01122020Headline:

Tutto (o quasi) quello che c’è da sapere

Cronaca, sport, economia, eventi, teatro e altro ancora...

CRONACA

Civita Castellana, scuole chiuse per Carnevale

carnevale civitonico 3In vista degli appuntamenti del Carnevale Civitonico l’amministrazione comunale informa che il sindaco ha emanato due distinte ordinanze per il 4  e per il 9 febbraio in merito alla chiusura totale o anticipata delle scuole. Domani chiusura anticipata alle 13 delle seguenti scuole: Gramsci, Priati e Collodi; Sassacci, A. Cerquetti, Don Bosco, A.M. Ercolini. Martedì è invece prevista la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale, ad eccezione dell’asilo nido Rosa Cardinali che chiuderà anticipatamente alle 12. Le ordinanze complete sono disponibili sul sito del comune di Civita Castellana.

A Tarquinia gli studenti del Cardarelli “lavorano” all’Ufficio turisticotarquinia Segnaletica con codice QR

A Tarquinia la promozione del turismo sul territorio passa anche dalle scuole. E’ questo il risultato del progetto di alternanza scuola lavoro previsto e avviato per il corso turistico dell’Istituto Cardarelli di Tarquinia grazie alla collaborazione con MyLoveItaly e all’assessorato al Turismo del Comune. Un percorso iniziato a dicembre e che terminerà, almeno per questo anno scolastico, a luglio e che coinvolge le classi terze.In questa esperienza gli studenti  affiancano gli operatori e i collaboratori dell’Ufficio Informazioni Turistico, Barriera San Giusto, occupandosi di front e back office, e acquisendo importanti “skills” da portare nel mondo del lavoro come accogliere i clienti/turisti, occuparsi delle prenotazioni, promuovere il territorio e le attività. “Sono estremamente soddisfatto – dichiara l’assessore alla pubblica istruzione e turismo Sandro Celli – della sinergia che si è creata sul territorio tra imprese e scuola. Due realtà giovani che lavorano per la promozione ed il turismo di Tarquinia, un ciclo che passa dalla scuola al lavoro in cui il territorio è il punto di forza e unione. In qualità di assessore e cittadino della città non posso che esserne entusiasta e continuare a lavorare affinché questo legame si rafforzi”. “Sono orgogliosa di questo progetto – aggiunge la dirigente scolastica Laura Piroli – perché permette  ai nostri ragazzi di confrontarsi con il mondo del lavoro ed è bello e costruttivo che lo facciano nella loro città. Ritengo importante che gli studenti possano mettere a disposizione, del territorio che li ospita, le loro competenze. Spero vivamente che tutti coloro che escono dalla nostra scuola possano continuare il proprio percorso in una città come la nostra, a vocazione turistica, e che questo scambio, tra scuola e territorio, continui il più a lungo possibile”.

Cotral, incontro in Provincia

Oggi, alle 10, presso la sala consigliare della Provincia di Viterbo, un incontro sul tema del trasporto pubblico. Partecipano il presidente e l’amministratore del Cotral, i sindaci e una delegazione di studenti, per verificare l’attuale situazione. “In base alla legge Delrio tale argomento rientra nei miei compiti istituzionali -spiega il presidente Mazzola – e farò il possibile, per quanto di mia competenza, al fine di garantire agli studenti un trasporto pubblico efficiente e puntuale. Durante l’ultimo incontro svolto con i vertici del Cotral e l’assessore regionale ai trasporti, in merito ai recenti disservizi nel trasporto pubblico provinciale, avevamo concordato di vederci a breve per confrontarci in merito agli accordi presi ed ai relativi risultati. I nostri ragazzi hanno bisogno di poter usufruire di trasporti pubblici degni di questo nome perciò mi impegnerò affinché questo possa realizzarsi nel più breve tempo possibile”.

VignaValle, grande festa per i bambini

pentolaccia2010037bEsordio col botto per VignaValle, il Carnevale che domenica scorsa ha unito due paesi contigui, Vignanello e Vallerano, in un tripudio di coriandoli e colori. Centinaia le maschere e tanti i carri allegorici che hanno preso parte al lungo corteo che, partendo da piazza della Repubblica a Vallerano si è concluso con la sistemazione del Puccio in piazza Cesare Battisti a Vignanello. E’ stato un pomeriggio di festa, che ha rinnovato, vista la massiccia adesione, gli antichi fasti di una tradizione assai sentita, soprattutto nei piccoli centri. Grande soddisfazione quindi, sia da parte degli organizzatori, l’associazione sportiva dilettantistica e culturale Una Pallina e un Cerchio – Tribù che Balla, sia dalle moltissime persone, di tutte le età, che hanno partecipato al serpentone variopinto allietato da trampolieri e mascotte. I festeggiamenti continuano domani, giovedì grasso. Nella palestra comunale si terrà infatti una grande festa per tutti i bambini. Nel corso del pomeriggio si alterneranno balli, giochi ed animazione, e, per merenda,  golosissime porzioni di pane e nutella. L’appuntamento all’insegna del divertimento è a partire dalle 15,30. L’ingresso è un biglietto della sottoscrizione a premi a favore del Carnevale. Per info e prenotazioni: tel. 334/5620186-329/3860324

Civita Castellana, Angelelli: “Parcheggi, bando pubblico per il nuovo assetto”AngelelliGianluca

Il sindaco di Civita Castellana interviene a seguito delle considerazioni sollevate sul riordino dei parcheggi in piazza Matteotti e sull’affidamento dei parcheggi a pagamento in tutta la città. “Le strisce blu servono per regolamentare i parcheggi nelle zone dove è necessario contemperare le esigenze dei residenti con quelle del commercio – spiega Gianluca Angelelli (nella foto) –  sorprende non poco constatare che oggi i Fratelli d’Italia- Alleanza Nazionale sono contrari ad una iniziativa che ha visto la luce con la precedente amministrazione guidata proprio dalla loro forza politica, la quale tuttavia non era mai riuscita ad affidare il servizio, nonostante l’indirizzo politico chiaramente espresso dalle delibere e dagli atti conseguenti. Oggi per fare un po’ di speculazione politica ‘un tanto al chilo’, gli stessi Fratelli d’Italia si schierano dalla parte dei cittadini e dei commercianti vessati, senza sapere che in molte parti della città come al centro storico e come a Borghetto l’amministrazione ha provveduto dapprima anche ad ascoltare gli interessati e poi ha agito di conseguenza. Inoltre i parcheggi blu non servono per far fare cassa al comune, come da loro sostenuto, ma solo per regolarizzare il parcheggio in quelle zone in cui residenti e commercianti hanno, giustamente, necessità diverse da accordare. Proprio in questa ottica il nuovo affidamento delle soste a pagamento prevede al centro storico un incremento delle zone in cui sarà consentito sostare soltanto per un certo tempo, in modo da avere a rotazione il maggior numero possibile di stalli liberi”. £Per quanto riguarda piazza Matteotti – conclude il primo cittadino – è in arrivo un bando pubblico per la sua sistemazione e il suo riordino, che avverrà attraverso un processo partecipato con l’intera cittadinanza, per scegliere insieme a tutti i civitonici l’assetto migliore da dare alla piazza centrale del centro storico. Il bando è pronto e sarà deliberato alla prossima giunta. Saranno, a quel punto, non più i negozianti, i residenti o gli amministratori a decidere della piazza, ma tutti i cittadini di Civita Castellana che avranno diritto di esprimersi e di scegliere il progetto più congeniale e che ritengono migliore per le proprie esigenze”.

EVENTI

Conferenza di Massimo Onofri all’istituto Orioli

massimo onofriDomani, parla di letteratura e in particolare di letteratura siciliana nell’Aula Magna delle Conferenze dell’istituto Orioli di Viterbo. In cattedra a parlare agli studenti “oriolini” il professor Massimo Onofri (nella foto a sinistra), scrittore viterbese d’eccezione, ordinario presso l’Università di Sassari, saggista, critico letterario, vincitore del Premio Brancati e  del Premio Fondazione De Sanctis nella sezione speciale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, appena uscito dal grande successo del suo ultimo libro ” Passaggio in Sardegna”. La presenza del professor Onofri, invitato dal preside Pasquale Picone  (nella foto sotto), è motivo di orgoglio per l’istituto Orioli, una scuola da anni impegnata nell’organizzazione di seminari, incontri, giornate di studio e convegni, nonché sede della sezione viterbese della prestigiosa  Società filosofica, che il 17 febbraio prossimo ha fissato il suo meeting annuale.orioli picone

Una fucina di idee e di attivitá questo istituto che, da scuola dinamica e inclusiva come si afferma sul territorio,  continua instancabilmente la sua opera di formazione dei giovani, con attivitá laboratoriali e di profonda cultura. L’incontro con Onofri è uno di questi e sarà, ancora  una volta, l’occasione per aprire le porte  della scuola a chi può testimoniare egregiamente cosa significhi fare cultura e  formazione ad alti livelli, a chi un tempo era prof negli istituti della provincia e oggi siede in una cattedra universitaria e pubblica per grandi testate nazionali, a chi si definisce l’ultimo degli etruschi e che resta, inoltre, tra i migliori esempi di nostro concittadino studioso e scrittore di rare qualità.

CULTURA

San Valentino fra le tombe etrusche di Tarquinia

tombe etrusche tarquiniaA San Valentino facciamoci sedurre dagli etruschi, con un itinerario tra le più belle tombe dipinte della necropoli di Tarquinia. Il 14 febbraio, giorno degli innamorati, Artetruria dedicherà, alle coppie, una suggestiva visita alle tombe delle Pantere, del Barone, dei Tori, degli Auguri e Aninas (necropoli Secondi Archi e Scataglini). Scendendo negli ipogei i visitatori, grazie alle puntuali spiegazioni delle guide, potranno ammirare e conoscere la straordinaria arte figurativa di questa civiltà. Il tutto in un complesso archeologico unico, dal 2004 Patrimonio dell’Umanità. “Il nostro è un invito a trascorrere una giornata tra arte e cultura insieme alla persona che si ama – spiega Artetruria –  non solo, perché vogliamo ‘far innamorare’ le persone dell’affascinante mondo dei Tirreni, sfogliando le pareti affrescate delle tombe, che raccontano una storia di 2500 anni fa”. Per info e prenotazioni il numero da chiamare è il 3318785257. Per le coppie una promozione imperdibile con il 30% di sconto sul costo della visita. Appuntamento alle 11 di fronte all’ingresso della necropoli Monterozzi (automuniti).

ECONOMIA

“Nel 2015 cala il numero di imprese artigiane nella Tuscia”

artigiani ediliziaAncora un anno con il segno meno. L’artigianato della Tuscia non è riuscito, nel 2015, a interrompere la serie negativa. Anzi, rispetto al 2014 il saldo tra nuove iscrizioni e cessazioni è peggiore: – 169 imprese. Le aperture sono state 519 contro le 688 chiusure di attività. E’ un dato che non sorprende, ma certamente preoccupa Luigia Melaragni, segretaria della CNA Associazione di Viterbo e Civitavecchia. “I dati Movimprese – Infocamere confermano che gli artigiani non sono ancora riusciti a risollevarsi, mentre il totale delle imprese ha evidenziato un incremento di 146 unità. Per l’artigianato della provincia di Viterbo, il trend non si discosta da quello nazionale: non si fermano le cessazioni. Persino nel Lazio, che pure resta in testa alla classifica delle regioni riguardo al tasso di crescita del complesso delle imprese, con un + 1,71 per cento, grazie soprattutto alla performance di Roma (+ 2,05)”. Su 688 chiusure, ben 359 si sono registrate nell’edilizia. Con questo settore, a soffrire di più è il manifatturiero. “Nonostante il Paese stia cercando, con tanta fatica, di rimettersi in piedi, restano nodi strutturali da affrontare con determinazione. Abbiamo bisogno di maggiore discontinuità nelle scelte dei governi, ai diversi livelli, riguardo alle piccole imprese. Un ulteriore impoverimento del nostro artigianato, del made in Italy, avrebbe effetti pesantissimi sul sistema economico – sottolinea Melaragni -. Dal 2007  sono state spazzate via, nella Tuscia, 730 imprese artigiane attive: da 8.391 si è passati alle attuali 7.661. E’ scomparso un pezzo importante del patrimonio imprenditoriale del territorio. Va fermata questa erosione, tanto più che molti studi economici indicano i mestieri basati sul saper fare tra i favoriti per il futuro. Più coraggio nelle riforme ma anche -conclude Melaragni- un sostegno reale all’innovazione dell’artigianato, dalle produzioni su misura alla filiera della manutenzione”.

TEATRO

A Montalto di Castro Marco Bocci interpreta Modigliani

marco_bocciDomani, alle 21, va in scena al teatro Lea Padovani di Montalto di Castro “Modigliani Modì Maudit”, di Angelo Longoni. A interpretare la vita e l’opera di Amedeo Modigliani l’attore Marco Bocci, uno dei volti più amati del piccolo e grande schermo. Raccontare la vita e l’opera di Amedeo Modigliani oggi non significa solo rendere omaggio a uno dei nostri pittori più famosi e amati al mondo ma anche rendere omaggio a un periodo storico. Dietro all’autore delle donne dal collo lungo c’è una vita vissuta in uno dei momenti più dinamici, movimentati, e stimolanti della storia del ‘900 europeo. Libertà, bellezza, verità, amore: queste sono le parole chiave del movimento d’artisti provenienti da tutto il mondo e residenti nei quartieri parigini di Montmartre e Montparnasse. Raccontare Modigliani significa rappresentare anche una delle storie d’amore più famose e commuoventi che abbiano mai riguardato un artista. Come in Romeo e Giulietta, l’amore tra Amedeo e la sua Jeanne Hebuterne non può sopravvivere agli amanti. Grande finale tragico e romantico di un amore totalizzante, come, del resto, era totalizzante la vita di Parigi in quel magico inizio di secolo. Non si può raccontare Modigliani senza descrivere le donne che lui ha amato e dipinto, con la loro dolcezza, la loro impenetrabilità e sensualità. Ed è proprio il mondo femminile che è al centro di questo spettacolo. Produzione Officine del Teatro Italiano. Info: Teatro Lea Padovani 0766/870115 www.teatroleapadovani.it; biglietti 1° settore: intero 20 euro – ridotto 17, 2° settore: intero 17 euro – ridotto 15 (la riduzione è prevista per i ragazzi fino a 25 anni e per gli adulti dai 65 anni).

SPORT

Karate, brilla la Shitei Kan di Vitorchianokarate vitorchiano

Presso il palazzetto di Montefiascone, prima fase provinciale di kata, organizzata dal Comitato provinciale della Fik (Federazione Italiana Karate) e valevole per la qualificazione ai campionati nazionali. Alla competizione hanno partecipato oltre 400 atleti. La Asd Shitei Kan di Vitorchiano, diretta dall’istruttore Antonio Scognamiglio e appartenente alla Scuole KeiKenKai di Viterbo del maestro Sergio Valeri, si è presentata con ben 10 atleti che hanno ottenuto i seguenti piazzamenti nelle proprie categorie: oro Elena Tundo, argento Alessio Vispi, bronzo Cristina Carriero, Gabriele Tundo, Lorenzo Cencioni, Anna Franco. Non minore è stato l’impegno di Mattia Cannarella, Mikael Scognamiglio, Claudia Carriero e Simone Cimichella Fiorani, che hanno affrontato avversari agguerriti e preparati. “E’ un grande risultato, frutto di impegno e sacrificio da parte di tutti i ragazzi appartenenti alla società di Vitorchiano”, queste le parole del tecnico Scognamiglio che inoltre ringrazia il Comune di Vitorchiano, che ormai dal 2008 ospita la Shitei Kan karate e tutti i suoi piccoli campioni.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da