03122021Headline:

Il presepe vivente più bello? A Corchiano

Ansa ViaggiArt elegge la rievocazione viterbese come la più suggestiva e originale

La natività rappresentata a Corchiano

La natività rappresentata a Corchiano

Il periodo più festoso e frenetico dell’anno sta arrivando. Il Natale, una delle feste religiose più attese da grandi e piccini, porta inevitabilmente con sé il suo carico di abeti decorati, panettoni e pandori, lucine colorate, torroni, l’ansia di acquistare i regali perfetti, ma anche tante tradizioni che, ogni anno, si ripetono immutate. Come il presepe vivente che anima da anni i centri storici in diversi comuni della provincia di Viterbo. Uno dei più famosi è sicuramente quello di Corchiano che è stato recentemente definito dall’Ansa ViaggiArt uno dei presepi viventi più suggestivo, unico e originale di tutta Italia.

“Il presepe, nato a Greccio nel 1223 per volere di san Francesco, si è diffuso in tutte le regioni d’Italia e presenta numerose versioni originali e suggestive, realizzate in diversi materiali – scrive l’Ansa -. I più suggestivi sono quelli viventi, realizzati con figuranti e attori che rappresentano la Natività; tra questi, due sono particolarmente interessanti e originali: il presepe di Corchiano, in provincia di Viterbo, e quello di Gualdo Tadino, in Umbria”.

Una bella vetrina quindi per il paesino della Tuscia che già vanta ogni anno, grazie alla sua rievocazione storica della Natività giunta nel 2016 alla 47esima edizione, un flusso importante di visitatori provenienti da tutta la regione e oltre. “Il presepe di Corchiano è una rappresentazione teatrale realizzata nell’area protetta del monumento naturale delle Forre – spiega Ansa ViaggiArt -, impreziosita dalla colonna sonora di Nicola Piovani e dalla voce narrante di Gigi Proietti, che si ammira dal 25 al 27 dicembre e, nell’anno nuovo, l’1, il 5 e il 6 gennaio”.

Il presepe vivente di Corchiano

Il presepe vivente di Corchiano visto dagli spalti

Il presepe vivente di Corchiano è quindi una delle mete d’obbligo per tutti gli amanti del Natale che possono, inoltre, godere dello spettacolo mentre si gustano un caldo vin brulè servito all’entrata per l’occasione. Lo spettatore infatti assisterà ad una vera e propria rappresentazione teatrale all’aperto nel suggestivo monumento naturale delle Forre. Il racconto è ovviamente focalizzato sul tema della Sacra Natività, di cui vengono ripercorsi i momenti più salienti e significativi della nascita di Gesù. La tribuna, installata per l’evento, accoglierà comodamente i visitatori che potranno così gustarsi lo spettacolo da una visuale privilegiata ed unica. Ogni anno una novità e una miglioria della manifestazione, immutate invece sono la prestigiosa colonna sonora di Nicola Piovani e l’affascinante voce narrante di Gigi Proietti.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da