03122021Headline:

Parte un bastimento carico di solidarietà

Il presidente Coldiretti di Tuscania invia 5 tir di foraggio per gli allevatori di Amatrice

Gli autotreni partiti da Tuscania

Gli autotreni partiti da Tuscania

Il terremoto che ha colpito il Centro Italia in questi mesi ha causato notevoli danni e perdite di vite umane, il sisma però ha catapultato intere comunità ad interrogarsi sui bisogni dei terremotati riattivando, nelle persone, la voglia di aiutare il prossimo con gesti veri di pura solidarietà. Ed è così che il legame tra Tuscania e i paesi del Lazio e delle Marche colpiti, si rinsalda perché proprio dai luoghi del terremoto, un tempo, partivano i pastori e le pecore per la transumanza e raggiungevano Tuscania con i loro greggi.

Così il grande cuore degli agricoltori non conosce mode, né tempi, né confini. E la loro generosità non si cura né delle telecamere, né dei riflettori perché a distanza di quasi quattro mesi dal terremoto, quando ormai si sono spenti gli echi mediatici della drammatica emergenza, un gruppo di imprenditori agricoli di Tuscania è partito per consegnare preziose scorte di fieno ai loro colleghi di Amatrice, Cittareale e Accumoli. Cinque autotreni con rimorchio, carichi di 600 quintali di foraggio e altri 60 di cereali, sono arrivati nella tarda mattinata di sabato nei comuni devastati dal sisma dello scorso agosto. A curare gli aspetti organizzativi della spedizione di solidarietà è stato il presidente della sezione della Coldiretti di Tuscania, Daniele Nassi. A Tuscania, lì da dove è partita la colonna, c’era anche il giovane presidente di Agrimercato Lazio, Patrizio Nicolai. “Nei comuni reatini colpiti dal sisma i nostri colleghi – commenta Mauro Pacifici, presidente della Coldiretti di Viterbo – vivono momenti di forte disagio, soprattutto per l’arrivo del grande freddo. Sono orgoglioso degli amici soci Coldiretti di Tuscania per questo ennesimo gesto di affetto e vicinanza per i colleghi di Amatrice”.

Il foraggio per la stagione invernale

Il foraggio per la stagione invernale

Un gesto di solidarietà fuori dal comune e che punta a risolvere veramente i problemi di chi ha perso tutto, dando così a quelle persone, una piccola speranza per il futuro. “Io e il presidente Pacifici – aggiunge il direttore Alberto Frau – partecipammo al primo sopralluogo nei comuni terremotati per verificare di persona in che modo, come organizzazione professionale, potevamo essere di aiuto alle popolazioni e agli agricoltori. Iniziative come quella di Tuscania sono preziose. La solidarietà concreta, come la consegna del foraggio, aiuta a superare i disagi, ma anche a infondere coraggio e rinnovare speranza”. Il carico consegnato ad Amatrice verrà distribuito agli allevatori dai funzionari della protezione Civile della Regione Lazio.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da