20012022Headline:

Tutto (o quasi) quello che c’è da sapere

Cronaca, sport, eventi, cultura, mostre e altro ancora...

CRONACA

Tarquinia, concluso il restauro del Pozzo Vipereschi

Pozzo Vipereschi prima del restauro tarquiniaIl pozzo Vipereschi in piazza Soderini tarquinia 1“Restituiamo ai cittadini  un altro straordinario esempio del nostro patrimonio artistico”. Lo comunica l’assessore Anselmo Ranucci, dopo la conclusione dell’intervento di posizionamento del pozzo Vipereschi in piazza Soderini.  “Riconsegniamo a Tarquinia questa importante opera – prosegue l’assessore ai lavori pubblici – Lo stato di degrado in cui versava il pozzo ha reso necessario un lungo intervento di restauro, con la supervisione della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici che ha seguito e approvato il progetto e indicato in piazza Soderini il luogo ideale dove collocarlo”. Ringraziamenti vanno al Consorzio di Bonifica della Maremma Etrusca e alle famiglie Cecconi e Terlizzi, che hanno donato il pozzo al Comune di Tarquinia.

Festa di fine all’Istituto Orioliorioli 2

Festa di fine anno a “colori” per l’Istituto  “F. Orioli”. Padiglioni espositivi di arte plastica, figurativa, grafica e design, mostre interattive, rappresentazioni teatrali, proiezioni di video, immagini multimediali delle bellissime visite d’istruzione organizzate durante l’anno scolastico, ma anche musica live, canti, percorsi sensoriali, balli di gruppo e una coinvolgente attività di integrazione. Tutto questo nell’ultimo giorno di scuola presso la sede del Liceo Artistico dove  gli studenti e gli insegnanti dell’Istituto “F. Orioli”  si sono incontrati per salutare un meraviglioso anno passato insieme. Un particolare ringraziamento va agli alunni del Liceo Artistico al personale Ata e alle tecniche che, per l’occasione, hanno allestito in poco tempo un percorso espositivo veramente coinvolgente. Una festa a colori anche per i numerosi genitori presenti, visibilmente sereni, felici di vedere esposti i lavori dei ragazzi, veri  protagonisti della manifestazione.

orioli 1La fine di un anno insieme, appunto a colori, e mentre si consumava il buffet offerto dagli  alunni, l’emozione è salita alle stelle quando il DJ ha dedicato l’immancabile “Notte prima degli esami” di Venditti  a tutti i maturandi dell’Istituto. Lacrime, abbracci e tanta commozione per tutti, soddisfatto il dirigente scolastico Pasquale Picone per la bellissima riuscita della manifestazione e  orgogliosi tutti  gli insegnanti  che quotidianamente sono sempre “tra, per e con” i loro studenti.

 

Artigianato digitale, prorogati i termini per il Sector Lab Digital Craft

perà (1)

Sector Lab Digital Craft, prorogati i termini per le iscrizioni. C’è tempo fino al prossimo 21 giugno per partecipare al bando dedicato all’artigianato digitale promosso dal Bic Lazio, in collaborazione con l’assessorato allo sviluppo economico e alle attività produttive del Comune di Viterbo, la Fondazione Carivit, la Cna Viterbo e Civitavecchia, l’Osservatorio dei Mestieri d’Arte e l’Accademia delle Belle Arti di Viterbo. Lo comunica l’assessore Sonia Perà (nella foto) che aggiunge: “Come lo scorso anno, il Comune condivide pienamente lo spirito di questa iniziativa, tesa a sostenere idee imprenditoriali innovative, da sviluppare nella filiera dell’artigianato artistico e tradizionale con l’impiego di tecnologie digitali. Un bando per scovare nuovi talenti in grado di proporre progetti imprenditoriali innovativi nel settore dell’artigianato digitale”. Coloro che parteciperanno al bando saranno poi chiamati a presentare i propri progetti durante l’open storming fissato per il prossimo 23 giugno presso lo Spazio Attivo di Viterbo a Valle Faul. Per ulteriori informazioni consultare il link http://www.biclazio.it/it/home/startup-lab-open-validation—sector-digital-craft.bic .

Asili nido comunali e convenzionati, c’è l’open day

alessandra_troncarelliAsili nido comunali e convenzionati: domani open day dalle 9 alle 12. Lo comunica l’assessore alle politiche sociali Alessandra Troncarelli che spiega: “Attraverso questa iniziativa, i genitori avranno modo di conoscere da vicino le diverse strutture comunali e convenzionate, presenti sul nostro territorio. Lo scorso maggio abbiamo provveduto al rinnovo delle convenzioni con i nidi. Attraverso il nuovo sistema di convenzionamento, l’utente potrà scegliere l’asilo nido più compatibile con le proprie esigenze, ovviamente nel rispetto della disponibilità dei posti fornita dagli stessi asili nido convenzionati”. L’assessore Troncarelli si sofferma anche su un altro aspetto. “Le iscrizioni, lo ricordiamo, si sono chiuse lo scorso febbraio, abbiamo comunque lasciato aperto il campo riguardante la scelta dei nidi. L’open day sarà funzionale proprio a tale scelta. Lo scorso anno, subito dopo il mio insediamento, ho ritenuto opportuno riaprire i termini per le iscrizioni. Tra novembre e dicembre sono arrivate oltre cinquanta domande. Sono intenzionata a riaprirle anche quest’anno, probabilmente a ottobre, ancora prima del 2015″. “Ringrazio tutti gli asili nido – conclude l’assessore Troncarelli – che si sono adoperati per aprire tutti lo stesso giorno e nello stesso orario. Invito tutti i genitori a visitare le strutture. Per le famiglie sarà un’importante occasione per conoscere da vicino i luoghi che andranno ad accogliere i propri bambini fino all’età di tre anni”. Queste le strutture che si potranno visitare in occasione dell’open day di domani: gli asili nido comunali I cuccioli, via Santa Maria in Volturno 27 e Il nido a colori, via dei Tarquini 4; l’asilo nido aziendale Università degli Studi della Tuscia, via E. Bianchi; gli asili nido convenzionati: Bottega dei Talenti, via Raffaello 16/h, Buon Pastore, via del Buon Pastore 13, Il giardino d’infanzia, via Garbini 105, L’Arca dei bimbi, viale Fiume 115 (Bagnaia), La Casetta delle fate, via Puccini 6, La Chioccia, via Donizetti 14, Milù, via del Pinturicchio, Pollicino, via Campo Sportivo scolastico 6, Pollicino 2, viale B. Buozzi 49.

A Montalto di Castro il seminario “Stop al bullo”  scuola_primaria_montalto

“Stop al bullo”: è il significativo slogan che definisce il seminario di due giorni svolto nelle classi quinte A e B della scuola primaria “Aldo Morelli” dell’Istituto comprensivo statale di Montalto di Castro. Considerando alcuni bisogni che si sono delineati  nel corso dell’anno scolastico, tenendo conto della delicata fascia d’età dei ragazzi di classe quinta e dell’imminente passaggio alla scuola secondaria di primo grado, l’insegnante Cinzia Bocci, con la disponibilità e la collaborazione delle colleghe di modulo, ha ideato e realizzato due giornate interamente dedicate alla conoscenza e alla prevenzione del fenomeno “bullismo e cyberbullismo”. Agli incontri hanno partecipato Graziella Menci, psico-pedagogista, e Stefania Pieri, sociologa e collaboratrice dell’Osservatorio Nazionale Bullismo e Doping. Molteplici le attività svolte: oltre a fornire ai ragazzi i pre-requisiti necessari per avere una visione generale del problema, sono stati proiettati filmati-testimonianza da parte di chi ha subito episodi di bullismo; la visione del recente monologo Cortellesi-Mengoni, attività di circle time, riflessioni dei presenti. I ragazzi hanno partecipato con senso di responsabilità e con la maturità necessaria per saper riconoscere ed affrontare nel modo giusto questo problema sociale, sapendo che si può sconfiggere conoscendo ed utilizzando le giuste strategie. A conclusione degli incontri, i ragazzi hanno ricevuto un attestato di partecipazione a quello che si può definire un vero e proprio “corso di specializzazione” per essere da subito ragazzi felici a prova di…bulli.

Ischia di Castro, approvato lo statuto della Fondazione Castro

rovine di castro 5L’Amministrazione di Ischia di Castro ha approvato in consiglio comunale con delibera lo statuto della “Fondazione Castro”. La Fondazione ha lo scopo di promuovere il territorio con attività turistico – culturali, l’organizzazione di manifestazioni, convegni e mostre ma soprattutto di valorizzare il Parco Archeologico “Antica Castro”.rovine di castro 4

Infatti, è volontà del Comune di Ischia di Castro garantire al proprio territorio un ventaglio di opportunità non solo culturali, ravvisabili in servizi efficienti che vadano sempre più incontro alle esigenze dei cittadini, mediante una moderna gestione dei servizi e l’attuazione di strategie che rilancino l’economia locale. In sostanza è intenzione dell’Amministrazione Comunale creare una rete turistico – culturale tra le attrazioni architettoniche e le bellezze paesaggistiche che passino attraverso la costituzione del parco archeologico. In questi termini la Fondazione è uno strumento innovativo per i piccoli comuni e si propone tra l’altro di attirare capitali anche privati per contribuire allo sviluppo del territorio, ma anche fondi europei con la partecipazione al Gal della Tuscia.

Tarquinia, cambia la viabilità nel centro storico

Cambia la viabilità nel centro storico per Tarquinia in Rosa e la processione di Sant’Antonio da Padova. Domani, dalle 9 alle 24, il transito e la sosta saranno vietati in piazza Giacomo Matteotti per consentire lo svolgimento della manifestazione. Domenica, dalle 17 al termine della processione, la sosta sarà vietata in via di Porta Tarquinia, via dello Statuto, piazza Nazionale e piazza Giacomo Matteotti. Il transito sarà vietato il tempo necessario al passaggio del corteo.

Acquapendente, nozze d’oro del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci

leonardo da vinci acquapendenteIl Liceo Scientifico Leonardo da Vinci di Acquapendente ha compiuto quest’anno il suo 50° anno di attività. In vista di tale evento, domani è stata organizzata una giornata interamente dedicata ai festeggiamenti.  L’accoglienza dei partecipanti fissata per le 9.30 sarà il preludio all’intitolazione del laboratorio di fisica del plesso in memoria della professorea Mariella Boggi, docente dell’istituto da pochi anni scomparsa, ma che rimane nel ricordo di studenti e colleghi. Seguirà il saluto della dirigente scolastica Luciana Billi. Quindi, il professor Orlando Araceli ripercorrerà le tappe più significative della storia dell’istituto. La mattinata proseguirà con la consegna degli attestati agli ex studenti iscritti al primo quinquennio, ossia quello che va dall’anno 1965 all’anno 1969, momento allietato da racconti e curiosità narrati direttamente dai veterani. Studenti ed ex studenti si esibiranno in perfomance musicali, proiezioni di fotografie e filmati di produzione della scuola saranno esposti nei locali scolastici.

La storia dell’istituto ha inizio nel lontano 1965, tre anni dopo l’avviamento dell’Istituto Professionale per l’Industria e l’Artigianato come succursale di quello di Foligno (che costituì il primo IPSIA della provincia di Viterbo). Nello stesso anno, ossia nel 1962, era stata approvata la legge sulla scuola media unica e l’obbligo scolastico era stato portato dalle elementari alle scuole medie. Il neonato liceo era stato allestito nella sede dell’ex orfanotrofio “Piccioni-Ravizza” in Via Cesare Battisti come sezione distaccata del “Paolo Ruffini” di Viterbo, ma per ottenere l’autonomia si dovette attendere fino al 1973. L’istituto rimase nel suddetto sito per 30 anni, dopodiché fu smantellato e riallestito nella sede attuale, inaugurata nel 1995. Il manifesto commemorativo è stata ideato dallo studente del Da Vinci Mario Pieri con l’attenta guida della docente di Disegno e Storia dell’Arte Tatiana Sugaroni. Si ringraziano i docenti Roberto Bandiera, Dario Cecconi, Marta Ronca, Eda Strappafelci per essersi proposti nell’organizzazione della festa, tutti gli ex studenti ed ex docenti (in particolare si ringrazia la professoressa Mara Galli) per aver contribuito con il materiale fotografico e non solo, ma soprattutto tutti coloro che prenderanno parte all’evento. Per concludere la manifestazione in allegria, nel cortile della scuola è stato organizzato un grande pranzo per studenti e docenti, vecchi e nuovi; sarà di certo un importante momento di condivisione, ricordo e convivialità.

SANITA’

“Le malattie respiratorie croniche”, convegno a Viterbopatrizia scavalli

Domani a Viterbo, dalle ore 9 presso l’Università degli studi della Tuscia, il convegno “Le malattie respiratorie croniche”. L’iniziativa è organizzata dall’Aipo, Associazione italiana pneumologi ospedalieri, con il patrocinio della Asl, del Comune di Viterbo, dell’Amministrazione provinciale e dell’ordine dei medici della provincia di Viterbo. Responsabile scientifico del convegno è il direttore dell’unità operativa Bpco e malattie respiratorie croniche dell’Azienda sanitaria locale, Patrizia Scavalli (nella foto). “Le patologie respiratorie croniche e, soprattutto, la bronco pneumopatia cronica ostruttiva (Bpco) e l’asma – spiega Scavalli – sono largamente diffuse e richiedono una gestione integrata non solo fra specialisti e medici di medicina generale, ma anche fra tutti coloro che si prendono in carico il paziente. L’evento formativo è stato pensato per rispondere all’esigenza di affrontare i temi caldi e attuali della pneumologia in una fase di mutamento dello scenario della sanità, in cui l’esigenza di razionalizzare la spesa sanitaria passa attraverso la realizzazione del percorso diagnostico terapeutico assistenziale per le malattie respiratorie che prevede la riduzione dei ricoveri ospedalieri, il rinnovamento della tecnologia e il telemonitoraggio, con conseguente miglioramento della qualità di vita per il paziente. Anche le responsabilità del giudizio medico/legale, estremamente attuali, come nel caso della sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (Osas) e della sonnolenza diurna, troveranno ampio spazio all’interno di una sessione sui disturbi respiratori del sonno”. Potranno partecipare all’evento tutti i medici e gli infermieri professionali, i quali avranno diritto ai crediti formativi Ecm. Per gli operatori della Asl di Viterbo la partecipazione è gratuita.

POLITICA

Sabatini: “Riconoscimento causa di servizio agli agenti di polizia locale”

polizia localeDal capogruppo di Cuoritaliani in regione Lazio Daniele Sabatini riceviamo e pubblichiamo: “Inizia a prendere forma il lavoro svolto in aula durante l’approvazione della legge di stabilità 2016 sul ripristino dei trattamenti infortunistici integrativi dei corpi di polizia locale e del riconoscimento delle cause di servizio di ogni eventuale conseguente infermità. Come gruppo consiliare, abbiamo inviato a tutti i Comandi dei comuni della regione una lettera nella quale illustriamo i provvedimenti adottati in Consiglio regionale e ne chiediamo la massima diffusione al fine di attivare la corrispondenza tra i fabbisogni reali di ogni struttura e le misure più adatte da mettere in campo per ottenere il massimo risultato in favore degli operatori. Questo passaggio si inserisce in un percorso più articolato che garantirà, nelle more della definizione di un’adeguata convezione con l’INAIL, lo strumento di tutela più idoneo per il personale e i corpi di polizia locale”.

ARTE

A Celleno mostra delle opere di Roberto JoppoloJoppolo 1

Oggi, a Celleno, fra le antiche mura di Castello Orsini ed in contemporanea con l’inizio della XXX Festa delle Ciliegie, apre al pubblico la mostra di alcune significative opere di Roberto Joppolo. La cerimonia d’inaugurazione sarà arricchita dal conferimento, da parte del sindaco Marco Bianchi, della cittadinanza onoraria al maestro Joppolo. L’artista, nato a Siena nel 1939, trascorse un breve, ma intenso periodo di permanenza a Celleno, dove aprì anche un laboratorio, dando inizio ad un legame affettivo, inalterato nel tempo, con la comunità cellenese.

Joppolo Celleno vecchio 3A Celleno nacquero progetti importanti come le porte, in rame sbalzato, del tempietto marmoreo di Andrea Bregno, nella Basilica di S. Maria della Quercia ed i primi bozzetti, in terracotta,  di opere moderne tra i quali l’opera assurta, in seguito, a simbolo del “Museo Roberto Joppolo” e “Omaggio alla Musica”, divenuto poi un monumento di circa 4 metro  realizzato in ferro nei laboratori di maestranze cellenesi. Joppolo negli anni ha realizzato mostre prestigiose nelle principali città italiane e opere nelle quali si manifesta a pieno tutta la sua libertà creativa. E sono le opere nate dalla sua passione per l’arte ad essere esposte nei suggestivi spazi del Castello Orsini a Celleno.

A Calcata tre location per il progetto di Ipazia Immaginepensiero Onluscalcata mostra 1

Da oggi a domenica 19 il borgo medioevale di Calcata sarà il teatro del nuovo progetto espositivo dell’associazione artistica Ipazia Immaginepensiero Onlus, che porterà in tre diverse location dell’incantevole paesino, sospeso su una rupe di pietra vulcanica e affacciato sulla Valle del fiume Treja, opere di pittori e scultori accomunati dalla stessa attenzione per le forme e il loro rapporto con il pensiero e la realtà. Nelle sale del Palazzo Baronale gli intensi colori dei paesaggi di Gabriella Amato si confronteranno con le vibrazioni delle forme sonore dello scultore Roberto Marino.

dav

dav

Il centro culturale Granarone ospiterà la ricerca svolta da Armando Pelliccioni dal 2006 al 2016 sulle relazioni tra geometrie euclidee, caos ed esplosioni, tesa a dare, in un serrato confronto tra arte e scienza, forma all’universale dell’uomo. Infine la “Grottaferrata” di Paolo Camiz offrirà spazio agli acquerelli con cui Orazio Cordischi trasforma in materia e colore l’invisibile dell’essere umano e alle sculture in ferro dello stesso Camiz, tra cui le recenti la Grande vela e la Selva dei totem. Oggi l’esposizione sarà inaugurata alle 17.30 al Palazzo Baronale, nel centro storico di Calcata. Successivamente sono previsti due incontri: alle 18,30 al Granarone (in via di Porta Segreta 8) e a seguire nella “Grottaferrata” di Paolo Camiz (in via Marconi 10). Sabato 18 , alle 18, nel Palazzo Baronale si svolgerà un evento musicale che vedrà il polistrumentista Oscar Bonelli suonare strumenti etnici e far vibrare “le forme sonore” di Roberto Marino.

EVENTI

A Viterbo convegno sulla riforma degli enti locali

Riforma degli enti locali, se ne parla in un convegno oggi alle 17, in Sala Regia, a Palazzo dei Priori, alla presenza del sottosegretario di Stato al Ministero dell’Interno Gianpiero Bocci. Ad aprire i lavori sarà il sindaco Leonardo Michelini, seguirà l’intervento del presidente Cersal (Centro di Ricerche per la Storia dell’Alto Lazio) Luciano Osbat, del coordinatore regionale dei Borghi e Paesi del Lazio Francesco Chiucchiurlotto, di Domenico Faggiani, autore del libro “Gli Enti locali in epoca fascista”, che verrà presentato nell’ambito del convegno, e del presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta su Aldo Moro, Giuseppe Fioroni. L’intervento conclusivo sarà affidato allo stesso sottosegretario Bocci. “Questo convegno – ha spiegato il sindaco Michelini – fornirà l’occasione per addentrarci in una tematica tanto complessa quanto attuale. Un momento di approfondimento delle prospettive di riforma, per discutere di una diversa articolazione territoriale e programmazione amministativa”. Sono invitati a partecipare tutti i sindaci e gli amministratori locali.

A Vallerano parte la Festa della Birravallerano FestaBirra

Dopo la Sagra della Frittura, che lo scorso fine settimana ha aperto il Giugno Valleranese, l’Associazione Religiosa San Vittore Martire – Comitato Festeggiamenti 2015-2016 in collaborazione con il Consiglio Giovani di Vallerano organizza da oggi a domenica la Festa della Birra. Presso il giardino comunale, dalle 19 saranno aperti gli stand gastronomici e le serate saranno animate da concerti live e dj set. Oggi alle 19 dimostrazione di Super Jump con l’insegnante Laura Agnitelli, in collaborazione con la palestra M.A. 88 . Alle 21 esibizione di Musicultura – Scuole di Musica di Vignanello e Vallerano , a cui seguirà (ore 22.30) il concerto dei Doppio Senso, cover band di Vasco Rossi. Domani alle 21 di nuovo le scuole di musica e quindi il rock dei Radio Marlene. Domenica dj set Albert dalle 19 e dalle 21.30 Ramiccia in concerto. Il Giugno Valleranese proseguirà il prossimo weekend con la Sagra della Porchetta (17-19 giugno), giunta alla quarta edizione, con cui il paese celebra la sua tipica porchetta prodotta artigianalmente. Si inizia di pomeriggio, alle ore 18, con la vendita di panini e pizze fritte, e si prosegue alle 20 con l’apertura degli stand gastronomici, per passare una serata in compagnia e all’insegna del buon cibo. Musica dal vivo e area bambini. Per prenotazioni e informazioni sui tre eventi è possibile contattare i responsabili ai seguenti numeri (anche WhatsApp): Luca 338.1121310; Francesco 348.2946348; Angelo 349.1841884; Gian Paolo 366.5028317. Mail: sanvittoremartire@gmail.com. Web: www.festasanvittore.com.

Tarquinia,“Il paesaggio agrario nella letteratura di viaggio”

La biblioteca comunale “Vincenzo Cardarelli” (in via Umberto I n. 34) apre le porte a Cerealia. Nell’ambito del festival culturale dedicato al mondo dei cereali, oggi alle 18, a palazzo Bruschi Falgari, bella iniziativa culturale dedicata al tema de “Il paesaggio agrario nella letteratura di viaggio”, cui seguirà una performance teatrale curata dall’associazione La Lestra (Teatro stabile), con la lettura di brani di celebri autori che hanno avuto modo di conoscere e apprezzare il territorio di Tarquinia. Al termine, l’agriturismo il Quadrifoglio proporrà una degustazione di prodotto locali.

CULTURA

In Biblioteca Fabio Stassi con “La lettrice scomparsa” 

biblioteca fabio stassiA Gli Speciali in Biblioteca arriva Fabio Stassi: nell’ultimo romanzo del pluripremiato scrittore viterbese, ci sono un professore precario, una soffitta a Via Merulana adibita a studio di biblioterapia e un giallo da risolvere – sempre con l’aiuto dei libri.  Reduce dalla presentazione ufficiale al Salone del Libro di Torino, Fabio Stassi arriva a Viterbo (oggi alle 17,30) con “La lettrice scomparsa”, sua ultima fatica pubblicata da Sellerio Editore. Come sempre nei romanzi di Stassi, i libri e le storie sono protagoniste del romanzo, in quanto la vicenda si svolge intorno allo studio di biblioterapia aperto da un professore disoccupato in una soffitta a via Merulana. Si chiama Vincenzo Corso, detto Vince, per anni è stato prigioniero delle graduatorie della scuola, e un settembre si è ritrovato per strada. Nessun incarico di docenza, l’amarezza del fallimento che suggerisce una fuga. Ma Vince tenta l’ultima scommessa con se stesso: aprirà uno studio di biblioterapia: curerà le persone attraverso la lettura di libri. Intanto tra gli inquilini del palazzo scompare la vicina del piano di sotto, la signora Parodi, e il marito è subito al centro di tutti i sospetti. Eppure, per Vince Corso, qualcosa non torna. Il nuovo romanzo di Fabio Stassi si situa nell’enigmatico crocevia dove i mondi inventati della letteratura invadono lo spazio reale della vita. I libri diventano terapie per i malanni dell’esistenza, e persino strumenti di indagine nell’oscurità di un delitto. biblioteca fabio stassi 1

“E’ con grande piacere che accogliamo nuovamente in Biblioteca Fabio Stassi, giovane autore che ha collezionato nella sua già grande esperienza di scrittore numerosi premi e riconoscimenti – afferma Paolo Pelliccia, Commissario Straordinario – e per di più con un libro che è uscito da pochissimo ed è stato presentato solo al Salone del Libro di Torino”. Fabio Stassi è un bibliotecario della Sapienza. Vive a Viterbo, e scrive sui treni, da pendolare. E’ autore dei romanzi Fumisteria (Sellerio 2015, Premio Vittorini per il miglior esordio), È finito il nostro carnevale (Minimum Fax, 2007),La rivincita di Capablanca (Minimum Fax 2008, Premio Palmi e Premio Coni),L’ultimo ballo di Charlot, (Premio Selezione Campiello 2013, Premio Sciascia, Premio Alassio, tradotto in 19 lingue) e Come un respiro interrotto (Sellerio, 2014). Sempre per Sellerio, nel 2013 ha curato l’edizione italiana di Curarsi con i libri. Rimedi letterari per ogni malanno e per Minimum Fax ha pubblicato Il libro dei personaggi letterari (2015). La lettrice scomparsa è il suo ultimo romanzo.

Ronald Balson ospite di Caffeina
Ronald BalsonRonald Balson (nella foto) presenta il suo nuovo romanzo “Ogni cosa è per te alla sala della biblioteca del Circolo Cittadino. L’appuntamento, il primo organizzato nella nuova sede della Fondazione Caffeina (in via dei Pellegrini 23), è per oggi alle 18. Balson, vincitore del Premio selezione Bancarella e già autore di “Volevo solo averti accanto”, esordio rivelazione del 2015, per mesi in vetta alle classifiche italiane e tradotto in mezzo mondo, sarà intervistato da Giorgio Nisini. “Un nuovo avvocato diventato bestsellerista protagonista di una bella fiaba editoriale”, ha scritto Bruna Giordani sulla Stampa. Primo ospite straniero del Circolo Cittadino, Balson racconta una storia potente sulla forza dei sentimenti che abbatte le barriere dell’intolleranza e dei conflitti che insegna come l’amore possa valicare ogni confine senza arrendersi mai. Sophie è figlia di un amore proibito. Di un amore impossibile. Perché suo padre è ebreo e sua madre palestinese. Entrambi hanno lottato contro tutto e tutti per restare insieme. Eppure solo la fuga ha permesso loro di non rinunciare a quel legame speciale che li unisce. Sono dovuti scappare negli Stati Uniti per diventare una famiglia. È lì che è nata Sophie. Ma proprio quando credevano di essere al sicuro, tutto cambia: la madre di Sophie muore all’improvviso e il nonno materno della bambina, che non ha mai accettato quel matrimonio, la rapisce per portarla in Palestina. C’è una persona che deve ritrovarla a ogni costo: suo padre. È pronto a tutto pur di poterla riabbracciare. Ed è allora che capisce che è un’impresa troppo difficile da affrontare da solo. Inaspettatamente un aiuto arriva da Catherine, che è avvocato, e da Liam, un investigatore privato. Solo loro credono in lui. Solo loro credono che l’amore sia un sentimento più forte dell’odio, della paura, della tradizione che diventa cecità. Un sentimento per cui nessuna sfida è mai troppo grande. Perché il destino sembra scritto, ma a volte ci vuole solo coraggio per cambiarlo, per scrivere una pagina nuova della Storia.

Alla Libreria Etruria Alma Minghi

Alla Libreria Etruria per  Incontri con l’autore, Alma Minghi presenta il libro Terresommerse, Appuntamento oggi alle 18 i n via Matteotti 67.

A Bagnaia conferenza su William Shakespeareshakespeare

Anche la piccola ma attenta Bagnaia aderisce alle commemorazioni di colui che è definito il più grande scrittore della cultura occidentale: William Shakespeare. In ricordo dei 400 anni della morte di questo grande personaggio l’Associazione Amici di Bagnaia-arte e storia e la Biblioteca La Torre di Bagnaia hanno voluto dedicare un pomeriggio di conversazione  su questo importante scrittore che ha lasciato ai posteri un numero rilevante ma soprattutto prestigioso di opere che vengono continuamente rappresentate in tutti i più autorevoli teatri mondiali. Oggi alle 18,presso il salone di Palazzo Gallo a Bagnaia, recentemente adibito a sala conferenze, Rossella Orsini ricorderà l’insigne personalità ripercorrendo la vita, le opere ed anche le curiosità che avvolgono il “Bardo”.

TEATRO

A Montalto di Castro lo spettacolo dei ragazzi del Centro socio riabilitativo Maratonda

Locandina montaltoOggi, alle 21, presso il teatro Lea Padovani a Montalto di Castro, è in programma  lo spettacolo “A MARE” dei ragazzi del Centro socio riabilitativo Maratonda a cura della Fondazione Solidarietà e Cultura. Anche quest’anno la fondazione ha voluto inserire tra le attività del Csr il laboratorio di teatro per offrire percorsi creativi che possano diventare canali di comunicazione vivi e vitali, capaci di arrivare ad una intera società. Per la prima volta, in questa occasione, parteciperanno tutti gli utenti del Csr, insieme agli operatori e diversi volontari. Una grande comunità in sinergia. Infatti, il laboratorio ha visto anche la collaborazione attiva dei ragazzi dell’Istituto Comprensivo Statale di Montalto di Castro. Il teatro, quindi, come spazio della coscienza, della comprensione e della condivisione, è un luogo in cui tutti diventano parte della realtà. La regia dello spettacolo è a cura di Chiara Gabriella Palumbo e Paolo Manganiello; testo scritto da Augusto Scano.

 

SPORT

Festa di fine anno degli arbitri viterbesi con Nicchiarbitri 1

Oggi, alle 18.30, a Viterbo, presso l’Auditorium del Polo culturale di Valle Faul, cerimonia di chiusura della stagione sportiva 2015-2016, organizzata dalla sezione di Viterbo dell’associazione italiana arbitri. Alla manifestazione parteciperanno il presidente nazionale dell’Aia Marcello Nicchi e altre importanti personalità dello sport. Durante la manifestazione riceveranno dei riconoscimenti agli associati che si sono particolarmente distinti nella stagione sportiva appena conclusa. Inoltre, saranno consegnati tre importanti premi: quello dedicato alla memoria di “Giuseppe Ioncoli” destinato all’osservatore arbitrale che si è distinto per meriti tecnico associativi; quello intitolato a “Igino Achilli” che riconosce i meriti del migliore dirigente sezionale; infine, il premio istituito per ricordare “Fausto Scapecchi” che viene consegnato al miglior arbitro della trascorsa stagione sportiva.   È previsto un ricordo di Umberto Aspromonte, storico associato recentemente scomparso.

Atletica, ai Campionati italiani Juniores e Promesse Ludwing Schertel e Simone Piazzola

Piazzolla Simone Disco (3) Schertel Giavellotto doc (1)Ci sono 600 iscritti – record dei campionati – in rappresentanza di 273 società e a caccia di 80 titoli. I campionati italiani Juniores e Promesse di Bressanone, in scena nell’impianto altoatesino da oggi  a domenica, si annunciano già da primato. Presente a Bressanone anche  l’Autocoreana Atletica Alto Lazio, con due atleti che negli ultimi periodi hanno conseguito i minimi di partecipazione indicati dalla Federatletica e saranno in gara nelle specialità di lancio e salto. Ludwig Schertel si presenterà nel salto in alto dove è accreditato della 19. prestazione con 1,92 e nel lancio del giavellotto con la 18. prestazione con 52,15 e Simone Piazzolla nel lancio del disco, dove è accreditato della 14. posizione con 40,15. In gara anche Eleonora Schertel nel salto in alto (quest’anno al CUS Perugia), per lei buone possibilità da podio essendo accreditata della 6. prestazione con 1,73.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da