara e 70mila per la sistemazione e la messa in sicurezza dell’area giochi nella Valle Pierina. 152.580 euro sono stati destinati a San Martino al Cimino. Di questi, 70 mila servono per la messa in sicurezza e la sistemazione del parco di via del Colle e 82.580 euro per la sistemazione e la valorizzazione di un tratto di via Doria. Quasi 440mila euro sono per Grotte Santo Stefano: 66.137 euro consentono la sostituzione del manto in erba sintetica e la ristrutturazione complessiva del campo sportivo polivalente, mentre ben 372.773 euro permetteranno finalmente l’ampliamento del cimitero. Con 100mila euro riusciamo inoltre a mettere la parola fine al disagio che ormai da tempo interessa Roccalvecce e Sant’Angelo a seguito delle frane che si sono verificate. Provvederemo quindi alla messa in sicurezza della viabilità di via delle Province e di via Montesecco”. “Tutti gli interventi sono stati approvati con apposita determina – ci tiene a precisare l’assessore Ricci – e per alcuni di essi si sta lavorando alle procedure di gara per l’affidamento dei lavori. Lavori certi e presto cantierabili. Attraverso il lavoro e la condivisione della maggioranza, della giunta, e in particolar modo grazie alla fattiva e preziosa collaborazione dell’assessore al bilancio Ciambella, siamo riusciti a recuperare per il settore lavori pubblici, tra gli avanzi di bilancio degli anni precedenti, circa 7 milioni e mezzo di euro, tra capoluogo e frazioni. La fetta che spetta agli ex comuni, 1.152.492,32 euro, è di tutto rispetto e ci consente di poter procedere alla realizzazione di importanti interventi, gran parte dei quali attesi da diversi anni, purtroppo ignorati e mai concretizzati”.

La scuola media Pietro Egidi, all'Ellera

La scuola media Pietro Egidi, all’Ellera

Manutenzione e sicurezza nelle scuole Approvati tre importanti interventi per il valore complessivo di circa 851mila euro. Di questi, 280mila verranno destinati ai lavori di adeguamento alle vigenti disposizioni in materia di sicurezza e di igiene del lavoro della scuola elementare A. Volta, 314.762 euro saranno per gli interventi di adeguamento funzionale della scuola media P. Egidi e 256.540 euro saranno finalizzati all’ottenimento del certificato di prevenzione incendi in alcune scuole comunali. “Un intervento di tale portata– sottolinea con vigore Alvaro Ricci – ssi può sicuramente definire storico. Una somma notevole, frutto di finanziamento regionale, che ci permette di avviare le procedure di gara entro il prossimo marzo. Finalmente potremo procedere all’ottenimento di un documento fondamentale come il certificato di prevenzione incendi, che attesta il rispetto della normativa e la sussistenza dei requisiti di sicurezza antincendio all’interno degli istituti scolastici”.  A beneficiare di tale certificato saranno la scuola dell’infanzia Pila A “G.L. Radice”, la scuola dell’infanzia Pilastro, la primaria A. Volta, la primaria Grandori, la primaria La Quercia, la scuola secondaria di primo grado di Grotte Santo Stefano. “Molto attesi anche i lavori alla scuola media Egidi e alla scuola elementare A. Volta – riprende l’assessore -, ora potremo dare avvio alle procedure per l’affidamento dei lavori”. Per quanto riguarda la messa in sicurezza degli istituti scolastici comunali, l’assessore ai lavori pubblici di Palazzo dei Priori apre una parentesi anche su altri due importanti interventi: “Sono state già avviate le procedure per la messa in sicurezza della scuola Fantappiè, per un importo di 80mila euro, soldi coperti con fondi propri di bilancio. Conclusi invece i lavori per la rimozione della pavimentazione in vinile amianto all’interno degli istituti Canevari e Tecchi. Un intervento anche questo da tempo richiesto, che siamo riusciti a portare a termine anche grazie al finanziamento statale di 175mila euro, nell’ambito del progetto Scuole Sicure, promosso del governo, per la messa in sicurezza e la messa a norma degli edifici scolastici. Facendo un rapido calcolo, sommando tutti gli interventi, arriviamo a superare un milione di euro. Sono molto soddisfatto del risultato che siamo riusciti a ottenere. Atti e soprattutto fatti, frutto di una attenta programmazione da parte dell’amministrazione. Un importo molto sostazioso, interamente destinato alla prevenzione e alla manutenzione delle scuole del capoluogo e delle frazioni e quindi alla sicurezza dei nostri giovani concittadini. Il Comune di Viterbo – aggiunge Ricci – sta inoltre attendendo l’esito di altri finanziamenti statali. Il posizionamento in graduatoria ci lascia ben sperare”.

Lassessore ai lavori pubblici Alvaro Ricci con il sindaco Michelini

L’assessore ai lavori pubblici Alvaro Ricci con il sindaco Leonardo Michelini

Ampliamento del cimitero di Grotte Santo Stefano La Cassa di Depositi e Prestiti ha accolto la richiesta di mutuo presentata dal Comune di Viterbo lo scorso dicembre. Si può procedere con il primo lotto. “Una grande notizia – commenta Ricci – poiché la Cdp ha formalmente approvato la concessione del mutuo che lo scorso 19 dicembre avevamo richiesto. L’importo corrisponde al centesimo alla nostra richiesta: 372.773,95 euro, ovvero la somma necessaria per provvedere al primo lotto dei lavori di ampliamento del cimitero di Grotte Santo Stefano, sul lato sud, in adiacenza all’attuale. A lavori ultimati ci saranno 200 posti in più rispetto a oggi. Considerata la scandalosa situazione in cui gli abitanti di Grotte Santo Stefano si trovano da anni, credo che questo primo lotto rappresenti già un bel risultato”. L’assessore Ricci si sofferma poi su procedure e tempistiche. “Il progetto definitivo dell’ampliamento è stato già approvato. Ora possiamo procedere all’approvazione di quello esecutivo e poi all’avvio delle procedure di gara che porteranno all’appalto. In termini di ragionevole certezza possiamo prevedere l’affidamento dei lavori entro il prossimo giugno e ipotizzare la conclusione dei lavori di questo primo lotto entro il 2016. I nuovi posti realizzati saranno immediatamente messi in vendita. A quel punto si potrà valutare concretamente un ulteriore ampliamento, la cui copertura economica potrebbe essere garantita dagli introiti derivanti dalla vendita dei 200 posti”. “Da anni gli abitanti di Grotte vivono una situazione a dir poco vergognosa – aggiunge l’assessore Ricci -: il cimitero non ha più disponibilità di posti. Molte persone si sono trovate costrette a far seppellire i propri cari nei limitrofi cimiteri. Lo scorso dicembre, con tempi ristrettissimi, direi proprio al fotofinish, grazie anche al lavoro del personale dell’ufficio tecnico e del settore ragioneria,  siamo riusciti a presentare la nostra richiesta di mutuo per finanziare questo intervento, capace di rispondere almeno a una parte delle esigenze della popolazione di Grotte Santo Stefano. Ora è arrivato l’ok per la concessione dell’importo richiesto. Ritengo che anche questo risultato conseguito dall’amministrazione Michelini rappresenti una risposta concreta per i cittadini, una risposta in questo caso attesa davvero da tanto tempo. Se ne è molto parlato dell’ampliamento del cimitero di Grotte Santo Stefano – conclude Alvaro Ricci –. Ora il tempo della parole è finito. Si passa ai fatti”.

 

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da