27012020Headline:

Librimmaginari, festival delle arti visive

Da oggi la rassegna organizzata dall'Arci: tre giorni di mostre, incontri e conferenze

La presentazione di Librimmaginari

La presentazione di Librimmaginari

La sesta edizione di Librimmaginari si apre con una tre giorni di mostre, incontri e conferenze. Al centro di questa edizione la mostra collettiva sul bosco Walden. La vibrazione selvatica, in cui il tema di questa edizione di Librimmaginari – il segno inquieto, viene indagata attraverso una escursione in un “bosco” di disegni.
Il segno inquieto focalizza l’incertezza del segno nel momento in cui si sfalda e diventa altro: materia, movimento, spazio. Librimmaginari indaga le cancellature, gli strappi e i luoghi in cui il segno si nasconde per aprire nuovi territori dell’immaginazione. L’inquietudine rende il segno fragile o marcato, mutevole o svanito, lacerato, soggetto a trasformarsi in qualcos’altro, a cambiare piano e dimensione. La tre giorni si chiude con un incontro con Riccardo Falcinelli, uno dei maggiori esperti di visual design in Italia. Il progetto è promosso da Arci Viterbo, con il patrocinio di Regione Lazio, Comune di Viterbo Associazione AI  Autori di Immagini; in collaborazione con Liceo Artistico Statale “Francesco Orioli” ed è realizzato nell’ambito de Il Maggio dei libri.

Oggi alle 10,30, presso Spazio Attivo BIC LAZIO via Faul 20, Francigena: il paesaggio tra mappature e smarrimenti Sentendo i nostri passi: progetto didattico interdisciplinare e di integrazione al Liceo Artistico Statale  “Francesco Orioli” di Viterbo con presentazione del prototipo del libro realizzato a cura degli studenti.

Il tipo Viterbo, nuovo carattere tipografico

Il Tipo Viterbo, nuovo carattere tipografico

Domani alle 18 allo Spazio Biancovolta, Via delle Piagge 23 Viterbo Walden. La vibrazione selvatica
Mostra collettiva di disegno e illustrazione (fino al 5 giugno). Continuando a riflettere sul disegno come territorio comune tra il mondo dell’illustrazione e quello dell’arte visiva, il nuovo progetto espositivo collettivo di Librimmaginari parte da un celebre libro della letteratura statunitense, capostipite di una serie di riflessioni sulla relazione tra uomo, ambiente e società: Walden. La vita nel bosco di Thoreau. Il concept della mostra è un viaggio nella terra selvatica (Wildnis) che ogni uomo ha in sé. Il bosco quindi come luogo dell’archetipo, passaggio verso una dimensione dell’inquietudine, della riconquista di una dimensione simbiotica con la natura, ed anche del suo lato oscuro e misterioso. ‘Il “Trattato del Ribelle” di Jünger ci restituisce un’immagine della foresta (che ritroviamo spesso anche nella mitologia e nelle fiabe europee, a testimonianza di quanto sia radicato nel nostro animo il simbolo del bosco), come luogo in cui l’uomo diviene sovrano di sé, ritrovando il contatto con quei poteri che sono superiori alle forze del tempo. Ma il bosco è anche sinonimo di fuga dal reale, astrazione e diventa spazio ideale di nascondimento come strategia di rifugio, mimetizzazione nella natura. Il bosco come luogo immaginario e psichico, foresta di segni e storie nascoste che si dispiegano all’interno di una mostra pensata come una grande installazione composita. Orari di apertura: dal martedì alla domenica dalle 17 alle 19.30; espongono gli artisti
Andreco, Marco Bernacchia, Zaelia Bishop, Lucilla Candeloro, Daniele Catalli, Luca Coclite, Massimo De Giovanni, Anke Feuchtenberger, Tothi Folisi, Magda Guidi, Simone Massi, Alex Raso, Stefano Ricci, Elisa Talentino, Violetta Valery.  A cura di Marco Trulli e Marcella Brancaforte

Sabato alle 17 BIC Lazio, Via Faul, 20-22 Viterbo Presentazione di Tipo Viterbo  
Un esperimento di lavoro collettivo di un gruppo di grafici per la realizzazione di un carattere tipografico liberamente ispirato alla iscrizioni della Sala Regia del Palazzo dei Priori di Viterbo; alle 17.30
Talk FIGURE CHE CI GUARDANO: incontro con Riccardo Falcinelli Uso dei volti nella grafica e nella comunicazione recenti. Riccardo Falcinelli si occupa di grafica editoriale  e insegna psicologia della percezione all’isia di Roma. Ha progettato libri e collane per vari editori, tra cui Einaudi e minimum fax, è autore di Guardare, pensare, progettare (Stampa Alternativa & Graffiti) e Critica portatile al visual design (Einaudi).

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da