26112021Headline:

Sindaco, si sbrighi a pulire le fontane

I fioretti per la Viterbese si mantengono, ma ad una condizione

sacrarioL’ho detto e, se accadrà davvero, intendo farlo sul serio. Per la mia Viterbese, per rivederla in Lega Pro, ho fatto un fioretto gialloblu e se tutto andrà come in tanti speriamo, voglio tenervi fede.

Il momento del mio bagno nella fontana di piazza del Sacrario, quindi, si avvicina. I risultati della Viterbese, che procede a passo spedito verso la Lega Pro, lo dicono chiaro: solo una manciata di punti separa ormai la banda di mister Nofri dalla vittoria del campionato, con l’unica diretta inseguitrice, il Rieti, a distanza di sicurezza di sei punti e col Grosseto fuori dai giochi addirittura a nove lunghezze (se ne facciano una ragione, in Maremma). E anche se la matematica ancora non ha emesso il suo verdetto, e anche se bisogna essere scaramantici fino alla fine, cominciare a pensare alla festa è lecito. È normale. È umano. Specie per chi, come me, attende questo momento da anni.

Onorare il fioretto sarà la prima cosa da fare in caso di vittoria, dunque. Vale per me come per tutti quelli che hanno aderito alla partecipata iniziativa di ViterboNews24. Farò, dunque, il bagno nella fontana dedicata ai caduti in piazza martiri d’Ungheria. Esiste, però, una condizione affinché io possa tenere fede alla mia promessa. E cioè che il Comune si impegni a pulirla, quella fontana (sperare che le pulisca tutte sarebbe non un fioretto, ma la dimostrazione terrena dell’esistenza di dio), altrimenti dovrò rinunciare al mio fioretto per evitare di lasciare questa terra anzitempo a causa di qualche esotica, o autoctona, infezione. Lo stato della vasca – per non parlare delle famiglie di muschi e altri parassiti che albergano sul monumento – non permette infatti la possibilità che io estingua il mio debito con la sorte. E questa non è cosa buona e giusta.

Non mi resta, quindi, che rivolgere un accorato appello al primo cittadino. Sindaco, me la pulisce la fontana per cortesia? Perché il bagno del fioretto altrimenti non lo posso fare! In fondo, converrà con me che non ci vorrà poi molto a far dare una disinfettata e una ramazzata a una fontana, no? Ecco. Attendo fiduciosa.

PS: scherzi a parte, lo so benissimo che fare il bagno nelle fontane della città non si può. Che è vietato, anche se poi lo fanno tutti quando si festeggia qualcosa che riguarda l’emotività della collettività, come la vittoria di un campionato della squadra del cuore o dei Mondiali da parte della Nazionale. Però sarebbe davvero bello se, fioretto mio o meno, il ritorno della Viterbese in serie C fosse accompagnato dal miracolo di una pulizia straordinaria delle fontane cittadine.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da