24022020Headline:

Terra di Tuscia, non è il caso di far drammi

A Napoli, sconfitta meritata ma decisamente troppo ampia nello scarto

I consigli di coach Fanciullo a Giancarli durante la gara di Napoli

I consigli di coach Fanciullo a Giancarli durante la gara di Napoli

Non inganni il pesante scarto finale: 25 punti per un complessivo 92-67. Il peggior passivo della stagione per la Terra di Tuscia che deve pagare pedaggio ad una straripante Mimi’s Napoli, che mostra anche nell’ultimo turno del girone di andata una qualità di altra categoria. I partenopei sono compagine destinata a giocarsi la prima posizione sino all’ultimo e con ottime probabilità di ottenerla. Di fronte a simili team, costruiti per il salto di qualità e attrezzati in ogni reparto, bisogna soltanto prendere atto della situazione e farsene una ragione.

La Stella Azzurra si inchina ad un avversario obiettivamente più forte e più dotato, ma stavolta non ci sono margini per recriminazioni di alcun genere. Anzi la squadra viterbese tiene il campo con assoluta dignità, mollando soltanto nelle battute conclusive, quando il punteggio pende inequivocabilmente dalla parte dei padroni di casa. Anzi, la squadra di Fanciullo riesce a chiudere addirittura in vantaggio i primi 10′ minuti con un sorprendente 27 – 24 che, naturalmente, non può essere ripetuto nei minuti successivi. Ma la contesa resta in equilibrio sino alla sirena dell’intervallo lungo: si va infatti negli spogliatoi sul 45-40 che lascia ancora qualche margine di speranza. Ma, alla lunga, i valori oggettivi vengono fuori: i cambi di Napoli sono allo stesso livello dello starting five e dunque in campo non si notano differenze. La Terra di Tuscia paga progressivamente pedaggio non solo alla migliore qualità dei partenopei, ma anche all’inevitabile stanchezza che affiora nella seconda parte del match. Alla fine, il margine è assai ampio e decisamente punitivo per i biancostellati che avrebbero meritato di andare sotto la doccia non caricati da siffatto passivo.

Fabio Marcante al tiro

Fabio Marcante al tiro

Nessun dramma, comunque, perché si trattava di uno di quei match dal pronostico pressoché scontato; anzi, alla prova dei fatti, l’avversario si è mostrato ancor più ostico e dotato di quanto statistiche e precedenti esibizioni avevano messo in evidenza. Ma non c’è tempo per riposare: domani si torna in campo per l’infrasettimanale che apre il girone di ritorno. Al PalaMalè arriva la Globo Isernia per una gara decisamente più alla portata della Stella Azzurra che, va ricordato, si impose con merito in trasferta nel match d’esordio del campionato.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da