05072022Headline:

A Civita ora va di moda andare in biblioteca

Da oggi e fino a fine mese tantissime iniziative dentro e fuori la Enrico Minio

Il programma completo

Il programma completo

La cosa è tipo scatole cinesi, per intenderci. Oppure, per evitare di essere fraintesi, come le matrioske. Perfetto: la Russia calza meglio come esempio. Avanti.
Praticamente ci sarebbe, a livello nazionale, un’iniziativa che si chiama “Il maggio dei libri”. Campagna che ricopre l’intero Stivale, nata nel 2011, con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale della lettura nella crescita personale, culturale e civile.
A Civita Castellana, come poi in altri borghi della Tuscia, hanno deciso di aderire al nobile progetto. Stravolgendo il nome di partenza, che ora nello specifico diventa “Il maggio in biblioteca”. Perché? Uno: sono fatti loro. Due: è proprio in biblioteca che la manifestazione darà il meglio di sé. A proposito, la biblioteca si chiama Enrico Minio.
“Siamo estremamente contenti che da quest’anno la nostra struttura abbia deciso di aderire al contenitore nazionale – spiega l’assessore alla Cultura locale, Vanessa Losurdo – Per la prima volta Civita Castellana sarà all’interno della piattaforma di promozione e divulgazione alla lettura con un programma variegato. Si inaugura una nuova stagione per la Minio, che contribuirà a renderla un divulgatore ad ampio raggio”.
Partiamo con gli appuntamenti. Il primo è esterno. Stasera, nella chiesa di San Luigi Gonzaga di Sassacci, ci sta il cosiddetto book crossing. Cioè, verranno posizionati lì alcuni libri che le persone potranno prendere in prestito, per poi farli tornare indietro una volta terminati. Con l’occasione verrà attivata anche una mail (biblioteca1@comune.civitacastellana.vt.it), utile per scambiare opinioni e recensioni.
Domani, invece, tornando in sede, eccoti la presentazione del libro “Gioco giocattolo”. Curato da Valentina Rossi, accompagnata da diversi esperti del settore.

Vanessa Losurdo

Vanessa Losurdo

Mercoledì 25 il book crossing si sposterà a Borghetto, dove i libri saranno lasciati alla stazione ferroviaria. Due giorni dopo (alla Minio) altro volume da presentare: “Fiore de Nocchie” di Laura Ammannato. Con tanti stornelli e canti popolari nella memoria femminile dell’area cimina.
Il dì seguente l’associazione Active Media porterà il suo circolo letterario “Volta la carta” all’interno della biblioteca con “10 libri per me posson bastare”. Un incontro sul rapporto tra il libro e il lettore.
Si chiude il 31: Ferdinando Vaselli in biblioteca, per lo spettacolo “Sopra il cielo di San Basilio”, al quale assisteranno gli alunni della scuola media Largo Iannoni. Chicca di chiusura: per tutto maggio ci sarà “La valigia dei sogni”. Un viaggio itinerante con cui il personale della biblioteca porterà nelle scuole elementari e materne una “valigia” carica di racconti e filastrocche.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da