03122021Headline:

Terra di Tuscia, a Fondi l’esame di laurea

Oggi (palla a due alle 18,30) trasferta semplice e abbordabile soltanto sulla carta

Michele Peroni, uno dei migliori nella fase ascendente della stagione

Michele Peroni, uno dei migliori nella fase ascendente della stagione

“Vinciamo a Fondi e il nostro campionato cambia”: Umberto Fanciullo dixit. Già, la partita di Fondi ha un significato particolare per la Terra di Tuscia che, dopo aver cominciato nel migliore la fase discendente della stagione con la vittoria di due settimane contro Isernia, ha adesso la possibilità di compiere un altro passo in avanti per continuare a restare nel gruppetto delle compagini che aspira alla qualificazione play off. E il tecnico della Stella Azzurra sa per certo che, molto probabilmente, saranno proprio le gare che sulla carta sembrano più abbordabili come appunto quella odierna al PalaVirtus contro l’Oasi di Kufra.

Lo score dei pontini sembrerebbe indicare un match abbastanza scontato: soltanto 2 vittorie in 16 gare; nell’ultimo turno sconfitta abbastanza netta contro Palestrina (91-79) e, per completare la parte numeriza, all’andata successo di una convincente Terra di Tuscia (73 – 66). Tutto, insomma, potrebbe indurre a ritenere che si tratterà di un’allegra scampagnata sulla Pontina, ma potrebbe essere errore letale per la formazione biancostellata. Mai fidarsi, soprattutto in trasferta, di squadre che affidano proprio a questo tipo di partite le residue speranze per cercare di allontanarsi dalle melmose acque del fondo della classifica.

Non è proprio il caso di cullarsi, anche perché questo significherebbe snaturare le caratteristiche essenziali del team viterbese. Cioè grinta, corsa, aggressività, ritmo, difesa: su queste basi è stato costruito finora il positivo cammino percorso e su queste bisogna continuare ad operare. Magari limando qualche difetto qua e là affiorato: soprattutto la scarsa capacità di gestire con maggiore furbizia gli inevitabili momenti negativi che si verificano durante i 40′. Errori che si manifestano in scelte sbagliate, in tiri forzati, in difese più approssimative rispetto a quelle esemplari che hanno saputo mettere in difficoltà anche squadroni di elevato lignaggio come Palestrina e Cassino.

Non ci sono particolari problemi da segnalare nel roster a disposizione di Fanciullo che ha utilizzato la sosta per un poderoso richiamo di preparazione atletica e per affinare alcuni meccanismi, sia in fase di possesso che in quella difensiva. Si gioca, come detto, oggi alle 18,30. Con l’obiettivo, nemmeno tanto nascosto, di trascorrere una domenica serena e di festa vera.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da