20102020Headline:

Enrico Rava apre l’Ortaccio Jazz Festival

Da oggi a Vasanello l'undicesima edizione della rassegna organizzata da "Messico e nuvole"

La locandina dell'Ortaccio Jazz Festival

La locandina dell’Ortaccio Jazz Festival

Al via oggi l’undicesima edizione di Ortaccio Jazz Festival che, per quattro giorni, porterà sul palco di Piazza Ortaccio, a Vasanello, i più bei nomi della scena jazz italiana. La rassegna è organizzata dall’Associazione Culturale “Messico e nuvole” con il patrocinio della Regione Lazio, della Provincia di Viterbo e del Comune di Vasanello. La manifestazione sarà ad ingresso gratuito e tutte le sere offrirà la possibilità di degustazioni enogastronomiche in piazzetta in attesa dei concerti.

Da quest’anno OJ Festival presenta un nuovo appuntamento: OJ YOUNG dedicato ai giovani talenti musicali che proporranno il loro repertorio prima dell’inizio dei concerti. Un viaggio attraverso sonorità e generi musicali differenti che accompagnerà per tutta la durata del festival alla scoperta di nuovi musicisti e nuovi autori. Quest’anno saliranno sul palco di OJ Symo, giovane e talentuosa cantante italo-eritrea, e Francesco D’Anna pianista e compositore di notevole qualità musicale. Anche l’edizione 2016 di OJ Festival avrà, come ormai da diversi anni, un’anteprima pomeridiana organizzata in collaborazione con l’associazione culturale Cooltura 2.0, in Piazza della Libertà. Negli spazi della rassegna, inoltre, sarà ospitata una mostra fotografica con gli scatti di Andrea Di Palermo, amico da sempre dell’Oj recentemente scomparso.

 

Enrico Rava, il più internazionale dei jazzisti italiani, apre oggi l’Ortaccio Jazz Festival con un progetto che allinea, accanto al leader, alcuni dei migliori nuovi talenti delle ultime generazioni, quali il chitarrista Francesco Diodati, il contrabbassista Gabriele Evangelista, che con Rava collabora già da tempo, e il batterista Enrico Morello. L’Enrico Rava New 4et  ha vinto il referendum 2015 di Musica Jazz come formazione dell’anno. Un riconoscimento prestigioso per una formazione giovane guidata da un eterno giovane del jazz. Splendido settantenne, mai pago delle proprie conquiste espressive, Rava è anche uno scopritore di talenti (si pensi a Stefano Bollani) e sa selezionare bene i propri partner: anche nel caso di questo suo New Quartet l’ha vista giusta. Ospite speciale del gruppo, Stefano Di Battista, uno dei migliori talenti del jazz italiano, sassofonista di valore con alle spalle importanti collaborazioni con, fra gli altri, Elvin Jones, Michel Petrucciani e Jacky Terrasson.

 

 

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da