13042021Headline:

Le alternative dei bioregionalisti

Consigli utili per i tempi moderni

Banconote

Banconote

Qualcuno dei nostri lettori obietta: “Siete sempre lì a denunciare questo o quel sopruso, questa o quella legge porcata, etc. etc. Ma quali sono le vostre proposte alternative?”

Domanda di Roberto Ficini: “Hanno in mano il potere legislativo, il potere coercitivo e il potere finanziario. Hai qualche idea per mandarli a casa che sia meno drastica di quello che sta succedendo nel mondo arabo? Io non ne vedo e comunque se anche li mandiamo a zappare la terra chi verrà dovrà sempre andare dai banchieri a elemosinare soldi per la nazione, soldi che dovremo restituire con gli interessi e la storia ricomincerà con altri camerieri dei banchieri e noi sempre a fare gli schiavi…”
Risposta e qualche consiglio. Tutto comincia sempre da piccole cose! Per esempio bandisci le droghe (e simili) dalle tue compere; usa la medicina alternativa il più possibile (metà delle malattie sono inventate); compra solo italiano e se possibile solo bioregionale; usa il meno possibile la moneta, comincia a donare il tuo tempo e prima o poi qualcuno te lo restituirà; chiudi i conti correnti nelle grandi banche e spostali in quelle piccole di credito cooperativo locale e tratta sempre le condizioni magari con un avvocato amico; manda lettere ed email sui temi ambientali a tutti i giornali, a tutti i partiti, a tutte le istituzioni continuamente ed ogni giorno; cominci a fare denunce su denunce, abbandona il telefonino, spegni la tv e non comprare i prodotti che pubblicizza; riduci i consumi; usa il meno possibile l’auto o addirittura rinunciaci; informati informa e divulga…

Il nostro è un potere soffice, che si insinua pian piano nelle pieghe della società, ma dobbiamo crederci… E forse un giorno ci ritroveremo, milioni di bioregionalisti vegetariani e nonviolenti, a circondare il parlamento finché i deputati non decidono veramente di cambiare politica e sistema economico, come la sovranità monetaria ad esempio.

Paolo D’Arpini, Rete Bioregionale Italiana

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da