20012022Headline:

Etica e solidarietà: è l’agricoltura sociale

Il documentario "Nuove Terre" di Francesca Comencini proiettato ad Agraria

Il convegno sull'agricoltura sociale alla facoltà di Agraria

Il convegno sull’agricoltura sociale alla facoltà di Agraria

Etica, solidarietà, condivisione, ma anche economia, duro lavoro e profitti: questi gli aspetti confluiti all’interno di “Nuove Terre”, documentario firmato da Francesca Comencini e Fabio Pellarin e presentato nell’Aula magna della Facoltà di Agraria di Viterbo. Cinque cortometraggi di forte impatto emotivo, a tratti crudi per il modo in cui viene presentata la realtà, senza fronzoli né musiche di sottofondo, catalizzano l’attenzione dello spettatore sull’argomento principe del documentario: l’agricoltura sociale.

L’intento è quello di introdurre un altro aspetto, sconosciuto ai più, di questa filosofia: è infatti finita l’era in cui l’agricoltura sociale veniva vista come mero atto di beneficenza da parte delle aziende nei confronti delle fasce più deboli e disagiate. Adesso, gli ultimi della società vengono considerati a tutti gli effetti parte integrante del sistema agricolo, attraverso cui riescono a ristabilire con il lavoro e il contatto con la terra un senso di dignità smarrito fino a quel momento. Tutti i personaggi, dopo una prima fase di timore nei confronti del mondo del lavoro, riescono a ottenere un loro riscatto personale, annullando la paura di sbagliare, la paura di non farcela o quella di non essere apprezzati. Eppure, il loro lavoro dimostra di avere lo stesso valore di quello delle altre persone che si adoperano in questo contesto, perché la passione e la dedizione profusi hanno finora portato frutti significativi.

Uno dei vini premiati al Vinitaly di quest’anno col premio Angelo Betti e offerto al termine della presentazione del documentario, proviene dall’azienda agricola Capodarco, massima espressione di integrazione sociale combinato a uno sviluppo economico invidiabile. Lo evidenzia Carlo Haussman (assessore regionale all’Agricoltura) durante la conferenza tenutasi subito dopo la proiezione insieme al professor Saverio Senni, Fabio Pellarin e Alessandra Pesce del MIPAAF (Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali): “Sono storie di uomini, è l’uomo il soggetto, e questo è profondamente importante perché l’agricoltura è un settore in cui le mani hanno ancora un’importanza enorme” riuscendo a tenere come punto fermo il legame imprescindibile tra la Madre Terra e i suoi figli.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da