28102020Headline:

E sabato tutti in piazza per i bolidi Mille miglia

La storica corsa d'auto, ormai divenuta sfilata, passa nuovamente per le via della città

La Mille miglia per le vie di Viterbo

La Mille miglia per le vie di Viterbo

“Pronti, partenza, via”. Le storiche vetture sono partite, stanno già in viaggio per arrivare sabato sulle strade di Viterbo e provincia per la terza tappa della Mille miglia 2016. La rievocazione storica della corsa Brescia-Roma-Brescia, giunta alla sua trentaquattresima edizione, è attesissima da chi ama i motori e soprattutto da chi ha passione per le auto d’epoca.
Sfileranno 440 vetture che rappresentano le più importanti case automobilistiche mondiali: Alfa Romeo (46 vetture), seguita da Fiat (39) e Mercedes-Benz (34). E ancora Lancia (25), Ferrari (22), Porsche (21), Jaguar e Bugatti (entrambe con 20 auto schierate al via) e Aston Martin con 17, l’elenco dei partenti è completato da altri nomi per un totale di 71 case costruttrici. In tutto hanno aderito equipaggi provenienti da 36 Paesi: naturalmente, l’Italia continua a essere maggiormente rappresentata con 269 partenti. In crescita le rappresentanze dalla Germania con 98 persone, Olanda con 68, Regno Unito con 61, Stati Uniti d’America con 50, Svizzera con 35, Belgio con 30 e Argentina con 17. Alla guida, come da consuetudine consolidata, saranno anche numerosi vip.
Intorno alla Mille miglia è nata una leggenda che racconta di un uomo che, con la sua automobile, cercava di superare in velocità i treni in corsa. Dalla gara “solitaria” vengono organizzate, alla fine degli anni ‘20, delle vere e proprie competizioni che sono a modo loro originali perché disputate sulle strade aperte al traffico e non sui circuiti. Lunghi percorsi, 1600 chilometri, per un itinerario a “otto”, Brescia-Roma-Brescia, da percorrere ad elevata velocità. La gara vera e propria ha, infine, lasciato il posto alla sfilata, per la rievocazione storica, delle vetture prodotte rigorosamente prima del 1957. Ma ci saranno anche altre 150 automobili – prodotte dopo il 1958 – partecipanti al “Ferrari Tribute to Mille Miglia” e al “Mercedes-Benz Mille Miglia Challenge”, riservati a vetture in prevalenza moderne delle due Case.

Mille Miglia, ancora Viterbo

Mille Miglia, ancora Viterbo

Sabato, dunque, si passa attraverso la Tuscia, nella tappa che riporta i concorrenti a Parma: arrivo previsto alle 20,45): Nepi, Monterosi, Sutri, Ronciglione (alle 7,45), Caprarola, Canepina, Viterbo (alle 8,40), Montefiascone (alle 9,05), Bolsena, San Lorenzo Nuovo, Acquapendente e Proceno sono i comuni della provincia che saranno toccati dalla Mille Miglia. Ma quali strade percorreranno di preciso? Perché, pensandoci bene, le auto d’epoca potrebbero vivere delle vere e proprie avventure. Potrebbero infatti incontrare la vecchia “signora spazzatura” lanciata da un auto in corsa sul ciglio della strada, oppure il “signor rifiuto ingombrante” abbandonato da qualche padrone che si è stancato di averlo tra i piedi, o ancora il “signor rifiuto tossico” che cerca di nascondersi, ma senza grande risultati. Per non dimenticare di quante “signore buche” di tutte le età e taglie potrebbero disturbare i piloti alla guida.
Ma d’altronde se i residenti di questi paesi riescono ogni giorno, da anni, ad affrontare le loro strade “incantate”, come non possono farlo allo stesso modo e per un solo giorno le storiche vetture della Mille Miglia?

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da