05122021Headline:

Raccolta oli esausti, Viterbo è in ritardo

Va reperita una zona per posizionare i contenitori, poi ci pensa (gratis) il Coou

L'assessore Saraconi pianta la bandierina di Viterbo che aderisce alla campagna CircOLIamo

L’assessore Saraconi pianta la bandierina di Viterbo che aderisce alla campagna CircOLIamo

Recuperare l’olio usato impedendone lo sversamento nell’ambiente non è solo un fatto di straordinaria importanza per la tutela dei luoghi in cui viviamo, compresi mari, fiumi e laghi, ma anche un vantaggio economico non trascurabile: dal 1984 ad oggi la rigenerazione dell’olio lubrificante ha permesso di risparmiare circa 3 miliardi di euro. Al centro resta comunque la questione ambientale:  un chilo di olio esausto rilasciato in mare, ricopre una superficie pari ad un campo di calcio. Il Consorzio obbligatorio oli usati attraverso aziende convenzionate (nella Tuscia se ne occupa la Saa di Vallerano) raccoglie e smaltisce l’olio esausto e fornisce pure i contenitori rinforzati per i versamenti. Tutto gratis. L’unica condizione è che le amministrazioni locali mettano a disposizione aree per poter posizionare i bidoni e per permettere a privati cittadini e aziende di conferire il liquido. Che, vale la pena sottolinearlo, è pericoloso e altamente tossico perché contiene metalli pesanti e altre porcherie di vario genere. E bisogna pure spiegare che per olio esausto si intende quello usato nei motori delle auto e non quello usato in casa, che è invece di origine vegetale.

L’anno scorso nel Viterbese sono state raccolte trecento tonnellate in più di olio esausto rispetto all’anno precedente, per un totale di 1035 tonnellate (nel Lazio sono state in tutto 10.062). Un buon risultato, ma si può e si deve fare meglio. E’ l’obiettivo che si pone la campagna educativa itinerante ”CiccOLIamo”, promossa dal Consorzio obbligatorio oli usati per spiegare e educare soprattutto i più giovani al corretto conferimento di queste sostanze. Intanto, il Comune di Viterbo, rappresentato dall’assessore Raffaela Saraconi, si impegna a reperire subito quelle zone che servono al Coou per il posizionamento dei contenitori. “Dopo di che- spiega – saremo pronti per firmare la convenzione con il Consorzio”.

A lezione di ambiente con gli esperti di CircOLIamo

A lezione di ambiente con gli esperti di CircOLIamo

Agli Almadiani la postazione mobile accoglie scolaresche in visita per illustrare nei dettagli che cosa accade quando quei liquidi vengono diffusi nell’ambiente e di come bisogna comportarsi per un corretto smaltimento. ”Oltre alle scolaresche – interviene Paolilli, responsabile tecnico di CircOLIamo – anche alcuni cittadini si sono informati: una persona ci ha confessato di aver fatto il cambio olio del motore in casa e adesso si ritrova 10 chili di materiale che non sa come smaltire”. ”Ci penseremo noi – interviene Alberto Hermanin, coordinatore della campagna – Ai cittadini e alle amministrazioni comunali non costa nulla: basta solo adibire un’area e poi interveniamo noi”. Plaude all’iniziativa anche Legambiente, rappresentata dal presidente regionale Roberto Scacchi: ”Siamo in prima linea e lavoriamo fianco a fianco col Coou. Le buone pratiche si imparano da piccoli e perciò il coinvolgimento delle scuole è importante”. ”Nella Tuscia – conclude Paolilli – abbiamo ottenuto buoni risultati, ma siamo convinti che ci sia ancora tanto da fare soprattutto nelle zone rurali dove ci risulta che talvolta l’olio esausto non viene correttamente smaltito. Segnalateci le problematiche e noi interverremo subito”. A proposito per saperne di più è a disposizione anche un numero verde: 800863048. Alla fine, l’assessore Saraconi pianta la bandierina di Viterbo che aderisce alla campagna di CircOLIamo: bisogna solo sbrigarsi a trovare le aree idonee.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da