13042021Headline:

Che piacere veder giocare don Cuffa

Le pagelle della Viterbese: super l'argentino, bene anche Dierna e Neglia

Cruciani, grande lottatore

Cruciani, grande lottatore

Non c’è risposta all’eterno dilemma tra punto guadagnato (come dice la classifica) e due punti persi (come urla il cuore gialloblù). Già, perché di fronte alla corazzata Cremonese attrezzata con diversi elementi di categoria superiore e indicata come tra le più autorevoli pretendenti al salto di di categoria, è la Viterbese mordersi le mani fino ai gomiti. Diverse occasioni mancate, una clamorosa traversa e soprattutto una presenza in campo più costante e autorevole. Sì, meritava decisamente di più la truppa di Cornacchini per bagnare con la vittoria al ritorno in terza serie dopo una dozzina di anni.

Primo tempo equilibrato con tre chances per i padroni di casa (colpo di testa di Invernizzi deviato in angolo; conclusione in tuffo, sempre di testa, di Cuffa d’un soffio fuori e tiro sciagurato verso Pratogiardino di Neglia) e due per gli ospiti (Scappini e Gambaretti ancora di testa). Ripresa tutta di marca viterbese: prima Dierna (devia Ravaglia), poi doppio Neglia che timbra la sbarra e infine conclude a lato. Peccato per il risultato che è stretto assai, ma le prime impressioni sono decisamente positive.

Neglia si dispera dopo aver colpito la traversa

Neglia si dispera dopo aver colpito la traversa

LE PAGELLE

IANNARILLI 6: voto di stima perché gli impegni veri e propri si limitano a qualche comoda paratella. Gli unici pericoli nei primi 45′, ma la sfera scivola fuori

CELIENTO 6: parte con autorevolezza, proponendosi anche in sovrapposizione sulla destra. Cala alla distanza come molti altri

DIERNA 6,5: il migliore del reparto arretrato. Concede il minimo sindacale agli avanti ospiti e si ritrova sulla capoccia la palla del vantaggio: colpisce forte, ma troppo centrale e Ravaglia ringrazia

MALLUS 6-: fa il suo senza particolari sbavature; evitabile qualche rilancio affrettato e fuori misura

PANDOLFI 6+: primo tempo di sostanza e qualità, un po’ frenato nella ripresa

CUFFA 7: la classe, come si sa, non è acqua e lui ne ha in quantità decisamente superiore alla media della categoria. Giocate di fino, la cosa giusta sempre al momento giusto: è sempre un piacere vederlo zompettare sul prato verde. Signore del centrocampo (Diop s.v. dal 40′ st )

CRUCIANI 6: ci mette cuore, anima e polmoni; il piedino non è proprio raffinato, ma lì in mezzo è dura per chiunque passare. E infatti dalle sue parti non c’è trippa per gatti

Pandolfi si fa largo tra gli avversari

Pandolfi si fa largo tra gli avversari

MARANO 6-: il meno influente del reparto centrale; qualche spunto nella fasi iniziali, poi un lento e inesorabile tran tran che induce Cornacchini ad una giusta sostituzione (Cenciarelli 6 dal 10′ st: più mobile e meglio inserito nei meccanismi di gioco, dà sostanza e vivacità alla manovra)

VARUTTI 6-: caracolla su e giù sulla corsia di sinistra, proponendosi con continuità, ma non sempre sfrutta a dovere gli spazi che si aprono dalla sua parte: soprattutto non riesce a metter dentro cross degni di questi nome

NEGLIA 6,5: grandissimo movimento, tanti dribbling (molti riusciti) e sui piedi le migliori occasioni del match: due le spreca con conclusioni fuori misura, un’altra si stampa sulla traversa (porcaccia miseria). La mettesse dentro, sarebbe da dieci e lode…

Ravaglia salva su colpo di testa di Invernizzi

Ravaglia salva su colpo di testa di Invernizzi

INVERNIZZI 6: il vecchio puntero ha vita complicata contro due centrali di peso come Marconi e Polak. Si batte e si sbatte come sempre, ma in una sola circostanza svetta impegnando Ravaglia in una deviazione oltre la traversa. Esce stremato (Sforzini 6- dal 15′ st: ancora lontano da una condizione accettabile; prova a far valere il fisico ma non incide come si vorrebbe).

CREMONESE 6: la sufficienza è frutto della media tra il 7 dei primi 45′ e il 5 della seconda parte. Con i giocatori che ha a disposizione, ci si aspetterebbe molto di più e invece incarta un punticino placcato di oro in attesa di tempi migliori. Una citazione particolare solo per Porcari: non sbaglia un pallone.

L’ARBITRO, BALICE DI TERMOLI 6: lascia giocare (anche troppo). Qualche valutazione opinabile, ma tutto sommato non fa danni

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da