10082022Headline:

Tutto (o quasi) quello che c’è da sapere

Cronaca, sport, politica, eventi, musica, teatro e altro ancora...

CRONACA

Tarquinia, aggiornamenti alla segnaletica digitale

tarquinia Segnaletica con codice QRPromuovere il turismo attraverso le nuove tecnologie, per conoscere in tempo reale la storia di piazze, palazzi e chiese grazie a cellulari, i-pad o tablet. Con questo obiettivo nel 2011 l’amministrazione comunale di Tarquinia realizzò la segnaletica turistica con codice QR (acronimo che sta per quickly response, ovvero risposta rapida), che negli anni ha avuto un ottimo riscontro. Per garantirne la massima efficienza, sarà effettuato un intervento di manutenzione generale, che vedrà anche un potenziamento dell’aspetto interattivo, con l’installazione di nuove applicazioni, tra cui un sistema di tracciabilità per realizzare percorsi di trekking urbano, grazie a dettagliate indicazioni per raggiungere i vari i punti d’interesse della città. “Dal 2011 alla comunicazione cartacea affianchiamo quella digitale, per raggiungere un pubblico più vasto – afferma l’assessore al turismo Sandro Celli – I tanti turisti ma anche i tanti cittadini che hanno usato sistema del codice QR, per conoscere o riscoprire il patrimonio storico e artistico di Tarquinia, hanno sempre espresso giudizi lusinghieri”. Per leggere i codici QR è sufficiente avere un cellulare dotato di fotocamera e di una applicazione scaricabile gratuitamente. Una volta avviata l’applicazione, basta inquadrare il codice da poca distanza e attendere pochi istanti per essere indirizzati al link, all’immagine o alle informazioni contenuti. Il progetto di aggiornamento sarà realizzato da Skylab Studios.

Vitorchiano, ancora attacchi dell’amministrazione alla minoranzanicola_olivieri

“Basta con queste provocazioni, basta giocare alle spalle dei cittadini: i soliti consiglieri di minoranza non hanno ancora capito il valore e il significato dei consigli comunali, insultando di fatto l’istituzione locale che anche loro rappresentano”. Lo si legge in una nota dell’amministrazione comunale di Vitorchiano che aggiunge: “Assurdo il loro atteggiamento anche quest’oggi, quando hanno nuovamente presentato una richiesta di consiglio comunale non deliberativo e con lo scopo di fare domande scritte (“per avere risposte orali”), una richiesta fatta con la medesima letterina con cui hanno fatto quella di dicembre, e per la quale sono stati già convocati due consigli comunali (il 29 dicembre e il 2 gennaio), assemblee abbandonate e disertate dagli stessi richiedenti. Infatti, dopo quanto già accaduto il 29 dicembre scorso (quando i soliti consiglieri di minoranza hanno preferito andarsene e non ascoltare il sindaco Olivieri che era intervenuto per rispondere alle loro, per quanto pretestuose, domande) siamo arrivati al paradosso del 2 gennaio quando, in consiglio comunale, in seconda convocazione, nessun consigliere di minoranza si è addirittura presentato. L’ennesima dimostrazione che il loro vero interesse è fare gazzarra (i video integrali dei consigli comunali precedenti ne sono una prova, così come gli inutili e inconsistenti paternali di alcuni portavoce a cui il sindaco ha già seccamente risposto) piuttosto che ricevere le risposte dal primo cittadino che era, in entrambe le occasioni, regolarmente presente; l’ennesima dimostrazione che questi signori non lavorano, e non hanno mai lavorato, negli interessi di Vitorchiano”. “Oggi abbiamo addirittura raggiunto il colmo con la presentazione dell’ennesima e identica richiesta: la cosa grottesca è che dal copia e incolla non hanno nemmeno tolto il primo punto, sebbene già discusso e deliberato in data 21 dicembre 2015 (in una separata assise). Un consiglio comunale, quello richiesto, peraltro incentrato su questioni di privati cittadini e su aspetti tecnici la cui risposta spetta agli uffici preposti e ai loro responsabili: proprio per questo ricordiamo che le risposte, già formulate dagli uffici stessi, erano già pronte a dicembre e lo sono tutt’ora, ma probabilmente, per certi consiglieri di minoranza, è irresistibile fare certi giochetti alle spalle e con i soldi dei contribuenti. Quindi diciamo basta a questi giochini, basta con queste costose, inutili e deleterie provocazioni a cui non vogliamo più sottostare. Vitorchiano merita molto di più”.

Usb in piazza contro la guerra

usbL’Usb, insieme ad altre forze sindacali, sociali e politiche che hanno promosso la piattaforma sociale Eurostop, ha indetto per domani una giornata di mobilitazione nazionale contro la guerra, per l’annullamento delle missioni militari italiane in scenari di guerra e per il taglio delle spese militari, con cortei a Roma e Milano. Sono passati  25 anni dai bombardamenti Usa nella prima guerra in Iraq, il terrorismo cresce e divampa in ogni angolo del mondo ed ha ora nel Califfato addirittura un suo stato. In questi anni la guerra ha alimentato e rafforzato il terrorismo, così come la vendita di armi e i profondi legami economici del mondo occidentale con quei paesi, come l’Arabia Saudita e la Turchia, che finanziano direttamente l’Isis. La guerra, lungi dal combattere il terrorismo,  sta producendo  morte, distruzione e barbarie. È diventata il pretesto per minare alle fondamenta le già fragili democrazie europee ed ha come conseguenza non marginale quella di  consentire ai governi europei di attaccare pesantemente il mondo del lavoro. L’Unione europea ha assunto la gravissima decisione di sottrarre dai vincoli dell’austerità di bilancio le spese militari, togliendo così ulteriori risorse che invece dovrebbero essere investite per rilanciare e aumentare la spesa sociale ed il welfare. Costruire un carro armato è più “utile” che costruire una scuola, un ospedale o investire per il percorso formativo di un giovane: questo è il senso della decisione della Ue. La stessa Unione europea che con le sue politiche di austerità e di riduzione del debito sta producendo in molti paesi un aumento esponenziale della disoccupazione, l’attacco ai salari e alle pensioni, la cancellazione dei diritti e del lavoro buono, la privatizzazione dei servizi sociali e dei beni comuni. La legge di stabilità finanziaria, approvata in Parlamento lo scorso 23 dicembre dalle forze politiche che sostengono il Governo Renzi, è la prova concreta di tutto questo: tagli alle risorse per il finanziamento delle poche forme di sostegno al reddito per i lavoratori licenziati o che perdono il lavoro per la chiusura degli impianti produttivi; aumento esponenziale della tassazione indiretta attraverso l’aumento delle tariffe per i servizi, compresi tutti i livelli di istruzione, dalla scuola materna all’università. Per queste ragioni i lavoratori, i disoccupati, i pensionati, le donne non possono assistere passivamente all’escalation militare in atto, ma devono riprendersi la parola, perché l’opposizione senza condizioni alla guerra, il rilancio del welfare, la difesa dei diritti e della democrazia costituiscono due facce della stessa medaglia. L’Usb sarà dunque in piazza a Roma e Milano per dire no alla guerra e alle spese militari, che sono lo strumento per preparare anche nel nostro Paese la guerra come dimostra la responsabilità italiana nelle operazioni in Libia.

EVENTI

Piansano, due giorni di festa per Sant’Antonio Abate

Andrea-di-virginio sindaco di Piansano

Piansano festeggia Sant’Antonio Abate con due giorni di celebrazioni religiose e iniziative popolari. Il programma è stato messo a punto dal comitato Classe 1966 in collaborazione con Comune di Piansano, Pro Loco e Parrocchia di San Bernardino da Siena. Domani, alle 10, Santa Messa in onore di Sant’Antonio Abate, presso la Chiesa della Madonna del Suffragio. Al termine (ore 11) salsiccia per i ragazzi delle scuole. Domenica, Messa alle 8.30 nella stessa chiesa, seguita (ore 9.30) dal raduno dei cavalieri presso la “pompa”, con colazione per tutti. Alle 10.30 di nuovo Messa al Suffragio e al termine la tradizionale benedizione degli animali in Piazza del Mercato, con sfilata degli animali per le vie del paese con il carro di Sant’Antonio e distribuzione dei regali ai bambini. Alle 13 è il momento del pranzo di Sant’Antonio, organizzato dal comitato Classe 1966 presso il salone parrocchiale (sotto la chiesa). Sarà servito un menù con zuppa contadina, trancio di polenta con bocconcini di maiale, fagioli con salsicce, cioccolato caldo e biscotti. Nel pomeriggio castagnole per tutti. La prenotazione è obbligatoria fino a esaurimento posti (info e costi: Mariella 339.4212911 – Daniele 339.5205494 – c/o Flower Point di Sonia De Santis). “Piansano celebra Sant’Antonio Abate – commenta il sindaco Andrea Di Virginio (nella foto) – una ricorrenza da sempre molto sentita sia nel nostro paese sia nel territorio della Tuscia. Un ringraziamento doveroso alla Classe 1966 e a tutti coloro che hanno collaborato alla messa a punto di un programma che coniuga il sentimento religioso, la tradizione popolare ed i momenti di socializzazione, nel segno della buona cucina e del divertimento”.

Al Museo del Fiore si costruiscono mangiatoie per uccellini

Bella, ma dura la vita dei piccoli uccelli che vediamo ogni giorno in giardino, sul balcone o nei dintorni delle nostre case, soprattutto d’inverno. Con materiali facili da trovare, un po’ d’impegno e un minimo di costanza possiamo aiutarli in questa difficile stagione realizzando per loro una mangiatoia. Sarà un vero spettacolo osservare da vicino le diverse specie che la frequenteranno, incuriosirci sulle loro abitudini e i loro comportamenti. Durante l’intera giornata di domenica (10.30  – 12.30, replica 14.30 – 16.30) , il Museo del fiore e gli operatori dell’Ape Regina saranno a disposizione di quanti vorranno cimentarsi nella costruzione di una bellissima mangiatoia per uccellini che potrà essere utilizzata per attirare ed aiutare gli amici alati durante l’inverno ancora in corso. Sarà possibile anche osservare dalle finestre del Museo, le mangiatoie installate visitate dai piccoli amici alati dei boschi della Riserva Naturale Monte Rufeno. Il costo è di 5 euro a partecipante, comprensivo anche della visita al Museo Per partecipare al laboratorio è necessario prenotarsi entro sabato 16  telefonando alla Coop. L’Ape Regina t(0763-730065; Centro Visite Comune Acquapendente (numero verde gratuito 800 411834 interno zero, dal martedì al sabato 9-13/16-19; domenica 10-13); email: info@museodelfiore.it.

POLITICA

Maurizio Pinna lascia Noi con Salvini Viterbo

maurizio pinnaMaurizio Pinna (nella foto) lascia Noi con Salvini. “In controtendenza con il momento favorevole che vede assalire il carro Noi con Salvini Viterbo, considerato dei vincitori, coerente con il mio pensiero, continuando a simpatizzare per Matteo Salvini a livello nazionale  – scrive in un comunicato – esco dal movimento locale del quale sono stato il cofondatore dopo aver militato con Lega Federalista quando il consenso era solo un miraggio. Quattro anni trascorsi credendo che sarebbe stato possibile cambiare. E forse lo sarà. Chissà?La decisione, sicuramente sofferta, ha origine da alcune situazioni che hanno inizio nell’estate scorsa e a nulla è valso dare tempo al tempo senza che, per quanto mi riguarda, peggiorassero. La politica è in continua evoluzione, i compromessi in agguato, le decisioni e le strategie possono avere durata giornaliera e poi improvvisamente cambiare. Chi o cosa è utile oggi potrebbe diventare scomodo e controproducente domani. La politica, d’altronde, deve produrre voti a tutti i costi, ma questo non vale per il Salvini che ho conosciuto personalmente. Tuttavia, parlando per me stesso, non posso scontrarmi con l’obbligo di coerenza, con la determinazione e la convinzione che ho sempre manifestato nei convegni e sulla stampa, avendo in mente un modello di politica e, soprattutto, un modo di fare politica, diversi dai canoni tradizionali cui siamo stati abituati. Non mi è caratterialmente possibile, per queste ragioni, offrire il mio impegno e compromettere la mia credibilità se le decisioni e le regole, stabilite da altri, non sono anche con me democraticamente discusse e condivise, ma solo dettate dall’opportunità e dalla scelta di una o due persone. La macchina Noi con Salvini Viterbo, così come una qualsiasi nuova organizzazione che vuole diventare grande, deve ancora superare una fase delicata, come avveniva con il rodaggio delle auto d’epoca. E secondo la guida si potrebbe pregiudicare il funzionamento futuro del motore oppure renderlo longevo”. “Alle persone di buona volontà, di qualunque movimento, che si mettono gratuitamente al servizio della politica per tentare di cambiarla, senza perseguire interessi personali o esasperatamente ideologici, senza la smania di primeggiare a tutti i costi – conclude Pinna – auguro forza, coraggio e le migliori soddisfazioni da reinvestire per il bene della nostra comunità viterbese e nazionale”.

TEATRO

A Montalto di Castro le peripezie in amore di Riccardo Rossiriccardo_rossi

Domani, alle 21, sul palcoscenico del teatro Lea Padovani di Montalto di Castro, andrà in scena “L’amore è un gambero” di Riccardo Rossi e Alberto Di Risio. Uno spettacolo in cui Riccardo Rossi spiega i trucchi per affrontare al meglio tutte le fasi di una storia sentimentale, tutte le avventure che un amore deve affrontare per sopravvivere a se stesso. Tutte le esperienze che abbiamo passato e che ci accomunano nelle storie d’amore sono legate dal fil rouge dell’esperienza: la prima dichiarazione, la telefonata che non arriva, la prima seduzione vera, da adulti, la prima convivenza, gli inevitabili “tradimenti”, le vendette e il primo matrimonio cui spesso ne segue un altro, il secondo, quello vero! E solo l’esperienza del passato, ripercorrendo tutto a marcia indietro, come farebbe appunto un gambero, ci fa capire come l’amore vero è quello che si ricorda, quello che “ti ritorna in mente” l’unico che ancora ci fa tremare la voce e brillare gli occhi. Con la consueta elegante ironia che lo contraddistingue, Riccardo Rossi stila il suo personale e imperdibile manuale d’amore. Perché senza amore non si vive. Senza questo show nemmeno… Info e biglietti: Teatro comunale Lea Padovani 0766/870115 www.teatroleapadovani.it. Biglietto intero 18 euro, ridotto 14.

SPORT

Atletica leggera, ottimi risultati nel raduno a Malta

eleonora schertel e monica condurelliTerminato il raduno tecnico a Malta degli atleti viterbesi, ospiti della società di atletica leggera Starmax. Quattro intense giornate, durante le quali iragazzi hanno mostrato impegno e spirito di dedizione, adeguandosi prontamente ai ritmi pressanti proposti. Un incontro collegiale, che ha visto circa 20 atleti della Tuscia confrontarsi con i coetanei di Malta, coordinati dai tecnici Mark Farrugia e Monica Condurelli, e che è stato arricchito da importanti test individuali su tutti gli atleti, i cui risultati si sono rivelati particolarmente interessanti, in quanto hanno mostrato per tutti un ottimo stato di salute e di benessere. Infatti, gli indicatori hanno rivelato un rapporto ottimale tra i vari indici di massa corporea, un ottimo stato del tono muscolare e un equilibrato contenuto di acqua corporea, risultato di una corretta alimentazione da parte delle famiglie nei confronti dei loro ragazzi e di un’attenzione particolare alla pratica sportiva da parte dei nostri allenatori, presupposto importante per sperare in buone prestazioni agonistiche per il nuovo anno sportivo. Sul piano sportivo, la professoressa Monica Condurelli (a destra nella foto, con la figlia Eleonora Schertel) ha proposto agli atleti viterbesi e maltesi una serie di esercitazioni sul salto in alto, in particolare sulla fase della rincorsa, che sono state apprezzate da tutti. Particolarmente ammirati  i salti di Umberto Battistin, Eleonora e Ludwig Schertel, che si sono espressi con salti ad altezze significative. Il tecnico maltese Mark Farrugia ha invece proposto, per i velocisti e i saltatori, allenamenti in cui si presentava la stretta combinazione tra le esercitazioni di forza con l’utilizzo del bilanciere, precedute da esercizi di rapidità ed esplosività, associati successivamente a prove di velocità o resistenza alla velocità, che hanno suscitato particolare apprezzamento da parte di Leonardo Bargagli, Andrea Perelli, Emanuele Peri, Andrei Bulboaca, Simone Battistin, Cristian Bizzarri, e dalle ragazze Anna Lisa Portoghesi, Lorena Marino e Roberta Infelli, quest’ultima impegnata anche negli allenamenti di resistenza. I mezzofondisti Anton Ivanikhin, Eugenio Paoloni e Davide Castellana  si sono confrontati con alcuni mezzofondisti di Malta in allenamenti molto produttivi soprattutto sul piano metodologico. Mentre, i lanciatori Simone Piazzolla, Elisabetta Luchetti e Claudia Capati si sono confrontati sulle tematiche del lancio del disco e del giavellotto.

Gli studenti della Tuscia a lezione di bowlingbowling 2

Promossi dalla Rete di scuole sostenuta dall’Ufficio scolastico provinciale (USR Lazio – Uff. X – AT Viterbo), si sono svolti, presso il “Bowling Ciao” di Viterbo gli incontri tematici dedicati al bowling. Si tratta di manifestazioni non competitive aventi finalità esclusivamente promozionali e di approfondimento che rientrano nella programmazione del Progetto “Scuola-Movimento-Sport-Salute”, patrocinato da Coni Lazio, Amministrazione provinciale, Asl, Ordine dei medici, Uil Scuola. Ogni incontro si svolge in due momenti: un’iniziale fase didattica e di approfondimento tecnico (tema), svolta direttamente in campo e una successiva fase ludica, dedicata al gioco stesso. In particolare, il tema è “Perfezionamento e sviluppo dei gesti tecnici e loro applicazione in fase di gioco” e viene sviluppato attraverso diverse proposte e metodologie didattiche attuali. Al primo incontro hanno partecipato  ITT L. da Vinci Viterbo (proff. Anna Cruciani e Francesca Pane) 5M-4F-5 Dis; Ist. Mag. “S. Rosa” Viterbo (prof. Giorgia Giorgini) 5M-5F; ITIS “U. Midossi” Civita C. (prof. Fabio Pucci) 6 M; IIS “F. Orioli” Viterbo (proff. Massimo Santo, Enzo Lo Verde e Giuseppe Rocchi) 6M-6F-12Dis; ISIS “Dalla Chiesa” Montefiascone (proff. Mauro Burla, Francesca Minonne, Daniele Ardito e Cristina Donati); IIS “F. Besta” Orte (prof. Anna Barbato) 1 Dis. Al secondo IC “XXV Aprile” Civita Castellana (proff. Milva Ferlicca e Enrico Mazzoni) 4M-4F-2Dis; IC “Ellera” Viterbo (prof. Luca Scipioni) 5M-4F-1Dis; IO “L. Da Vinci” Acquapendente (proff. Gabriella Dionisi e Ada Castiglione) 2M-7F-2Dis; IC “A. Ruspantini” Grotte di Castro (prof. Carlo Palumbo) 6M-7F; IC “Carmine” Viterbo (proff. Chiara Scotto e Giuseppe Moscatelli) 3M-5F-1Dis; IC “Fantappiè” Viterbo (proff. Alessandra Bartoletti, Luciana Bocci, Carla Patitucci, Luigi Cerolini e Lucia Petronio) 5M-5F-5Dis; IC “A. Stradella” Nepi (prof. Stefano Zancocchia) 3M-3F-1Dis; IC “A. Moro” Sutri (prof. Stefano Zancocchia) 4M-1F

bowling 3Per l’Ufficio scolastico provinciale, a seguire da vicino l’andamento degli incontri, è stata la professoressa Letizia Falcioni. “La manifestazione ha avuto un grande successo di partecipazione e un’importante ricaduta sulla diffusione della disciplina del bowling a scuola grazie alla competenza con cui i tecnici Fisb hanno saputo svolgere la parte didattica dell’incontro – commenta -. Essi hanno saputo catturare l’attenzione di quasi 100 ragazzi ed avvicinarli con entusiasmo a questo sport. Con tali iniziative, svolte in collaborazione con le diverse Federazioni, si riesce da un lato a conseguire un miglioramento tecnico dei ragazzi, dall’altro a fornire spunti per un aggiornamento degli insegnanti sul piano metodologico-didattico. Quindi, grazie di cuore ai tecnici federali e alla Società Pamola srl proprietaria del Bowling Ciao che ha generosamente messo a disposizione l’impianto”. “Grazie, infine – conclude – a tutti gli insegnanti presenti per la loro collaborazione ed il costante impegno per la diffusione della pratica sportiva scolastica e per non trascurare mai l’occasione per realizzare l’obiettivo educativo dell’integrazione, che oggi ha avuto un particolare successo. Importantissima la presenza di un gran numero di genitori che ringrazio di cuore perché in tal modo attestano ai loro figli l’importanza dello Sport nel loro percorso di crescita personale”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da