24092022Headline:

A maggio si va tutti a leggere a Montefiascone

L'istituto Molinaro organizza la diciottesima Festa del libro, dedicata ai piccoli

L'istituto Molinaro in Comune

L’istituto Molinaro in Comune

Diciotto candeline. E niente patente per regalo. Al massimo un qualcosa da leggere, giacché a compiere gli anni è la “Festa del libro”. Manifestazione culturale organizzata dall’istituto “A. Molinaro” di Montefiascone, nell’ambito del contenitore più ampio denominato “Maggio nei libri”.
Il tutto si svolgerà nella settimana che va dal 2 al 7 del prossimo maggio. E per tutto si intendono un sacco di cose: esposizione di elaborati, mercato di libri, letture animate, laboratori creativi, incontri con autori. Più drammatizzazioni varie sparse tra il “Golfarelli” e il “Manzoni”, nelle sedi di Mosse, Zepponami e Grazie (tre quartieri dell’estesissimo comune).
“La scuola rappresenta il luogo privilegiato e speciale per promuovere itinerari e strategie atti a suscitare curiosità e amore per il libro – dicono dalla regìa – a far emergere il bisogno e il piacere della lettura come attività autonoma e personale che duri per tutta la vita e aiuti il ragazzo a crescere, alimentando la fantasia e la creatività. Il nostro istituto dispone di due fornite e aggiornate biblioteche, che gli alunni frequentano regolarmente con la guida dei docenti e che, da quest’anno offriranno il servizio anche nel periodo estivo”.

La scuola elementare

La scuola elementare

L’attività quindi è vista come un cardine della maturazione. Tant’è che parte da ottobre con la partecipazione al progetto ministeriale “Libriamoci”, prosegue con incontri insieme a lettori “socialmente autorevoli” (dal sindaco alla preside), attraversa ad aprile la “Giornata mondiale della lettura e del diritto d’autore”, e culmina nella suddetta Festa. “Che rappresenta per la nostra scuola il momento conclusivo dell’intero percorso annuale – chiudono, sempre loro – e annovera ogni anno tra gli ospiti noti autori per ragazzi, tra cui possiamo ricordare Simone Frasca, Bruno Tognolini, Roberto Piumini, Patrizia Fortunati, Angela Nanetti, Silvia Vecchini e quest’anno, Vincenzo Rea e Monica Baiona”.
Passiamo perciò al canovaccio del 2016, quando si svolgeranno contemporaneamente laboratori creativi in collaborazione con operatori della casa editrice Giunti, mostre dei lavori degli alunni, giornate di open-day per le famiglie, conferenze con Sapercoop e Sistema Museale del Lago di Bolsena, concerti per scuole secondarie  di I grado e di strumento musicale, gare di scacchi.
L’iniziativa è aperta a tutti, dai piccoli ai grandi, purché curiosi e motivati.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da