25042017Headline:

Crisi di governo in salsa viterbese

Il tentativo di Gentiloni, la sentenza della Consulta e anche le candidature per il Senato

Giuseppe Fioroni

Giuseppe Fioroni

Crisi di governo con implicazioni viterbesi. Sembra una contraddizione, ma la realtà dice questo. Caduto Renzi, ora tocca a Gentiloni: non si capisce bene che cosa realmente succederà e se davvero riuscirà a nascere un nuovo esecutivo e con quali obiettivi. Al momento, la confusione regna sovrana. C’è da aspettare la sentenza della Corte costituzionale (24 gennaio) che con ogni probabilità interverrà sulla legge elettorale e a quel punto si avrà un quadro più chiaro. La sensazione (ma è solo e soltanto un’ipotesi non suffragata da fatti concreti) è che comunque vada, in tarda primavera si tornerà a votare per le politiche. E proprio questo passaggio manda un po’ in fibrillazione anche il sistema nella Tuscia dove i giochi erano stati preparati in funzione del 2018 quando da queste parti si andrà alle urne più o meno contemporaneamente anche per la Regione e per il Comune.

Allora, il piano (nemmeno tanto segreto) verteva su un accordo della corrente fioroniana con gli uomini e le donne della componente panunziana. Due nomi in primissimo piano: la vice sindaca in carica Luisa Ciambella e il consigliere regionale by Canepina Enrico Panunzi. Con tanto di conseguente par condicio nelle preferenze: un uomo, una donna (e qui non c’entrano nulla il film di Claude Lelouch e nemmeno Anouk Aimée e Jean-Louis Trintignant). E’ evidente che lo schema potrebbe reggere anche con una chiamata alle urne in data diversa dalla scadenza naturale, ma qui si innescano due variabili non considerate all’epoca: ci sarà da indicare un candidato anche al Senato (uscente Ugo Sposetti) e si dovranno tenere in conto anche le esigenze di Palazzo dei Priori dove gli equilibri sono sempre precari.

Luisa Ciambella

Luisa Ciambella

Intanto in un possibile voto anticipato bisognerà vedere come si collocheranno gli attuali deputati in carica Alessandro Mazzoli e Alessandra Terrosi. Il primo si è molto speso nel referendum a favore del sì, guadagnando punti nello scacchiere renziano pur non appartenendo al gruppone che fa capo all’ex presidente del Consiglio. La seconda si è oggettivamente vista e sentita poco in campagna elettorale. Siccome qualunque sarà il sistema elettorale prescelto, sarà molto difficile che il Pd possa portare a Montecitorio più di due deputati, ecco che la presenza di una possibile candidatura per Palazzo Madama potrebbe essere la chiave di volta per quadrare i conti.

Il ragionamento globale deve anche tener conto di una variabile tutt’altro che secondaria. Che cosa farà mastro Peppe da Pianoscarano. Sembrava scontato una sua uscita dai consessi romani dopo vent’anni ininterrotti da deputato, ma non è affatto detto che le cose rimangano allo stesso modo. Renzi sicuramente vorrà liberarsi di coloro che lo hanno sgambettato al referendum e però avrà bisogno di tutti gli altri, compreso quindi il leader della componente cattolica. Insomma agli ex popolari qualcosa dovrà pur essere concesso.

Enrico Panunzi

Enrico Panunzi

Troppe subordinate distolgono dal quadro generale che resta, come detto, piuttosto confuso. Tanto più che, se tutto quello appena detto si concretizzerà, bisognerà pensare anche alla giunta comunale e all’ingresso alla corte di Michelini di un altro o un’altra di area fioroniana. In forte ascesa appare la rampante Martina Minchella, ma non è affatto detto che non possano venir fuori altri nomi. Si vedrà. Intanto, resta da capire come si svilupperà il tentativo di Gentiloni, poi la Consulta e poi… Ogni giorno ha la sua pena: meglio aspettare.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da