03122020Headline:

“Sindaci, mobilitatevi con noi”

Accorato appello del Comitato pendolari Ferrovia Roma Nord

La stazione della Roma Nord a Porta Fiorentina

La stazione della Roma Nord a Porta Fiorentina

Dal Comitato pendolari Ferrovia Roma Nord riceviamo e pubblichiamo:

“Abbiamo più volte segnalato come Comitato che, da quando è stato istituito il nuovo orario di servizio (settembre e poi ottobre 2015) ci sia stato un lento, inesorabile e progressivo depotenziamento della tratta in questione.
Possibile che solo noi utenti e qualche altra associazione, come ad esempio Legambiente, veda delle grosse potenzialità (molte delle quali inespresse) per questo bellissimo tratto di ferrovia? Ci sono delle vere e proprie opere di ingegneria, che si fondono con un paesaggio bellissimo e per certi versi unico. Atac e Regione Lazio non colgono queste opportunità, sembra. Ci piacerebbe tanto essere contraddetti con i fatti e non con le solite promesse (elettorali, in questo periodo), ma purtroppo la realtà incombe pesantemente e ne vedremo i devastanti effetti dopo la fine del Giubileo e comunque sicuramente dal 2017.
Attiviamoci tutti adesso, finchè c’è speranza, a cominciare dai sindaci dei comuni interessati: Morlupo, Sacrofano, Castelnuovo di Porto, Rignano Flaminio, Riano, Civita Castellana, Viterbo e tutti gli altri che non menzioniamo ma che hanno il diritto-dovere di intervenire in massa a difesa di questo fondamentale mezzo di trasporto!
Abbiamo chiesto di convocare una Conferenza dei Sindaci dell’area Cassia, Flaminia e Tiberina: a parole tutti d’accordo, ma nei fatti nessuno per ora prende l’iniziativa per stabilire data e ora.
Si parla tanto di mobilità sostenibile, di ecologia, poi mettiamo gli autobus al posto del treno! Questa cosa è vergognosa e va combattuta, insieme alla colossale evasione tariffaria e alla mancanza di controlli  da piazzale Flaminio a Viterbo.
Speriamo che il nostro grido non cada nel vuoto, altrimenti ci ritroveremo con seri problemi la cui gestione esula dal nostro contesto: provate a pensare a andare al lavoro, a scuola o comunque a raggiungere Roma la mattina, e poi ritornare a casa la sera (o viceversa) senza avere il treno sicuro. Pensate a quanto saranno trafficate (molto più di adesso) le principali vie di accesso (Flaminia, Cassia e Tiberina) e a quanto smog dovremo respirare.
Se avete come noi questa paura, allora è giunto il momento di lottare seriamente e non solo a parole. Noi come Comitato continueremo con l’opera di segnalazione e di denuncia ma voi scrivete al vostro sindaco, al vostro comune o alla vostra circoscrizione, fatevi sentire”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da