05072022Headline:

Tutto (o quasi) quello che c’è da sapere

Cronaca, sport, eventi, musica, teatro e altro ancora..

CAFFEINA

Scende in campo anche Unitus

einsteinPrimo appuntamento dell’Università della Tuscia con il pubblico di Caffeina. Oggi al teatro San Leonardo alle 18 sul palco il prof. Nicola Vittorio, docente di astronomia e astrofisica all’Università di Tor Vergata. Nel 1917 Einstein (nella foto) pubblicò il suo lavoro “Considerazioni Cosmologi­che nella teoria della Relatività generale” introducendo la Costante Cosmologica nelle equazioni di campo della relatività generale. Da allora la costante cosmologica ha avuto alterne vicende fino a quan­do, alla fine del secolo scorso, gli astronomi Riess e Pelmutter scopri­rono che l’universo si trova oggi in una fase di espansione accelerata. Questa scoperta, confermata dai risultati dei satelliti WMAP e Planck, ha portato a postulare l’esistenza dell’energia oscura, che insieme alla massa oscura, costituiscono gli ingredienti del modello cosmologico standard. A ripercorrere lo sviluppo teorico e sperimentale di queste scoperte, presentando gli ultimi risultati del satellite Planck, è Nicola Vittorio, professore di astronomia e astrofisica presso l’Università di Roma Tor Vergata, che ha svolto studi di cosmologia teorica sulla fisica della formazione delle galassie e sulle osservazioni della radiazione cosmica di fondo ed è promotore e coordinatore del Piano Lauree Scientifiche, il progetto del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca Scientifica.

A Civita Castellana teatro e  escursione alla “Mola di Biscotto”Vanessa Losurdo civita castellana

Anche Civita Castellana entra a far parte del ricco programma di eventi di Caffeina. La manifestazione dell’estate viterbese si arricchisce della collaborazione con il Comune di Civita Castellana e, per suo tramite, delle molte associazioni locali che accompagneranno turisti e curiosi a spasso per i sentieri naturalistici dell’Agro Falisco e per le bellezze artistiche e architettoniche della città della ceramica. “Iniziamo quest’anno una collaborazione con Caffeina coinvolgendo in prima battuta le associazioni legate all’ambiente e al territorio – spiega l’assessore all’Ambiente e alla Cultura di Civita Castellana, Vanessa Losurdo (nella foto) – ci è stato chiesto di proporre eventi diurni durante le date del festival e noi abbiamo risposto con una serie di passeggiate per far scoprire al pubblico di Caffeina Civita Castellana con i meravigliosi luoghi naturali e storici dell’Agro Falisco. Ci auguriamo che questo sia soltanto l’inizio per una interessante collaborazione con il festival. Ringrazio Siat Servizi, Argilla Turismo, Active Media e Sentieri Falisci che si sono resi disponibili per la realizzazione degli eventi”. Oggi alle 10, “Living History – Una storia falisca”. Una compagnia di 15 attori racconta una storia realmente accaduta, alternandosi agli approfondimenti di una guida esperta. Una storia falisca unisce la bellezza di un luogo incontaminato, l’escursionismo, l’approfondimento storico e l’intrattenimento. Per il visitatore è un’esperienza suggestiva, divertente e sensoriale. Alle 15,30 escursione alla “Mola di Biscotto”. La Mola di Biscotto è una delle poche attività ancora visitabili e visibili insieme ad alcune vasche per concerie, delle innumerevoli attività agricole e artigianali che si svolgeva ai margini del nucleo abitato cioè all’interno dei valloni delle Forre che servivano oltre che da naturale percorso di fondovalle, per i collegamenti verso l’entroterra cimino e romano.

Gli appuntamenti di Slow Food

slow food village 310 -17 Area degustazioni Mercato con i produttori e i contadini

18 Apertura stand street food e botteghe del gusto

18,30 Area incontri Inaugurazione Mostra “Skyn & Food” di Cristiano Maggi, fotografo pubblicitario

18,45 Area SlowKids LABORATORIO PER BAMBINI Scopriamo la pedagogia della lentezza

18,45 Area degustazioni SCUOLA DI CUCINA: Il pesce con Salvo Cravero, docente Gambero Rosso

19 Enoteca SlowWine Tuscia Aperitivo con… il cappello Carlo Zucchetti presenta produttori e vini della Tuscia

19,15 Area SlowKids Merenda sana e nutriente con bimby

19,30 Osteria della Tuscia Gli osti della Tuscia presenti nella Guida Osteria d’Italia di Slow Food presentano le loro specialità

20 Area degustazioni LABORATORIO DEL GUSTO: I sapori della tradizione pontina, a cura di Fondazione Biocampus e Slow Food Latina

21 Area degustazioni LABORATORIO DEL GUSTO: Carlo Zucchetti presenta i vini di Volcanic Wines

21,15 Area incontri Cambiamenti climatici, cibo e gusto con  Vincenzo Ferrara, fisico  e climatologo dell’Enea; Riccardo Valentini, consigliere Regione Lazio; Francesca Rocchi vicepresidente Slow Food Italia; Edoardo Zanchini, vicepresidente nazionale Legambiente

22,15 Area degustazioni LABORATORIO DEL GUSTO: Carlo Zucchetti presenta i vini della cantina Tre Botti – Castiglione in Teverina

23,15 Area incontri Immagini dal Sud del mondo: speciale agricoltura Selezione di cortometraggi a cura di Aucs

23,30 Area degustazioni CHEF IN PIAZZA: Massimiliano Sabatini, Il Vicoletto 1561 – Vignanello e presentazione degli oli della Coop. Olivicola Canino – Canino

Per il dettaglio degli eventi, iscrizioni e costi si può consultare il sito caffeinacultura.eu o scaricare l’app con tutto il programma del festival.

CRONACA

Tarquinia, esami per gli allievi dell’Accademia Tarquinia MusicaAccademia Tarquinia Musica

Tempo di esami per gli allievi dell’Accademia Tarquinia Musica. Gli studenti della prestigiosa istituzione musicale saranno impegnati oggi e domani (presso l’IC “Ettore Sacconi”) nelle verifiche di fine anno, tra prove orali, scritte e audizioni. I ragazzi saranno valutati dalla commissione formata da docenti di conservatorio per il rilascio dell’attestato di frequenza con la relativa valutazione del livello raggiunto in ogni disciplina. Il 3 luglio, invece, alle 21 (ingresso libero), nella sala consiliare del palazzo comunale è previsto il concerto di fine anno, inserito nel programma delle manifestazioni estive del Comune. “Si conclude un 2015-2016 positivo, che ci ha visto protagonisti in molte manifestazioni e ha segnato l’inizio di un’importante collaborazione didattica con il CET di Mogol, per noi motivo di orgoglio – dichiara il presidente Roberta Ranucci –. I ragazzi hanno dimostrato impegno, passione e talento per la musica. Ora sono chiamati a un ultimo sforzo, prima della meritata pausa estiva. Per il 2016-2017 l’offerta didattica dell’Accademia Tarquinia Musica si arricchirà con le classi di violoncello e fagotto.

On line la nuova edizione del Gr Unitus

E’ sul sito dell’Università della Tuscia all’indirizzo: https://www.spreaker.com/user/radio-unitus/gr-unitus-edizione-del-24-06-2016 la nuova edizione del GR UNITUS. In questa edizione: Premio Innovazione: un incentivo ai dipendenti Unitus per proporre innovazioni in grado di migliorare le proprie condizioni di lavoro; il nuovo Spot di Ingegneria: la regista Valentina Bertuzzi parla del progetto; Unitus Summer Party: il voto degli studenti alla festa di fine anno; Caffeina 2016: l’Università della Tuscia parteciperà con il Festival delle Scienze

Tarquinia, cambia la sosta al Porticciolo

Cambia la sosta intorno al Porticciolo. Con l’apertura del nuovo parcheggio, sulla strada Mandrione delle Saline (tratto di 20 metri, dall’incrocio con via della Salara) la sosta è vietata a qualsiasi tipo di veicolo, su ambo i lati, ed è in vigore il divieto di sosta sul lato destro (per l’intera lunghezza in direzione di Civitavecchia). Istituito il divieto di sosta, su ambo i lati, anche in via F. Giorgi.

Ronciglione, saggi di fine anno dell’Istituzione Musica

ronciglione 1Si stanno svolgendo a Ronciglione i saggi di fine anno dell’Istituzione Musica. Decine di esibizioni, dai più piccoli agli adulti, in un teatro colmo di spettatori. “Ronciglione è città d’arte, dal teatro alla musica ed alla letteratura. E questa ne è l’ennesima dimostrazione – sottolinea il sindaco Alessandro Giovagnoli (nella foto a destra)- . Sono manifestazioni che non replicano i banali spettacoli di fine corso, ma che nella nostra cittadina assumono un significato differente e le famiglie sono consce di questo e più coinvolte. Sono i preludi alla partecipazione alla nostra Banda cittadina, celebre in tutta Italia; o alle numerose band di ragazzi che si avvicinano alla musica da professionisti, fino al successo nazionale ed internazionale. Così come già è stato per il teatro, nelle scorse settimane, anche in questo caso si riscontrano numeri in aumento, in controtendenza rispetto a molte altre attività”.Sindaco_Ronciglione_Alessandro Giovagnoli

“Ronciglione – conclude il primo cittadino – è un paese dove la cultura è la vera alternativa al disagio sociale, tanto da coinvolgere l’amministrazione direttamente con investimenti tesi al ridurre ogni distanza e preconcetto rispetto a libri, strumenti o palco, a cui spesso si preferiscono la TV o attività discutibili, figlie di questo periodo di precarietà conflittualità sociale”.

 Giampiero Monti nuovo presidente del Nastro Azzurro

La Federazione di Viterbo del Nastro Azzurro ha di nuovo un presidente decorato di medaglia al valor militare. Si tratta del primo maresciallo luogotenente (ris.) paracadutista Giampiero Monti, medaglia d’argento al valor militare; nel nuovo consiglio direttivo anche il generale (ris.) Giovanni Oddo, il paracadutista Domenico Moretti ed il paracadutista Pietro Vittori.

Tarquinia, approvato il bilancio di previsione 2016

Il sindaco Mauro Mazzola“Schizofrenico il comportamento dei consiglieri di minoranza. Da una parte alcuni consegnano una lettera in cui comunicano la loro assenza (Maneschi, Leoncelli e Serafini), dall’altra uno degli stessi firmatari, Serafini, si rimangia quanto scritto e si presenta in aula”. Lo afferma il sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola (nella foto), in merito all’approvazione del bilancio di previsione 2016 da parte del consiglio comunale. “Solo questo sarebbe sufficiente a delineare la loro inconsistenza politica – sottolinea il primo cittadino – Nonostante il bilancio di previsione sia stato ampiamente illustrato nelle sedi opportune, la minoranza si è resa protagonista di una discussione inconcludente, senza aver dato alcun contributo sostanziale, ma soffermandosi solo su piccolezze tecniche e cavilli, senza alcuna visione d’insieme. Un’inutile blaterare che ha trasformato il confronto sul documento in aria fritta…”. Mantenimento dei servizi essenziali, taglio di due punti dell’aliquota Irpef anche per il 2016, investimenti a favore della città su viabilità, opere pubbliche e servizi socio-sanitari: sono queste alcune delle linee guida contenute nel bilancio di previsione per il 2016 del Comune di Tarquinia, discusso e approvato dal consiglio comunale. “Anche il bilancio di previsione per il 2016 conferma tra le priorità dell’amministrazione la volontà di garantire servizi di qualità e, nei limiti del possibile, una riduzione fiscale per i cittadini che si è tradotta con l’abbattimento di due punti dell’aliquota Irpef – afferma Mazzola –. Aumentiamo gli investimenti per le opere pubbliche, su tutti il completamento del teatro San Marco e del restauro di palazzo Bruschi Falgari, e l’edilizia scolastica, la messa in sicurezza della viabilità, nel terzo settore”. Il nuovo sistema di armonizzazione contabile, introdotto dal Governo, ha reso complesso il lavoro degli uffici: “Quasi tutti i comuni italiani erano in ritardo nell’approvare il rendiconto, tanto che l’ANCI aveva chiesto al Ministero dell’Interno di adottare un atteggiamento di flessibilità – conclude il sindaco Mazzola – Oggi possiamo finalmente lavorare”.

Montalto di Castro dedica una strada a Guglielmotti, “sindaco della Grande Guerra”

montalto L.go GuglielmottiOggi alle 18, la città di Montalto di Castro dedica una parte del suo centro storico al “Sindaco della Grande Guerra”: Giulio Cesare Guglielmotti. La parte urbana che gli verrà intitolata si trova proprio di fronte a palazzo Guglielmotti (ricompresa tra piazza Felice Guglielmi, via Umberto I e via Soldatelli). Il sindaco Sergio Caci, accogliendo la richiesta di numerosi cittadini, amanti della storia del paese, aveva inoltrato la richiesta al prefetto di Viterbo e, dopo attenta analisi, la Prefettura, sentita la Società romana di Storia Patria, ha autorizzato l’intitolazione. Giulio Cesare Guglielmotti nacque a Civitavecchia il 24 aprile del 1859, membro di una tra le più antiche e preminenti famiglie della città. Elementi della famiglia ricoprirono, in ogni epoca , cariche pubbliche di elevato livello nel’amministrazione comunale di Civitavecchia, nell’amministrazione del porto, quali consoli dello Stato della Chiesa, quali comandanti di galere della flotta pontificia. Intorno al 1890 Giulio Cesare divenne amministratore di tutto il patrimonio della famiglia Guglielmi, prima a Civitavecchia, di seguito a Montalto (inizialmente con Giulio Guglielmi, poi con Giacinto, morto nel 1911,e, infine, con Giorgio, futuro senatore del Regno). Eletto sindaco di Montalto nel 1910 mantenne la carica fino al 1920. Fu, pertanto, il “sindaco della Grande Guerra” interpretandone i sentimenti patriottici del momento, condividendo con i suoi concittadini il dolore, garantendo, anche dopo le sue dimissioni, il rispetto della memoria dei caduti. “Nel centenario dell’inizio della Grande Guerra sul fronte italiano – spiega l’assessore Eleonora Sacconi –  nel vasto complesso delle manifestazioni che questa Amministrazione ha predisposto per onorare i suoi figli morti, con spettacoli teatrali, attestati alle famiglie dei caduti, valorizzazione dei simboli della memoria, ci è sembrato doveroso ricordare nel giusto modo il sindaco Guglielmotti , la cui persona sintetizza il sentimento patrio della nostra città in quel momento storico”. “Fu il primo sindaco – ricorda il primo cittadino Sergio Caci – che orientò l’amministrazione verso finalità volte a modificare la struttura urbanistica, sociale ed economica del luogo allineandolo ai tempi, dopo secoli di esclusiva ruralità latifondiaria e immobilismo. Ad esempio realizzò la prima elettrificazione urbana: le vie si illuminano e si inizia a dare la luce nelle abitazioni. Fece approvare un progetto di sistemazione generale dell’acquedotto per fornire il paese della sufficiente pressione utile alla erogazione per gli usi civili. Un uomo con tale storia deve avere una via a lui dedicata”.

Vitorchiano, la nuova amministrazione punta sull’ambiente

ruggero grassotti vitorchiano“Sono trascorse meno di tre settimane dal 5 giugno scorso e l’attività amministrativa è già molto intensa e finalizzata a quel cambio di passo che il paese si aspetta e si merita”. Parole del sindaco Ruggero Grassotti (nella foto) che, appena insediato, è certo delle grandi potenzialità di Vitorchiano e della sua squadra; nei prossimi anni, in particolare, sarà data grande attenzione all’ambiente e alla corretta gestione delle sue risorse. “Al centro delle attività che, già in questi giorni, stiamo programmando per il prossimo quinquennio – continua l’assessore Federico Cruciani – vi è, tra l’altro, la riqualificazione della rete di pubblica illuminazione con tecnologia Led, la sistemazione e  messa in  servizio dei depuratori, l’installazione sia di pannelli solari per la produzione di energia elettrica sia di pannelli per la produzione di acqua calda sanitaria. Tutto questo andrà di pari passo con l’avvio di attività più semplici e quotidiane come un nuovo programma di piantumazione di alberi ad alto fusto nelle aree verdi, una diversa gestione dei rifiuti indifferenziati finalizzata ad ampliare la quota di prodotto riciclabile e la distribuzione capillare di diffusori idrici per ridurre i consumi domestici. In particolare, in questi giorni, stiamo già attuando un programma per la chiusura, con rubinetto, delle fontanelle a perdere o con l’installazione di orologi sulle valvole di adduzione delle fontane e dei fontanili ornamentali presenti sul territorio; interventi semplici ma in grado di limitare o bloccare gli sprechi d’acqua, per lo meno in alcune fasce orarie come quella notturna; tutto questo, ad esempio, ci permetterà di contenere i consumi idrici di almeno 50mila metri cubi annui”, “Piccoli e grandi interventi – conclude il sindaco Grassotti – da attuare una alla  volta, l’evidenza di un nuovo modo di guardare  al futuro con l’obiettivo di tutelare l’ambiente e le sue risorse”.

EVENTI

Parte a Ronciglione Be Socialbe sociale ronciglione locandina

Oggi e domani a Ronciglione seconda edizione di Be Social – la Festa del Sociale che ha, come soggetto protagonista, l’associazionismo in tutte le sue declinazioni, dal volontariato al privato sociale. Una sorta di contenitore, insomma, per le molteplici realtà impegnate sul territorio, nel terzo settore, che possono approfittare di una vetrina collettiva in cui conoscersi e farsi conoscere, attivare sinergie, ottenere maggiore rilevanza e visibilità. Del resto, come spiega lo stesso ideatore dell’evento, Stefano Ciucci, presidente della cooperativa sociale Il Funambolo onlus, “Be Social si sta strutturando in maniera sempre più importante. Al progetto hanno aderito, infatti, circa una ventina di associazioni,  tra Roma e Viterbo, e obiettivo comune è quello di far conoscere le numerose attività che svolge ognuna di loro, con la finalità di lavorare insieme per condividere le numerose problematiche, collaborare, insomma, per migliorare, finalità e risultati. La manifestazione, oltre questo nobile scopo, si presta, in maniera ottimale anche alla valorizzazione e promozione del centro storico di Ronciglione, in quanto nei suggestivi Borghi Medievali si svolgono i tantissimi appuntamenti dei due giorni di festa”. Si comincia oggi alle 18 con il convegno “Le comunità incontrano i cittadini”. A seguire, alle 21, spettacolo musicale in piazza dell’Angelo. Domani, dalle 17, due convegni su disabilità e bullismo e, dalle 21 grande serata con l’apertura della band Carnival Lights e, subito dopo,  il live della band ufficiale Rino Gaetano, in tour con Mio fratello è figlio unico. E poi ancora mostre fotografiche e di pittura, animazione per bambini, cene all’aperto lungo le vie del borgo fino alla Performance di Pittura del Maestro Stefano Cianti domenica 26 giugno.

Al Castello Ruspoli di Vignanello la magia del suono ad alta tecnologia

Castello RuspoliUn evento di spessore internazionale è in programma nel pomeriggio di oggi al castello Ruspoli di Vignanello, storico palazzo dove nel XVIII secolo fu ospite il grande compositore Georg Friedich Hændel invitato dal marchese Francesco Maria Ruspoli, mecenate dell’epoca. Davanti ad una platea di esperti ed esponenti della stampa italiana ed internazionale, nel corso di BlueMoon show, verrà offerta la possibilità di ascoltare la magia del suono prodotta dall’alta tecnologia dei ML – Modular LoudSpeakers.  Si tratta di diffusori  che sopportano potenze elevate composti da moduli compatti realizzati con un sistema di modularità che permette di avere una grande rigidità strutturale con ridotte risonanze dovute alle vibrazioni dell’altoparlante, contenendo però i pesi impiegando materiali più leggeri ma rigidi per la conformazione della struttura stessa. La modularità è una delle chiavi della rivoluzione audio introdotta da Blue Moon Audio Technology, che si avvale di uno staff pretigioso del quale fanno parte il viterbese Bruno Fazzini, che ha collaborato diciotto anni con la rivista Fedeltà del Suono e attualmente dirige le riviste on line Hi Fi Time Review, Vintage Hi Fi Club e Music Art Review, oltre ad aver scritto Hi Fi forever, il primo libro sull’Hi Fi in Italia; Massimo Piantini, che  fonda la sua professionalità sull’esperienza maturata in tanti anni di collaborazione con il geniale progettista giapponese Be Yamamura, partecipando alla realizzazione di tanti prodotti innovativi in ambito audio, mettendo sempre in primo piano la naturalezza e la realtà dell’evento sonoro; e il viterbese Gianni Profili, esperto di comunicazione a livello internazionale. La Blue Moon fonda la sua filosofia progettuale sulla naturalezza della riproduzione musicale mediante l’uso di amplificatori di potenza elevata e che impiegano molti trasduttori (Linea Source). Queste due strategie mirano a sfruttare solo una piccola parte del lavoro prodotto dai componenti in modo da ridurre notevolmente la distorsione a vantaggio della qualità del suono.

Festa di Prima estate ad Acquapendente

Si parlerà di fiori, insetti, boschi e stelle ad Acquapendente oggi e domani. Per festeggiare l’arrivo dell’estate con escursioni, passeggiate notturne, corsi di show-cooking, mercatini artigianali e spettacoli teatrali. Due giornate all’insegna della scoperta della natura al Museo del Fiore, presso il Casale Giardino, nell’incantevole paesaggio dell’altopiano dell’Alfina e della Riserva Naturale Monte Rufeno, durante le quali si potrà  esplorare il mondo delle piante, dei fiori e non solo. La Festa di Prima estate di Acquapendente – patrocinata dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO e realizzata nell’ambito dei progetti “Il Lazio 12 mesi di natura all’anno” e “Giovani al museo” del Sistema museale RESINA della Regione Lazio – sarà poi una vera kermesse di attività e giochi. Ci sarà l’imbarazzo della scelta: a partire dai laboratori creativi e interattivi per adulti e bambini per comprendere meglio la vita degli insetti, per proseguire con escursioni mattutine o  passeggiate serali per osservare il cielo notturno. Non solo: accompagnati da botanici si potrà partecipare a una caccia naturalistica al tesoro nella Riserva di Monte Rufeno, sperimentare l’illustrazione botanica, imparare l’antica arte di intrecciare i cesti utilizzando i materiali naturali o semplicemente passeggiare tra gli stand del mercatino di artigianato e prodotti tipici e locali. Per concludere intrattenimento serale con spettacolo teatrale a sorpresa. I più sportivi potranno fare escursioni lungo il Sentiero Natura del Fiore all’interno della Riserva oppure entrare nel suggestivo Bosco Monumentale del Sasseto, un’area che per la sua elevatissima diversità di specie e per la veneranda età dei suoi alberi è sito di interesse comunitario e zona di protezione speciale.

Montalto di Castro, meeting sulla razza maremmana

vacche_maremmane

Oggi l’azienda agricola Paolo Mariotti in collaborazione con la Fondazione Vulci, l’A.n.a.b.i.c. (Associazione Nazionale Allevatori Bovini Italiani Carne), l’ A.r.a. Lazio e con il patrocinio dell’assessorato alla cultura del Comune di Montalto di Castro, organizza all’interno del Parco Archeologico Naturalistico di Vulci un meeting sulla razza maremmana. Una giornata di approfondimento sulle tematiche relative all’allevamento bovino con particolare riferimento alla razza maremmana. Nella prima parte della giornata all’interno della sala François esperti del settore approfondiranno i temi relativi alla biodiversità, la sanità, il miglioramento genetico della razza e gli interventi strategici nella gestione della mandria. Nel pomeriggio, presso l’area delle tradizioni maremmane, si svolgerà una dimostrazione pratica di valutazione morfologica e una mostra simulata con gli allevatori di razza maremmana. Per la partecipazione al meeting è gradita la prenotazione. Informazioni e prenotazioni: Segreteria Meeting 347.9785369; Parco Archeologico Naturalistico di Vulci 0766.870179-89298

MOSTRA

“Madre Tuscia” alla Bottega delle Arti

Daniele_Vita_Madre_TusciaIl fotografo Daniele Vita è l’autore di “Madre Tuscia”, libro e mostra che saranno presentati a Viterbo oggi, alle 18, presso la galleria Bottega delle Arti in Via San Pellegrino 116. L’esposizione resterà visitabile fino a venerdì 1 luglio. In occasione del vernissage avverrà anche la signatura del volume, edito da Settecittà. Arredamento musicale del maestro Andrea Araceli.

CULTURA

A Civita Castellana il viaggio di La Pira in Vietnam

locandina la piraOggi, alle 17, a Civita Castellana, presso la Sala delle Conferenze della Curia Arcivescovile, dibattito di stretta attualità sui precari equilibri mondiali messi quotidianamente in discussione dai continui conflitti in ogni parte del globo. L’occasione sarà la presentazione del volume di Mario Primicerio “Con La Pira in Vietnam” , edizioni Polistampa e prefazione di Romano Prodi. Nel volume, esposto già con successo in molte altre città d’Italia, viene narrato l’avventuroso viaggio ad Hanoi, di Primicerio, accademico italiano e sindaco di Firenze dal 95 al 99, insieme a Giorgio La Pira, politico, docente e “libero apostolo del Signore”, come lui stesso si definisce spiegando la sua missione nella società. L’obiettivo del viaggio è quello di  strappare ad Ho Chi Minh la promessa di una pace necessaria sia per evitare un’inutile carneficina sia per scongiurare un inevitabile sconvolgimento degli equilibri mondiali. Purtroppo però gli esiti furono tragicamente diversi da quelli che ci si aspettava. L’inattesa soffiata ad un giornale americano fece infatti saltare tutto determinando, come prevedibile conclusione, l’atroce guerra del Vietnam. Intervengono Emilio Corteselli (Presidente Associazione culturale nazionale “Giorgio La Pira”), Giovanni Bianco (Università di Sassari), Aurelio Rizzacasa (Università di Perugia) e Nicola Tranfaglia (Università di Torino) che discuteranno con l’autore Mario Primicerio dell’Università di Firenze, presidente della Fondazione “Giorgio La Pira” .

MUSICA

Country Day a Sutri

CDS_Locandina (1)Una suggestiva e coinvolgente atmosfera western avvolgerà Sutri per due intense serate di spettacoli e divertimento. Oggi e domani, in Piazza dei Pisanelli, arriva la seconda edizione del Country Day, con stand enogastronomici con prodotti tipici locali, musica dal vivo e giochi rigorosamente in stile country, per respirare un po’ di America anche nella Tuscia. A partire dalle 17.30, in entrambi i giorni, sarà possibile ammirare un’esposizione di Mustang, Harley-Davidson e Vespa vintage, divertirsi con il toro meccanico per adulti e bambini presso il villaggio indiano “Tatanka Village” (previsto anche un torneo), mentre alle ore 18 l’Asd Body Evolution di Sutri proporrà un’esibizione di zumba country. E dopo la cena a tema, alle ore 22, arriva il piatto forte: la musica dal vivo, a ingresso gratuito. Oggi saranno in concerto gli Iron Mais con il loro “rock agricolo”. Originari della provincia di Como, conquistano le luci della ribalta grazie alla loro partecipazione a “X Factor“. Il sestetto si avventura nella ricerca del “lato agricolo” di brani rock, metal e punk, rivisitandoli e proponendoli in versione country e bluegrass, identificandosi anche con i loro inediti in un genere praticamente inedito in Italia, il “cow punk“, che invece negli Stati Uniti ha saputo ritagliarsi uno spazio di tutto rispetto fin dagli anni ’80. Gli Iron Mais sono Morgan Bizzozero alias Testa di Cane (voce, banjolele), Alessandro Scollo detto “Scollo” (contrabbasso), Francesca “La Contessina” Arancio (violino, voce), Daniele “Jack Pannocchia” Canali (banjo, voce), Matteo “il Nutria” Tagliabue (chitarra), in staffetta alla batteria Luca Sampietro e Marco Goli. Domani salirà sul palco la Kubanaja Jam Band, gruppo di Viterbo in gran parte composto da fiati, in cui si spazia dal blues più elettrico al funky, con omaggi ai grandi del genere con particolare predilezione per Zucchero e Joe Cocker. Country Day è organizzato dall’associazione Big Bang, nata nel 2013 senza scopo di lucro dall’aggregazione di giovani sutrini di differenti fasce di età con l’intento di animare la vita del paese. Nel corso degli anni è stata presente nel territorio con iniziative di vario genere, soprattutto a carattere solidale. La prima edizione, nel 2015, ha riscosso un notevole successo con migliaia di visitatori. Per ulteriori informazioni: 329.9683881 – Facebook: Associazione Big Bang.

TEATRO

Al Teatro Boni in scena  “Inconsapevole follia”

In programma oggi al teatro Boni di Acquapendente “Inconsapevole follia”, spettacolo conclusivo del corso di formazione che si è tenuto quest’anno: l’altra rappresentazione, “Rabbia”, era andata in scena la scorsa settimana. La follia e priva di consapevolezza. E’ impossibile essere contemporaneamente folli e consapevoli, sarebbe come avere oscurità e la luce nella stessa stanza, invece quando c’è la luce l’oscurità scompare. Possiamo dire che la consapevolezza è luce e la follia è l’oscurità. Inconsapevole follia è uno spettacolo fatto da tante storie che si intrecciano, si alternano, si sovrappongono creando un quadro all’interno del quale però  ognuna conserva la propria identità. Attraverso una drammaturgia compemporanea molto coinvolgente gli attori vivono l’alienazione, il disagio, le paure, le debolezze, le passioni, il cinismo, come in uno specchio che riflette i vissuti folli, surreali, comici e drammatici. Una scenografia essenziale crea un habitat particolare dove gli attori sono in verticale ed in bilico, per avere così un  punto di vista diverso, e narrano la loro bizzarra e  folle storia, tracciando un percorso in grado di offrire spunti di riflessione. La follia diventa così il limite sul quale misurare il senso del destino, dell’esistenza individuale e del legame sociale. La follia è sempre stata un argomento molto amato dagli autori di teatro per raccontare l’umano e le sue bassezze, gli  enigmi, i disagi, le sofferenze estreme, l’alterità e l’indicibile: temi che si condensano nell’esperienza di una inconsapevole follia. Il teatro Boni. dopo i successi delle sue fortunatissime stagioni teatrali, punta anche alla formazione organizzando da quest’anno un corso tenuto da Sandro Nardi. Gli attori: Joseph Abinassif, Francesca Araceli, Francesca Bellitto, Valeriano Brozzoli, Rita Camilletti, Alberto Ceppari, Ilenia Costa, Gabriela Di Marco, Simona Giacomini Alice Nocenti. Rosaria Quarta, Laura Rossini, Paola Serafinelli, Enrico Squarcia, Fabio Vitali, Riccardo Zanoni. Regia Sandro Nardi Luci Manuel Dionisi Info e prenotazioni 0763.733174 – 334.1615504.

SPORT

Baseball, fine settimana di riposo per il Montefiasconebaseball

Fine settimana di riposo per tutte le squadre del Montefiascone baseball. La Federazione ha infatti fermato i campionati giovanili e quelli di serie B e C per permettere a tutte le società che hanno giocatori selezionati nelle squadre regionali di non avere mancanze nei propri roster. L’appuntamento principe di questi week end  è infatti il Torneo delle Regioni che si svolge in Emilia Romagna, dove per ogni regione è presente una rappresentativa per ogni categoria formata dai migliori giocatori a livello regionale. Mercoledì scorso si è concluso il campionato della categoria Ragazzi, che finiscono l’attività al penultimo posto. “Sono abbastanza soddisfatto – commenta il manager Marianello – non rientrava nei nostri programmi vincere il campionato. Ma abbiamo centrato in pieno l’ obiettivo: non c’è stata una partita dove non abbiano giocato tutti, abbiamo dato ad ogni singolo giocatore le stesse opportunità di gioco. A volte delle decisioni diverse ci avrebbero permesso di vincere qualche partita in più, ma, ripeto, non era questo l’obiettivo di quest’anno”. Per i ragazzi gli allenamenti continuano in vista dei tornei che si svolgeranno a Montefiascone dall’8 al 10 luglio e ad Arezzo dal 22 al 24 luglio. Ai Cadetti mancano ancora 2 partite per concludere il campionato, poi si potranno tirare le conclusioni. La serie C ha concluso il girone di ritorno con una splendida vittoria ai danni della S.S.Lazio per 12 a 5. Campionato ancora aperto quindi, dal momento che c’è tutta la seconda andata da giocare e, come più volte è capitato, le situazioni potrebbero capovolgersi. Al momento primi  in classifica sono i Red Jack, con una sola partita persa, segue la Lazio con tre partite perse, Montefiascone, con quattro perse, Jolly Roger, Lupi Roma e Venatores Nettuno City. Il prossimo incontro, il 3 luglio a Roma, presso gli impianti dell’Acquacetosa contro i Lupi Roma.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da