13042021Headline:

Il Gambero Rosso promuove il lago di Bolsena

Mini guida del network culinario per illustrare le eccellenze della zona

Il coregone, una delle prelibatezze del lago di Bolsena

Il coregone, una delle prelibatezze del lago di Bolsena

Il Gambero Rosso promuove il lago di Bolsena. Il gruppo editoriale multimediale, specializzato in enogastronomia, ha dedicato una mini guida ai laghi minori d’Italia, dove ampio spazio è stato dato alle bellezze e alle eccellenze culinarie del bacino nel Viterbese.

”Sull’antica Via Francigena, nel complesso del Vulsinio, c’è il lago vulcanico più grande d’Italia: il Lago di Bolsena – scrive nella mini guida la giornalista del Gambero Rosso francesca Fiore -. Malgrado questo record, con i suoi 113 km il Lago di Bolsena rientra a pieno titolo nei laghi ‘minori’ del nostro paese: nei dintorni piccoli paesi gioiello, specialità gastronomiche da scoprire e percorsi naturali sorprendenti’’.

Un invito qualificato a visitare la Tuscia e, soprattutto, la zona del lago di Bolsena, con anche ovviamente precise indicazioni su cosa mangiare. ”Nei dintorni del lago, il re della tavola è naturalmente il pesce d’acqua dolce: coregone, persico, luccio, cefalo, trota e anguilla – si legge nella guida. Il coregone è forse il più amato dagli abitanti del luogo: le due ricette più celebri lo vogliono cucinato alla mugnaia, cioè cotto in padella dopo essere stato infarinato, e alla bolsanese, ovvero al forno con l’aceto. Il piatto tipico dei pescatori del lago è la sbroscia, una zuppa di pesce con patate, cipolla, pomodoro e mentuccia, da servire su fette di pane raffermo. Altri piatti tipici dei dintorni sono i latterini alla brace, secondo la vecchia usanza dei pescatori di mangiare i pesci al mattino, cotti sui carboni ardenti, e la minestra di tinca, che si mangia con i tagliolini cotti nel suo brodo. Nei dintorni, inoltre, si producono diversi vini da accompagnare ai piatti locali: oltre all’Est!!!Est!!!Est!!!, anche la Cannaiola di Marta e l’Aleatico di Gradoli”.

Nella monografia del Gambero Rosso non mancano riferimenti utili per i visitatori su dove mangiare nella zona del lago di Bolsena: primo su tutti, svetta il ristorante La Parolina di Trevinano della chef stellata Iside De Cesare, ma sono citati anche Il bocconcino di Bagnoregio e Villa San Michele a Vitorchiano. Tra le pizzerie spiccano Al Vecchio Orologio di Viterbo e Al Solito Posto alla Quercia. Poi un lungo elenco di pasticcerie, bar e locali in cui sostare durante la visita nella terra di Tuscia.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da