08122021Headline:

Un villaggio galleggiante sul lungolago

Un'iniziativa valida dal punto di vista turistico, ma nel rispetto dell'ambiente

Presentazione villaggio galleggiante

Presentazione del villaggio galleggiante

Un Floating Nexus, un villaggio galleggiante, sul lago di Bolsena per rilanciare la zona dal punto di vista turistico e imprenditoriale. È l’obiettivo innovativo che ha sposato l’assessore all’urbanistica del Comune di Montefiascone Massimo Ceccarelli, che ha seguito da vicino lo studio di una squadra internazionale di alto profilo. È bene precisare subito che un’eventuale decisione positiva non può prescindere da accurate valutazioni sull’impatto ambientale che tali innovazioni tecnologiche avrebbero sull’ecosistema.

Per dare un’idea della portata del progetto, l’esempio più calzante è quello del Lago d’Iseo, che con il suo ponte galleggiante ha attirato di recente milioni di visitatori. In altri paesi, come Francia e Olanda, sono state realizzate delle strutture analoghe, ma quella del lago di Bolsena sarebbe qualcosa di nuovo per impatto e importanza. L’obiettivo è creare le premesse per attrarre eventi che possano rendere il lungolago frequentato per tutto l’anno, permettendo quindi di favorire investitori che possano sostenere così l’economia di quest’area.

Sono stati preparati tre diversi progetti tra cui scegliere. Il primo prevede la realizzazione di moduli abitativi galleggianti che ricreino la logica del borgo. Si tratterebbe di elementi temporanei, da spostare da una posizione all’altra a seconda delle esigenze. Le aree interessate sarebbero ampliabili a seconda delle esigenze aziendali delle compagnie pronte ad investire, mentre l’approvvigionamento di energia elettrica verrebbe garantito da un sistema a turbina.

Un altro progetto di villaggio acquatico

Un progetto di villaggio acquatico

Il secondo progetto è volto a creare un elemento vicino all’houseboat galleggiante, con unità costituite di legno e fibre. Sarebbe possibile utilizzare tale tecnologia per creare case di lusso in mezzo alla natura incontaminata nel rispetto dell’ambiente e strutture comprensive di camere da letto, sala pranzo, cucina e terrazza. Il concetto è quello della logica della barca, mentre questi elementi verrebbero attraccati attraverso pontili utilizzando delle forme presenti in natura, come gli alberi. In questo caso l’energia sarebbe garantita dall’allestimento di mini pale eoliche collegate agli altri elementi.

Il terzo piano d’azione da valutare prende in esame la costruzione di case galleggianti per disporre l’area come albergo e stand espositivo, e comprende una passeggiata dentro il lago che permetterebbe di godere, specie di notte, di una visuale scenografica altamente suggestiva in cui il visitatore verrebbe catapultato al suo interno.

Alcuni

Alcuni momenti della presentazione 

”La squadra di studiosi è costituita al 90% da stranieri – spiega l’architetto Cingolani –, probabilmente facilitati nel captare le criticità da individuare per attrarre un pubblico che sia non solo locale ma anche straniero”. ”Si tratta di un’architettura democratica – prosegue – in quanto si procederà in modo ragionevole e trasparente come un libro aperto”.

L’assessore Ceccarelli ritiene che il progetto abbia solo risvolti positivi per il lungolago di Montefiascone, in quanto il ritorno sarebbe garantito dall’affitto a privati desiderosi di investire a condizione di mettere in primo piano il rispetto per l’ambiente. È stata già individuata un’area nel piano regolatore in prossimità di un noto ristorante con specialità ittiche. ”Lo studio di fattibilità che affronteremo – commenta – si pone obiettivi importanti di crescita quantitativa soprattutto qualitativa: è un sogno ambizioso in cui crediamo”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da