20102020Headline:

Il Tuscia in Jazz parte con Wayne Tucker

Stasera a Bagnoregio con il bassista Marcos Varela e il batterista Francesco Ciniglio

Il trombettista americano Wayne Tucker

Il trombettista americano Wayne Tucker

Sarà il trombettista americano Wayne Tucker con il suo trio americano  e con il sound newyorkese ad inaugurare i concerti del Tuscia in Jazz Festival stasera alle 21.45 a Bagnoregio in Piazzale Biondini nel Jazz Village allestito fino al 31 luglio e dove ogni sera sarà possibile cenare o bere qualcosa a prezzi modici. Il Jazz Village sarà aperto tutte le sere dalle 18.30 in poi e sarà possibile prendere un aperitivo assistendo ai sound check dei concerti. All’interno del Jazz Village i prodotti, fatta eccezione per la birra, saranno tutti del territorio.

Tornando al concerto, Wayne Tucker si esibirà in trio con il bassista americano Marcos Varela e il batterista italiano ma da sei anni a New York Francesco Ciniglio. Ventinovenne, Wayne Tucker è un trombettista/compositore/arrangiatore con base a New York. Laureato al SUNY Purchase, Jazz Studies, Wayne ha suonato con alcuni dei musicisti più conosciuti del panorama mondiale: Kurt Elling, Dee Dee Bridgewater, Cyrille Aimee, Taylor Swift, Elvis Costello, Matt Simons e Ne-Yo.

Nato a Houston, Texas, Marcos Varela è uno dei contrabbassisti di spicco della scena del jazz newyorkese. Vanta collaborazione con Billy Hart, Charli Persip, Umar Bin Hassan, The Mingus Big Band, Jason Moran, George Cables, Billy Harper, Orrin Evans, Bob Mover, Frank Lacy, Mike Moreno, Aaron Goldberg e E.J Strickland. Classe ’89, Francesco Ciniglio è un batterista/compositore di origine napoletana. Ha vissuto a New York per 6 anni, duranti i quali ha studiato al City College of New York con John Patitucci, Fred Hersch e Greg Hutchinson. Ha condiviso il palco con Aaron Parks, Shai Maestro, Joe Sanders, Logan Richardson, Charles Altura, Dayna Stephens, Joel Frahm, Donny McCaslin, Scott Colley, Sheila Jordan, John Ellis, Peter Slavov, Mark Sherman, Vincent Gardner e Melissa Aldana, per citarne alcuni.

Grande musica al Tuscia in Jazz

Grande musica al Tuscia in Jazz

Da domenica al Jazz Village prendono il via anche le masterclass musicali con oltre 100 allievi iscritti da tutto il mondo e ogni sera sarà possibile partecipare e suonare alle jam session fino a notte fonda. Da domani a lunedì il festival prosegue con il Tuscia in Jazz European Award 2016 dedicato ai giovani musicisti under 30 e alla loro musica originale i sei finalisti presenteranno i loro progetti musicali per poi esibirsi tutti insieme il 25 durante la finale di fronte alla giuria internazionale che decreterà i vincitori del disco messo in palio dal festival.

Per info e prevendite basta visitare il sito www.tusciainjazz.it o la pagina Facebook/tusciainjazz.

 

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da